Quattro chiacchiere con Jen- Hsun Huang, CEO di NVIDIA

Quattro chiacchiere con Jen- Hsun Huang, CEO di NVIDIA

I rapporti con Intel, il mondo del gaming e le opinioni su Larrabee: sono solo alcuni degli argomenti che il fondatore e presidente di NVIDIA, Jen-Hsun Huang, ha voluto condividere con la stampa. Hardware upgrade li ha raccolti per voi

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Mercato
NVIDIAIntel
 

Gaming ed entertainment

Nel corso della discussione ampio spazio è stato riservato al mondo gaming e al mondo dell'intrattenimento in senso più generico. Direttamente interpellato in merito, il CEO di NVIDIA ha confermato che l'azienda è ancora impegnata nell'ambito videludico aggiungendo a ciò l'avvertenza a non travisare il senso di un evento come GPU Technology Conference: si è trattato di una conferenza appositamente indirizzata agli sviluppatori che lavorano con il GPU Computing ed in genere a quella schiera di professionisti che vedono il GPU Computing come una efficace soluzione per una serie di problemi. Semplicemente il GTC non è stato un evento rivolto al mondo dei videogiochi. A tal proposito l'azienda di Santa Clara ha già in programma, a data da definirsi, un altro evento entro la fine dell'anno, per celebrare il lancio della nuova serie di schede GeForce basate su architettura Fermi.

Riguardo al mondo videoludico Mr. Huang sostiene che il mondo del gaming su PC sia ancora in crescita. Suffraga la sua posizione con una serie di elementi, innanzitutto cita una larga fetta del pubblico, rappresentata dai teenager, che trascorre molto più tempo al PC. In secondo luogo commenta la continua crescita del pubblico di giochi MMORPG (World of Warcraft su tutti) che è inoltre il genere di videogiochi che va per la maggiore nel continente cinese, un mercato che è in espansione. Vede inoltre una crescita dei cosiddetti casual gamers, in particolare di coloro i quali giocano ai cosiddetti browser games (Travian, OGame, Quake Live!, giusto per fare qualche esempio), e che pertanto sono su PC.

Jen-Hsun Huang ha poi confermato l'importanza delle API Direct X, riferendosi in particolare alle applicazioni già esistenti basate su Direct X. Egli sottolinea infatti come l'introduzione delle novità, come ad esempio una nuova architettura, non possono prescindere da ciò che c'è di esistente: un nuovo prodotto deve aver a che fare con il passato e deve essere in grado di non avere problemi con ciò che esiste da prima di lui. E porta ad esempio l'iPhone: "fa un sacco di cose, e un sacco di cose nuove....ma puoi sempre telefonare. Sarebbe folle, altrimenti". Di contro è convinto che ci vorrà ancora molto tempo prima che il raytracing possa essere opportunamente impiegato per la realizzazione di videogiochi, in quanto la fedeltà di immagini, sebbene rappresenti un elemento di rilievo nei videogiochi, non è comunque l'elemento più importante. E' però convinto che il raytracing interattivo diverrà piuttosto importante per altre applicazioni, soprattutto nel campo delle moderne arti, e che il GPU computing potrà rappresentare un ruolo chiave in questo contesto, permettendo in pochi minuti il rendering di immagini che attualmente richiederebbero ore.

La stereoscopia è invece un aspetto per il quale Mr. Huang è assolutamente convinto entrerà presto nella maggior parte delle case. Secondo il CEO di NVIDIA fra qualche tempo non avere un sistema che permetta di fruire della stereoscopia 3D sarà come non avere SLI oggi. E fa un parallelismo: al debutto di SLI tutti criticarano NVIDIA dicendo che era troppo potente e non serviva a niente, ma adesso lo sfruttano tutti. E richiama ancora una volta World of Warcraft: "immaginate di giocare a WoW in stereoscopia...è fantastico! Ti ritrovi dentro il mondo, l'esperienza d'uso non può che migliorare". Conferma inoltre che le tecnologie steroscopiche saranno supportate da tutte le GPU NVIDIA a venire e lascia aperta la possibilità (senza smentire e senza confermare) che Fermi venga utilizzata per la realizzazione di una console di gioco, magari con funzionalità stereoscopiche. E sulla necessità di trovare uno standard comune per le tecnologie di visualizzazione steroscopica Huang afferma che è sicuramente una strada da dover imboccare, ma che all'inizio è molto difficile poter decidere quale tecnologia sia migliore rispetto ad un'altra e pertanto è meglio avere più opzioni in modo che il pubblico sia in grado di scegliere liberamente ed orientarsi verso ciò che è ritenuto più valido. E riguardo alle soluzioni multi-display ha commentato, laconico: "sono solamente più display in due dimensioni".

