Kroll Ontrack e la necessità di cancellare i dati

Kroll Ontrack e la necessità di cancellare i dati

Un incontro con Kroll Ontrack ci permette di analizzare da vicino una problematica sempre più sentita, ovvero la cancellazione sicura dei dati, portata all'attenzione di un pubblico sempre maggiore a causa di una modifica al Decreto Legislativo 196/03. Cerchiamo di capirci qualcosa in più.

di Alessandro Bordin pubblicato il nel canale Periferiche
 

Il futuro imminente: cancellazione sicura di dispositivi mobile

L'avvento degli smartphone e la loro conseguente diffusione ha di fatto esteso le potenzialità tipiche dei PC, in alcune situazioni, direttamente alle tasche degli utilizzatori. Impegni, calendari, rubriche e via dicendo possono di fatto costituire un pericolo, qualora finissero nelle mani sbagliate. Si pensi al portafoglio clienti, per esempio, oppure a numeri di telefono particolarmente delicati o difficili da ottenere al di fuori dell'ambito lavorativo.

Lo smartphone è, di fatto, un prolungamento del proprio PC. Pur non essendo ancora contemplati nella normativa del garante, lo smartphone necessita in altri Paesi degli stessi trattamenti di cancellazione sicura che interessano le macchine tradizionali, motivo per cui, da gennaio, Kroll Ontrack metterà a disposizione una soluzione ad-hoc anche nel nostro paese, per mezzo di un servizio che andremo a spiegare.

Ontrack Eraser Mobile, più che un software, è un servizio gestito dall'azienda che lo propone e dispone di differenti tipologie di gestione, in base alle dimensioni del parco macchine del cliente o di particolari esigenze espresse. Il numero di telefono viene registrato su un portale, che provvede a inviare un SMS al terminale contenente un applicativo java che rimane invisibile e latente nello smartphone. La rimozione dello script, qualora individuato da utenti particolarmente competenti, comporta l'eliminazione di ogni dato presente nello smartphone.

Una volta che il cellulare è registrato e questo venga smarrito o sottratto, basterà una segnalazione al gestore del servizio per inviare un comando di cancellazione di tutti i contenuti tranne il sistema operativo. Il comando può, a discrezione delle richieste, cancellare sia il contenuto della memoria interna, sia quelli contenuti nella SIM e nelle memorie aggiuntive. Il servizio funziona anche se si cambia la SIM, in quanto il servizio lavora associandosi al codice IMEI, univoco per ogni telefono. In questo caso, ovviamente, i contenuti della SIM originaria non saranno salvati. Vi è da dire però che gli smartphone più recenti tendono a salvare i dati di default nella memoria interna, salvo precise indicazioni dell'utente.

Il servizio, che partirà a gennaio 2010, sarà attivo inizialmente solo per telefoni Nokia (leggi: per sistema operativo Symbian), sebbene siano in corso trattative anche con RIM e Apple per offrire lo stesso servizio anche su queste piattaforme.

 
^