I brand di maggior valore del panorama IT

I brand di maggior valore del panorama IT

Interbrand pubblica l'annuale classifica Best Global Brand, nella quale vengono elencati i 100 marchi di maggior valore del panorama internazionale. Più di un quarto sono aziende che operano nel panorama IT

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Mercato
 

La classifica

Vediamo di seguito l'intera classifica Best Global Brands 2010: abbiamo messo in evidenza le aziende attive nel campo tecnologico, le uniche che osserveremo un po' più da vicino in seguito. Se ne contano 26, che rappresentano così più di un quarto dell'intera classifica.

1 Coca-Cola - 70,452 $m 21 H&M - 16,136 $m 41 Dell - 8,880 $m 61 Sprite - 5,777 $m 81 Shell - 4,003 $m
2 IBM - 64,727 $m 22 Oracle - 14,881 $m 42 Philips - 8,696 $m 62 Adidas - 5,495 $m 82 VISA - 3,998 $m
3 Microsoft - 60,895 $m 23 Pepsi - 14,061 $m 43 EBAY - 8,453 $m 63 Audi - 5,461 $m 83 Pizza Hut - 3,973 $m
4 Google - 43,557 $m 24 American Express - 13,944 $m 44 Gucci - 8,346 $m 64 AVON - 5,072 $m 84 GAP - 3,961 $m
5 GE - 42,808 $m 25 Nike - 13,706 $m 45 L'Oréal - 7,981 $m 65 Hyundai - 5,033 $m 85 Corona - 3,847 $m
6 McDonald's - 33,578 $m 26 SAP - 12,756 $m 46 Heinz - 7,534 $m 66 Yahoo! - 4,958 $m 86 UBS - 3,812 $m
7 Intel - 32,015 $m 27 Nescafé - 12,753 $m 47 Accenture - 7,481 $m 67 Allianz - 4,904 $m 87 NIVEA - 3,734 $m
8

Nokia - 29,495 $m

28 IKEA - 12,487 $m 48 ZARA - 7,468 $m 68 Santander - 4,846 $m 88 Adobe - 3,626 $m
9 Disney - 28,731 $m 29 J.P. Morgan - 29,314 $m 48 Siemens - 7,315 $m 69 Hermés - 4,782 $m 89 Smirnoff - 3,624 $m
10 HP - 26,867 $m 30 Budweiser - 12,252 $m 50 Ford - 7,195 $m 70 Caterpillar - 4,704 $m 90 3M - 3,586 $m
11 Toyota - 26,192 $m 31 UPS - 11,826 $m 51 Colgate - 6,919 $m 71 Kleenex - 4,536 $m 91 Ferrari - 3,562 $m
12 Mercedes-Benz - 25,179 $m 32 HSBC - 11,561 $m 52 Morgan Stanley - 6,911 $m 72 Porsche - 4,404 $m 92 Johnnie Walker - 3,557 $m
13 Gillette - 23,298 $m 33 Canon - 11,485 $m 53 Volkswagen - 6,892 $m 73 Panasonic - 4,351 $m 93 Heineken - 3,516 $m
14 Cisco - 23,219 $m 34 Sony - 11,356 $m 54 Blackberry - 6,762 $m 74 Barclays - 4,218 $m 94 Zurich 3,496 $m
15 BMW - 22,322 $m 35 Kellog's - 11,041 $m 55 MTV - 6,719 $m 75 Johnson&Johnson - 4,115 $m 95 Armani - 3,443 $m
16 Louis Vuitton - 21,860 $m 36 Amazon.com - 9,665 $m 56 AXA - 6,694 $m 76 Tiffany&Co. - 4,127 $m 96 Lancòme - 3,403 $m
17 Apple - 21,143 $m 37 Goldman Sachs - 9,372 $m 57 Nestlé - 6,548 $m 77 Cartier - 4,052 $m 97 Starbucks - 3,339 $m
18 Marlboro - 19,961 $m 38 Nintendo 8,990 $m 58 Danone - 6,363 $m 78 Jack Daniel's - 4,036 $m 98 Harley-Davison - 3,281 $m
19 Samsung- 19,491 $m 39 Thomson Reuters - 8,976 $m 59 Xerox - 6,109 $m 79 Moét&Chandon - 4,021 $m 99 Campbell's - 3,241 $m
20 Honda - 18,506 $m 40 Citi - 8,887 $m 60 KFC - 5,844 $m 80 Credit Suisse 4,010 $m

100

Burberry - 3,110 $m

E' interessante notare che nelle prime dieci posizioni sono ben sei le aziende che operano sul mercato IT, in ordine: IBM, Microsoft, Google, Intel, Nokia e HP. IBM occupa il secondo posto della classifica generale (superata solo da Coca Cola, il cui valore del marchio è quantificato in 70 miliardi di dollari), ma è la prima delle aziende tecnologiche presenti in lista. Secondo le valutazioni condotte da Interbrand, il marchio IBM vale 64,7 miliardi di dollari.

Questo è quanto si legge a proposito di IBM:

"IBM ha compiuto 108 acquisizioni strategiche nel corso degli ultimi nove anni per rafforzare la propria proposta e proseguire l'evoluzione omogena dall'hardware ai servizi alla knowledge economy all'innovazione. Attraverso questo percorso la compagnia ha più di una volta reinventato se stessa, facendo un grande lavoro di anticipazione delle aree di crescita, alta profittabilità e creazione di valore. Oggi IBM aiuta i clienti a raggiungere flessibilità e vantaggio competitivo per aver successo nell'economia moderna. Il proprio focus sulle economie emergenti permette alla compagnia di agguantare una crescita a doppia cifra fornendo l'infrastruttura che i clienti richiedono."

Alle spalle di IBM troviamo Microsoft, con un valore del brand quantificato in 60,9 miliardi, a non molte lunghezze da Big Blue. Più indietro invece è Google, al quarto posto della classifica globale, che però risulta essere l'azienda tecnologica a registrare la seconda miglior crescita nel valore del proprio marchio arrivando, con un +35%, a 43,6 miliardi di dollari. In termini di crescita del valore del marchio a fare meglio c'è solamente Apple (alla17esima posizione nella classifica globale) con un +37% ed un valore del marchio pari a 21,1 miliardi di dollari.

Il valore del marchio Intel, settima in classifica globale e quarta tra le tecnologiche, è quantificato in 32 miliardi di dollari, un incremento del 4% rispetto allo scorso anno che permette al colosso di Santa Clara di scalare un paio di posizioni. Interessante anche in questo caso leggere il commento di Interbrand:

"In un anno che ha visto numerose compagnie fare qualche passo indietro, Intel è rimasta al passo impiegando miliardi di dollari per la costruzione di nuove fabbirche e l'aggiornamento delle esistenti, che ha accelerato il lancio di nuovi processori. Ha cercato di espandere il proprio business in due direzioni: muovendosi oltre il mercato PC e server, con il lancio di processori per ogni dispositivo, dal telefono alla smat TV, e creando modi per aiturare i propri partner ad espandere il loro business tramite un app store e la creazione di un programma per lo sviluppo di applicazioni".

Presenza consapevole sul mercato e reattività al cambiamento: sono due elementi strategici nel mercato moderno, che permettono alle realtà capaci di seguire queste due direttive di costruire un dinamismo commerciale che consente loro di mantenere il valore del proprio brand ad alti livelli.

 
^