Parlando più genericamente del mondo dell'entertainment, Jen-Hsun Huang ha confermato il proprio acceso interesse alla TV "del futuro", intendendo con questo sia la TV stereoscopica, sia l'internet TV. Secondo Huang sarà molto importante offrire al pubblico la possibilità di accedere ovunque alla tv in alta definizione e che nel futuro non troppo lontano la TV sarà trasmessa via Internet. Ed è anche con questo scopo che l'azienda californiana lavora al progetto Tegra: una soluzione a basso consumo, per piccoli dispositivi e in grado di supportare l'alta definizione. "L'abbiamo costruita apposta" dice Huang.

A margine

In conclusione uno sguardo al passato ed uno al futuro. Nel primo caso Jen-Hsun Huang si sofferma a commentare la vicenda delle GPU difettose: interrogato sulle evoluzioni della vicenda il CEO di NVIDIA ha confermato di essere in ottimi rapporti con i partner OEM, sottolineando come siano stati spesi 119,1 milioni di dollari per porre rimedio al problema, semplicemente perchè NVIDIA ha ritenuto che non si trattasse di un problema degli OEM. "Il pubblico ci vede come una grande azienda con enormi risorse e si aspetta che, quando accade, impieghiamo queste risorse per risolvere un problema".

Riguardo al futuro, invece, una previsione di come sarà il mercato fra cinque anni: Huang vede interessanti tassi di crescita per tutte le soluzioni parallel computing e per le soluzioni mobile computing, mentre invece afferma che, in termini di revenue, il computing tradizionale resterà piatto: "Aumenteranno i volumi ma al contempo diminuiranno i prezzi, e fra cinque anni il PC rappresenterà non più della metà del nostro business".

113 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
atomo3712 Ottobre 2009, 10:39 #1
è stato carino a scambiare 4 chiacchiere "con noi" ma tutti sappiamo quello che volevamo sapere e non ci ha detto
esilarato12 Ottobre 2009, 10:41 #2
lo SLI oggi lo sfruttano tutti?beh Io no .. e n ncredo di esere l'unico ... che cazzata!
halduemilauno12 Ottobre 2009, 10:51 #3
Nel corso della discussione ampio spazio è stato riservato al mondo gaming e al mondo dell'intrattenimento in senso più generico. Direttamente interpellato in merito, il CEO di NVIDIA ha confermato che l'azienda è ancora impegnata nell'ambito videludico aggiungendo a ciò l'avvertenza a non travisare il senso di un evento come GPU Technology Conference: si è trattato di una conferenza appositamente indirizzata agli sviluppatori che lavorano con il GPU Computing ed in genere a quella schiera di professionisti che vedono il GPU Computing come una efficace soluzione per una serie di problemi. Semplicemente il GTC non è stato un evento rivolto al mondo dei videogiochi. A tal proposito l'azienda di Santa Clara ha già in programma, a data da definirsi, un altro evento entro la fine dell'anno, per celebrare il lancio della nuova serie di schede GeForce basate su architettura Fermi.

essendo un martedi l'ultimo utile è il primo dicembre.
Motenai7812 Ottobre 2009, 10:52 #4
uhmm il futuro nella stereoscopia: io ci fò poco, che con un occchio "pigro"* gli effetti 3D in genere mi arrivano piuttosto blandi.
Chissà quanta gente esiste con sto problema (certo non in numero sufficente da influenzare il mercato ^^).

*occhio che nasce con minor capacità visiva, ed il cervello, in fase di crescita, ha messo in secondo piano: in sostanza ho un angolo visivo minore (il destro và tipo "coda dell'occhio sinistro", ed in più la pecezione del 3d è ridotta

@esilerando: vero, penso che lo SLI non superi lo 1% del mercato xD ed anche se fosse il 25% certo non è come l'ha messa lui.
Capozz12 Ottobre 2009, 10:52 #5
Secondo il CEO di NVIDIA fra qualche tempo non avere un sistema che permetta di fruire della stereoscopia 3D sarà come non avere SLI oggi


In pratica ha ammesso che non serve a un cavolo ?
g.luca86x12 Ottobre 2009, 10:55 #6
"Secondo il CEO di NVIDIA fra qualche tempo non avere un sistema che permetta di fruire della stereoscopia 3D sarà come non avere SLI oggi"

chi non ha due schede nvidia nel case, oggi, in sli? perfino nei pc da centro commerciale ci sono due 9400gt in sli, ovvio, no? Ma quando parla di innovazione, retrocompatibilità ecc il ceo di nvidia si rende conto di aver affossato praticamente le dx10.1 (all'interno del già misero sviluppo dx10) perchè il loro hardware non lo supportava?

