IDF Fall 2008 Day 0, il futuro è del Visual Computing

IDF Fall 2008 Day 0, il futuro è del Visual Computing

Si apre a San Francisco l'Intel Developer Forum edizione autunno 2008, con le consuete anteprime per la stampa che anticipano l'evento vero e proprio. I relatori scelgono di tracciare gli scenari futuri della tecnologia e del mondo Internet, che saranno contraddistinti da un approccio molto più visuale rispetto a quanto siamo abituati.

di Alessandro Bordin, Andrea Bai pubblicato il nel canale Mercato
Intel
 

Carry Small, Live Large: Situational Awareness

Muoversi all'interno di quelle che sono le sigle e i motti scelti dalle aziende attive in campo informatico è spesso faticoso, con l'aggravante di dover cercare termini nella nostra lingua con cui indicare l'idea di base. Se a questo si aggiunge l'usanza tutta statunitense di utilizzare acronimi per tutto, l'impresa non fa che complicarsi. E' con questa introduzione che cercheremo di far capire cosa Intel intenda con CSLL, poco chiara anche in versione estesa, Carry Small, Live Large.

Se la prima parte è chiara ("portare con sé un apparecchio di dimensioni contenute"), Live Large può essere reso con "vivi alla grande". Uno degli obiettivi di Intel insomma è promuovere lo sviluppo di apparecchi di dimensioni molto ridotte in grado di apportare un miglioramento alla qualità della vita. Fin qui, nulla di nuovo, in quanto è una tendenza che osserviamo da anni. Quello che Intel prospetta per il futuro è però un'estensione della potenzialità di questi apparecchi, indipendentemente dalla forma e dalle dimensioni che potranno assumere nel tempo.

Oltre alle già note potenzialità per tutto ciò che riguarda i social network fruibili in movimento, troviamo applicazioni più legate allo sviluppo di nuove interfacce per funzionalità già ora utilizzate, nonché utilizzi rivolti al monitoraggio dei parametri biologici dell'utente, con un orientamento al miglioramento della qualità di vita. E' il ricco settore del Wellness, un campo in cui la tecnologia deve ancora trovare una diffusione ampia fra l'utenza media.

Intel si è posta il problema di come la tecnologia, e più in particolare gli apparecchi mobile, possano apportare un beneficio all'utente sotto l'aspetto della salute. La risposta giunge dallo sviluppo di sensori sempre più sofisticati e dall'integrazione di software sviluppati ad hoc. Quelli che vedremo in futuro, in pratica, saranno dispositivi non solo in grado di telefonare, con funzionalità di geolocalizzazione grazie ai moduli GPS integrati, navigare in Internet e via dicendo, ma anche di tenere sotto controllo il battito cardiaco, la pressione, il fabbisogno calorico in base alle abitudini di vita e altro ancora.

E' allo studio, in fase avanzata, un prototipo di questo genere, messo in mostra proprio durante la sessione. Lo scopo è quello di suggerire all'utente una serie di accorgimenti per evitare o prevenire problemi che possano diventare importanti nel tempo, magari perché trascurati o sottovalutati.

Il prototipo infatti prevede un sensore che, interfacciandosi adeguatamente con il software, funge da elettrocardiogramma continuativo, in abbinamento ad un altro per la pressione arteriosa. Inutile sottolineare come il software metta a disposizione strumenti per monitorare per esempio il battito cardiaco su base settimanale o mensile, con la possibilità per i medici di individuare eventuali problemi, in modo più adeguato che non con una seduta di elettrocardiogramma tradizionale.

Uno strumento molto utile quindi, in quanto permetterà di ottenere dati biometrici su archi temporali molto più estesi di quelli attualmente utilizzati fino ad oggi. Il nostro PC tascabile insomma, oltre che permetterci di telefonare, navigare in Internet, sentire musica, potrà esserci di grande aiuto anche per la salute, almeno stando alle previsioni. Si chiude in questo modo la prima giornata di IDF, sebbene quello riportato è un resoconto del cosiddetto Day 0. In alcune edizioni abbiamo assistito a vere e proprie anteprime, in altre, come questa, alla descrizione di scenari di più ampio respiro.

Gli appassionati di hardware, tuttavia, non hanno di che essere delusi. Non mancheranno nei prossimi giorni le occasioni per saperne di più sulle prossime generazioni di CPU, così come nuove notizie su Larrabee, architettura che dovrebbe consacrare l'ingresso di Intel nel mondo della grafica 3D per PC in modo serio. Vi saranno inoltre intere sessioni dedicate ai PC portatili, ai netbook ed ai Solid State Disk, altro campo di estremo interesse in cui Intel farà il suo ingresso entro la fine dell'anno con prodotti molto interessanti. Appuntamento a domani dunque.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7719 Agosto 2008, 15:44 #1
Che sballo!
Soprattutto l'augmented reality!!

SEMBRA STAR TREK!
Rayd Raider19 Agosto 2008, 18:20 #2
Che roba... cambierà lo stile di vita del "Navigatore".
LkNuke20 Agosto 2008, 00:14 #3
Quoto in pieno demon77 .... na figata!
firestormrudy20 Agosto 2008, 09:17 #4
non aspetto altro!!!!!
migro21 Agosto 2008, 12:38 #5
A questo punto il pc diventerà vermente per tutti!A discapito che per i poveri programmatori che dovrenno fare una fatica bestia per realizzare applicazioni sempre + visuali!
BrightSoul21 Agosto 2008, 19:05 #6
Proactive wellness, semplicemente fantastico.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^