Auto elettriche, Smart Cities ed energia all'e-mobility day

Auto elettriche, Smart Cities ed energia all'e-mobility day

Auto elettriche, Smart Cities, reti intelligenti. Di questo e di altro ancora si è parlato all'e-mobility day di Milano, occasione per sentire il parere di Siemens, Enel e Mercedes sui temi green e sulle soluzioni per un mondo sempre più attento al consumo sostenibile di risorse

di Alessandro Bordin pubblicato il nel canale Mercato
 

Operation Center

L'Operation Center si compone di fatto in tre macro-moduli funzionali: Power Grid Control, Infrastructure Management e Contract and Services. Ognuno di questi elementi ha richiesto un partner attivo nel campo dell'IT o comunque con una forte presenza nel mondo dell'elettronica e nelle telecomunicazioni, tanto da giustificare la presenza di Siemens di fianco a nomi come Enel e Mercedes che evocano ben altri scenari.

Il modulo Power Grid Control gestisce a livello fisico l'erogazione dell'energia prevedendo il supporto a al multi - Distribution System Operator (di base, allargare la compatibilità di tutti i parametri al maggior numero possibile di auto interfacciabili alla rete). Questo modulo si fa carico, inoltre, di gestire il dialogo a basso livello delle esigenze delle auto elettriche e ibride, al fine di stabilire il giusto flusso di erogazione in base alla risposta in arrivo dall'auto. Si tratta quindi di una prima enorme differenza rispetto all'approvvigionamento di carburante classico, in quanto vi è una comunicazione bidirezionale fra i due elementi interessati. Si sentirà parlare spesso del dialogo automobile - grid (V2G, Vehicle to Grid), proprio per sottolineare questa caratteristica.

Infrastructure Manager può essere considerato il modulo che troviamo al passo successivo, in grado di gestire più unità di ricarica, tenere sotto controllo i singoli punti - colonnine, unito a tutto un sistema di diagnostica in grado di trovare e risolvere problemi nel più breve tempo possibile.

Chiude il tutto il modulo dell'Operation Center chiamato Contracts and Services. In parole povere la gestione delle bollette e dei pagamenti, che avverranno attraverso contratti e un sistema di autenticazione via RFID, che permetterà di rifornirsi nel maggior numero di punti possibili, anche in Europa. Oltre a questo verranno presi in carico tutti i dati a fini statistici e di report, per ottimizzare e migliorare i servizi del futuro. Si tratta di un lavoro decisamente impegnativo che coinvolge centri di calcolo, ingegneri hardware e software, uniti per la realizzazione di una vera e propria rete distributiva di energia elettrica, la cui realizzazione ha ovviamente coinvolto Enel in quanto principale fornitore nostrano.

In quesa immagine si può notare come tutta la rete sia sotto controllo attraverso un browser web, ovviamente da parte degli operatori dell'Operation Center. Si possono visualizzare i singoli punti su una mappa, avere una visione a colpo d'occhio sui kWh erogati, le ricariche effettuate e i Kg di CO2 risparmiati.

[HWUVIDEO="836"]L'auto elettrica del futuro fra Siemens, Smart e ENEL[/HWUVIDEO]

 
^