Epson Business Council: le microimprese, la tecnologia e l'innovazione

Epson Business Council: le microimprese, la tecnologia e l'innovazione

In una realtà economica come quella italiana, dove le microimprese costituiscono il 99% del tessuto produttivo, l'innovazione e la tecnologia sono elementi fondamentali per coltivare la strada della crescita

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Mercato
Epson
 

Introduzione

E' un dato che ormai viene sottointeso, ma è bene ribadirlo: l'economia italiana è pressoché interamente costituita di piccole imprese e microimprese che rappresentano il 99% circa del totale delle imprese presenti sul territorio. Piccole imprese e micro imprese si troveranno a giocare un ruolo chiave per traghettare l'economia al di fuori dalla crisi, dovendo reinnescare la domanda, i consumi, il reddito. E, in questo, la tecnologia è uno strumento imprescindibile per poter percorrere la strada dell'innovazione.

Ma qual'è il rapporto che le microimprese e le piccole imprese hanno con la tecnologia? E' a tal proposito che Epson ha commissionato a Coleman Parkes, società di ricerca indipendente, una ricerca tra 1250 microimprese sul europeo, per meglio comprendere le necessità che le microimprese hanno e le sfide che si trovano ad affrontare. I dati raccolti dalla ricerca permettono così di confrontare le attitudini delle microimprese italiane con quelle delle altre economie europee.

Nel campione, spiega Davide di Scioscio, Business Manager prodotti per l’ufficio di Epson Italia, sono state prese in esame le aziende composte da 1 a 10 dipendenti e provenienti da cinque paesi: Italia, Spagna, Francia, Germania e Regno Unito. Per ciascun territorio sono stati intervistati i titolari/manager di 250 realtà in accordo con i requisiti citati. I dati sono stati raccolti nel corso del mese di ottobre 2011, mediante un questionario online con domande comuni a tutti i paesi e alcune specifiche. Epson, che ha commissionato il sondaggio, non è mai stata citata durante le interviste.

Il primo dato significativo che emerge dall'indagine è come il web sia un elemento fondamentale per il business delle microimprese italiane: l’89% delle realtà italiane intervistate riferisce di comprare attraverso Internet e ben il 94% utilizza questo strumento per vendere i propri prodotti/servizi.

A tal proposito è interessante approfondire la visione che hanno le microimprese sul tema dell'e-commerce che è visto dall’85% del campione (contro il 59% di quelle del Regno Unito, ad esempio) come un’opportunità: una distonia dovuta probabilmente al fatto che l'Italia ha dinnanzi a sé ancora importanti margini di crescita che delineano un cammino tecnologico che per le microimprese è ancora ricco di sfide da affrontare.

 
^