Ancora Apple ai vertici dei brand di maggior valore

Ancora Apple ai vertici dei brand di maggior valore

Apple per il secondo anno consecutivo è il marchio di maggior valore, in un anno che Interbrand definisce come l'avvio di una nuova era: l'Age of You. Tra gli altri si distingue Facebook, il cui marchio cresce in valore dell'86%

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Mercato
Apple
 

La classifica Best Global Brands 2014

I criteri definiti da Interbrand, che abbiamo approfondito nelle pagine precedenti, hanno consentito alla società di consulenza e analisi di stilare la classifica che riportiamo poco sotto: si tratta dei primi cento marchi globali ordinati in ordine decrescente per valore. Nella tabella sono inclusi i marchi di ogni genere di settore merceologico, e abbiamo evidenziato in grassetto quelli appartenenti al mondo della tecnologia.

Nell'intera classifica i marchi legati al mondo tecnologico sono 25, ovver un quarto sul totale: resta invariata la proporzione già riscontrata l'anno precedente, anche se varia leggermente la composizione del gruppo tecnologico con la scomparsa dalla top-100 di Dell e con l'ingresso di Huawei.

Se osserviamo le prime dieci posizioni troviamo una proporzione del 50% con cinque marchi su dieci che appartengono al panorama tecnologico, con ben 4 di essi nella top-5. La proporzione del 50% viene mantenuta anche allargando l'analisi ai primi venti posti della classifica con 10 brand della tecnologia

1 Apple - 118,863 $m 21 H&M - 21,083 $m 41 Gucci - 10,385 $m 61 Caterpillar - 6,812 $m 81 DHL - 5,084 $m
2 Google - 107,439 $m 22 Nike - 19,875 $m 42 Philips - 10,264 $m 62 Xerox - 6,641 $m 82 Chevrolet - 5,036 $m
3 CocaCola - 81,563 $m 23 American Express - 19,510 $m 43 L'Oréal - 10,162 $m 63 Morgan Stanley - 6,334 $m 83 Ralph Lauren - 4,979 $m
4 IBM - 72,244 $m 24 Pepsi - 19,119 $m 44 Accenture - 9,882 $m 64 Panasonic - 6,303 $m 84 Duracell - 4,935 $m
5 Microsoft - 61,154 $m 25 SAP - 17,340 $m 45 Audi - 9,831 $m 65 Shell - 6,288 $m 85 Jack Daniel's - 4,884 $m
6 GE - 45,480 $m 26 IKEA - 15,885 $m 46 Hermès - 8,977 $m 66 3M - 6,177 $m 86 Johnnie Walker - 4,842 $m
7 Samsung - 45,462 $m 27 UPS - 14,470 $m 47 Goldman Sachs - 8,758 $m 67 Discovery - 6,143 $m 87 Harley Davidson - 4,772 $m
8

Toyota - 42,392 $m

28 Ebay - 14,358 $m 48 Citi - 8,737 $m 68 KFC - 6,059 $m 88 MasterCard - 4,758 $m
9 McDonald - 42,254 $m 29 Facebook - 14,349 $m 48 Siemens - 8,672 $m 69 VISA - 5,998 $m 89 Kleenex - 4,643 $m
10 Mercedes-Benz - 34,338 $m 30 Pampers - 14,078 $m 50 Colgate - 8,215 $m 70 Prada - 5,977 $m 90 Smirnoff - 4,609 $m
11 BMW - 34,214 $m 31 Volkswagen - 13,716 $m 51 Danone - 8,205 $m 71 Tiffany&Co. - 5,936 $m 91 Land Rover - 4,473 $m
12 Intel - 34,153 $m 32 Kellogg's - 13,442 $m 52 Sony - 8,133 $m 72 Sprite - 5,646 $m 92 FedEx - 4,414 $m
13 Disney - 32,223 $m 33 HSBC - 13,142 $m 53 Axa - 8,120 $m 73 Burberry - 5,594 $m 93 Corona - 4,387 $m
14 Cisco - 30,936 $m 34 Budweiser - 13,024 $m 54 Nestlé - 8,000 $m 74 KIA - 5,396 $m 94 Huawei - 4,313 $m
15 Amazon - 29,478 $m 35 J.P.Morgan - 12,456 $m 55 Allianz - 7,702 $m 75 Santander - 5,382 $m 95 Heineken - 4,221 $m
16 Oracle - 25,980 $m 36 Zara - 12,126 $m 56 Nissan - 7,623 $m 76 Starbucks - 5,382 $m 96 Pizza Hut - 4,196 $m
17 HP - 23,758 $m 37 Canon - 11,702 $m 57 Thomson Reuters - 7,472 $m 77 Adobe - 5,333 $m 97 Boss - 4,143 $m
18 Gillette - 22,845 $m 38 Nescafé - 11,406 $m 58 Cartier - 7,449 $m 78 Johnson&Johnson - 5,194 $m 98 Nokia - 4,138 $m
19 Louis Vuitton - 22,552 $m 39 Ford - 10,876 $m 59 Adidas - 7,378 $m 79 John Deere - 5,124 $m 99 Gap - 4,122 $m
20 Honda - 21,673 $m 40 Hyundai - 10,409 $m 60 Porsche - 7,171 $m 80 MTV - 5,102 $m

100

Nintendo - 4,103 $m

Particolarmente degni di nota sono il gruppo di marchi che Interbrand chiama GAFA, acronimo che sta per Google, Amazon, Facebook ed Apple, i quali tra l'altro sono i quattro marchi della tecnologia che più crescono in valore rispetto alla classifica dell'anno precedente ( Google +15%, Amazon +25%, Apple +21% e Facebook con un impressionante +86%).

Interbrand riserva particolare attenzione a questo gruppo di brand poiché sebbene ciascuna delle rispettive aziende abbia originariamente iniziato la propria avventura in un ambito molto specializzato (per esempio si pensi all'Amazon delle origini come libreria on-line), tutte hanno dato prova di come la progettazione di esperienze desiderabili consenta ad una compagnia di estendersi con profitto tra vari settori. I brand GAFA sono inoltre accomunati da un elemento distintivo: un login che offre l'accesso ad un ecosistema personalizzato di offerte all'interno di un singolo spazio identificato da un solo brand.

Sebbene poi vi siano una serie di marchi che vedono il proprio valore in calo rispetto alle valutazioni dello scorso anno (IBM, Intel, HP tutti con una flessione dell'8%), ve ne sono due in particolare che subiscono una vera e propria batosta: Nokia, con un marchio che perde il 44% del suo valore, e Nintendo, che perde il 33%. Il brand Nokia, del resto, è destinato a scomparire, mentre il brand Nintendo continua a mostrare una certa riluttanza a sapersi adattare alle nuove sfide del mercato, continuando sulla strada di un modello di business che ha avuto successo in passato.

 
^