Netgear RangeMax: aspettando i nuovi standard

Netgear RangeMax: aspettando i nuovi standard

Netgear ha presentato una nuova serie di prodotti wireless che utilizzando tecnologie MIMO promettono di offrire collegamenti a lunga distanza più efficaci. Alla base dei prodotti RangeMax vi è la tecnologia BeamFlex, basata sulla gestione intelligente di 7 antenne

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale Periferiche
 

Analisi delle prestazioni - velocità di trasferimento reale

Scenario 1 - Trasferimento tra un pc desktop connesso via ethernet all'access point/switch e un notebook equipaggiato con scheda Netgear Rangemax

Quello appena descritto è lo scenario ideale, in tale situazione le tecnologie MIMO offrono un considerevole boost rispetto alle connessioni 802.11g, anche se la differenza di prestazioni offerte tra uplink e downlink è decisamente elevata.

Scenario 2 - Trasferimento da un pc desktop connesso via ethernet all'access point/switch ad un notebook equipaggiato con scheda Netgear Rangemax, contemporaneamente un'altro notebook connesso via cavo allo switch trasferisce al portatile Rangemax un archivio di dati

Lo scenario appena descritto aiuta a comprendere quale sia la differenza tra il "caso ideale" (scenario 1) e un caso reale in cui il router è chiamato a gestire più collegamenti contemporanei sia wireless che cablati. Nel caso specifico inoltre l'unico link wireless è utilizzato per effettuare più trsferimenti contemporanei.


Scenario 3
- Trasferimento da un pc desktop connesso via ethernet all'access point/switch ad un notebook equipaggiato con scheda Netgear Rangemax, contemporaneamente un'altro notebook connesso in wireless all' AP trasferisce al pc fisso un archivio di dati

Questo scenario evidenzia la situazione in cui vi siano due collegamenti wireless contemporaneamente gestiti dal WPN24.

Scenario 4 - Trasferimento tra un notebook connesso all'AP in wireless 802.11g ed un portatile dotato di scheda Rangemax di un archivio di dati, contemporaneamente il portatile con Rangemax trasferisce ad un pc fisso connesso alo switch un archivio

In questo scenario l'access point è chiamato a gestire un duplice link e come nel caso precedente solo uno dei due collegamenti wireless è RangeMax, si nota in modo evidente quale sia il divario di prestazioni tra una connessione 802.11g e una MIMO. Di fatto in questo scenario l'access point deve gestire 3 flussi di dati su connessione wireless.

Scenario 5 - Trasferimento da un pc desktop e da un notebook, connessi entrambi in wireless ieee 802.11g all'access point Netgear Rangemax, di un archivio di dati verso un notebook equipaggiato con scheda Rangemax. Abbiamo rieffettuato la prova dello scenario 1 valutando l'incidenza delle tecnologie Extended Range (XR) e Adaptive Radio (AR) ai fini del throughput.
I dati rilevati sono quelli presenti nel grafico seguente.


Se l'abilitazione della tecnologia XR praticamente non incide ai fini della velocità del collegamento, bisogna però rilevare che con Adaptive Radio attivo le prestazioni calano sensibilmente. La documentazione Atheros parla di 40Mbps garantiti in presenza di altri link su canali adiacenti, ma i nostri test hanno rilevato valori decisamente meno positivi.

Al fine di offrire una visione il più possibile completa abbiamo sostituito i client Rangemax con dispositivi Linksys SRX (true MIMO) e 802.11g "legacy"; questa vuole fornire precise indicazioni in merito all'interoperabilità tra sistemi standard e dispositivi rispondenti a pre-standard che a tutti gli effetti utilizzano tecnologie proprietarie.


Si può chiaramente osservare come la velocità in downlink sia effettivamente ridotta rispetto al caso ideale costituito dall'uso di soli dispositivi Rangemax, anche se si può osservare l'umento del valore relativo all' uplink.
L'interpretazione di questo risultato non è certo semplice e forse si può ricondurre alla semplice giovinezza delle tecnologie Rangemax, i margini di miglioramento lato software sono decisamente ampi.

 
^