Inoltre lavorano su fermi da 4 anni: e perchè si è ancora in ritardo così mostruoso? Ati non ci lavora mica da 4 anni alle hd5000...

Inoltre qualcuno gli ha fatto notare che dire di star lavorando a fermi da 4 anni, dopo aver presentato un fake alla propria conferenza non è il massimo della vita?

Oltretutto enfatizza la stereoscopia ma ricordo di test effettuati, forse qui su hwupgrade, che indicavano che dopo già 15minuti di gioco cominciano a dar fastidio gli ochhi e roba simile: hanno degli oculisti nello staff o credono che il cervello umano sia un semplice ammasso di mos che qualsiasi cosa gli dai in pasto attraverso gli occhi lo ricostruisce senza colpo ferire?
goldorak12 Ottobre 2009, 11:03 #7
La parte piu' interessante dell'intervista e' la conclusione :

Riguardo al futuro, invece, una previsione di come sarà il mercato fra cinque anni: Huang vede interessanti tassi di crescita per tutte le soluzioni parallel computing e per le soluzioni mobile computing, mentre invece afferma che, in termini di revenue, il computing tradizionale resterà piatto: "Aumenteranno i volumi ma al contempo diminuiranno i prezzi, e fra cinque anni il PC rappresenterà non più della metà del nostro business"


Se lo dice il CEO di Nvidia possiamo metterci l'anima in pace. I giorni di Nvidia come azienda il cui core business e' la produzione di schede grafiche dedicate per gamers sta per finire, certo non nell'immediato ma l'annuncio e' ormai sul muro. L'azienda non fallira' ma il suo focus sara' il mercato delle Quadro, Tesla, Tegra ed Ion.
Hanno fatto malissimo secondo me a non volersi integrare o con Intel o con AMD. Perche' poco a poco vengono tagliati fuori dal mercato pc (il settore chipset e' ormai saltato) per via dell'integrazione sempre piu' spinta tra cpu e gpu da parte di Intel e AMD.
Caridorc12 Ottobre 2009, 11:09 #8

Caro CEO...Sei un buffone

La visione di Intel, sempre per le parole del fondatore di NVIDIA, è quella secondo la quale ogni singolo componente presente in un PC che non sia di sua proprietà è da ritenersi un nemico e che ogni nemico debba essere tolto di mezzo. Mr. Huang lo definisce "un gioco a somma zero": se tu vinci, io perdo. NVIDIA però ritiene che la creazione di nuovi ambiti di applicazione, che possano aprire il mercato e dare vita a nuove opportunità sia molto più interessante di un gioco a somma zero


Che dire allora della vicenda di qualche giorno fa in cui leggevamo delle mosse di NVIDIA per impedire di usare una scheda NVIDIA più una ATI in Windows 7? NVIDIA ha fatto i nuovi driver in modo che se rilevano una scheda non NVIDIA si blocchi il PhysX...ma per favore...

http://www.hwupgrade.it/news/skvide...lido_30322.html
supersalam12 Ottobre 2009, 11:15 #9
Originariamente inviato da: Motenai78
uhmm il futuro nella stereoscopia: io ci fò poco, che con un occchio "pigro"* gli effetti 3D in genere mi arrivano piuttosto blandi.
Chissà quanta gente esiste con sto problema (certo non in numero sufficente da influenzare il mercato ^^).

*occhio che nasce con minor capacità visiva, ed il cervello, in fase di crescita, ha messo in secondo piano: in sostanza ho un angolo visivo minore (il destro và tipo "coda dell'occhio sinistro", ed in più la pecezione del 3d è ridotta

@esilerando: vero, penso che lo SLI non superi lo 1% del mercato xD ed anche se fosse il 25% certo non è come l'ha messa lui.


Anch'io ho l'occhio pigro , anche se non di molto.
homero12 Ottobre 2009, 11:25 #10
hwupgrade si è trasformato in nvidiaupgrade


stando ai fatti:

1. nvidia non ha la GPU piu' potente sulla piazza nè la piu' economica

2. nvidia non ha piu' chipset per motherboard

3. nvidia con tyger e ion sta cercando di entrare nel mercato mobile ma ha quote di mercato risibili

4. il direct computing è utilizzato da uno 0.qualcosa% dei software

5. nvidia non ha schede directx11, physicX e cuda sono standard proprietari che non riesce ad imporre.

6. se avessi azioni nvidia le venderei subito...


Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^