Bitcoin, è la moneta del futuro?

Bitcoin, è la moneta del futuro?

Prende il via con questo articolo una serie di appuntamenti per affrontare il tema Bitcoin, la nuova moneta elettronica che potrebbe rivoluzionare il futuro. L'argomento è particolarmente complesso e iniziamo affrontando il nodo più ostico: i principi su cui si basa il sistema ideato da Satoshi Nakamoto nel 2009.

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Mercato
 

Introduzione

Se ne parla da qualche tempo, molti tra gli addetti ai lavori conoscono bene l'argomento mentre il pubblico più ampio ne è per lo più ignaro o ha solo frammentariamente raccolto qualche informazione o aneddoto su di essi. Stiamo parlando dei Bitcoin, una nuova forma di moneta elettronica che negli anni a venire potrebbe rivoluzionare il sistema monetario internazionale.

Rispondere alla domanda "che cosa sono i bitcoin" non è per nulla semplice. Possiamo partire da una prima nozione generale: i bitcoin sono l'equivalente digitale della moneta contante, ma con una importante differenza rappresentata dall'assenza di una autorità centrale che li garantisca e che li emetta. Caratteristica peculiare dei bitcoin, infatti, sta nel loro sistema di gestione "distribuito" che permette (data l'assenza di autorità centrali ed intermediari) di effettuare transazioni dirette e non reversibili tra due parti.

L'assenza di un'autorità che controlli l'emissione di moneta e l'assenza di un intermediario tramite il quale effettuare pagamenti ha inoltre altri effetti come ad esempio l'abbattimento dei costi di transazione e l'assenza di meccanismi inflazionistici, o ancora un maggior grado di riservatezza, privacy e anonimato sulle transazioni effettuate. I bitcoin possono già essere utilizzati come valore di scambio per acquistare beni o servizi.

L'argomento Bitcoin è molto articolato e complesso, motivo per cui cercheremo di affrontarlo mediante una trattazione a puntate. Partiremo dal nodo più ostico presentando quali siano i motivi che hanno spinto alla creazione del sistema, cercando inoltre di spiegare il suo principio di funzionamento. Nei prossimi appuntamenti affronteremo l'argomento un po' più nel concreto, spiegando quali siano i presupposti per poter utilizzare il sistema, affrontando il tema del "mining" (semplificando: l'attività che permette di generare bitcoin), osservando l'economia ad essi legata e provando a capire i pro e i contro di un sistema tanto futuristico quanto semplice.

Come sia organizzata questa rete distribuita e come sia tecnologicamente possibile operare una transazione diretta, non reversibile e garantita tra due parti sarà argomento dell'articolo odierno.

 
^