LaCie 2big Network 2, un NAS semplice e gradevole

LaCie 2big Network 2, un NAS semplice e gradevole

I NAS stanno lentamente conquistando i favori anche del pubblico casalingo, complici le esigenze di storage condiviso anche fra le mura domestiche. A questi utenti, così come alle piccole aziende, ha pensato LaCie con il proprio NAS big2 Network 2, una soluzione disponibile nei tagli di 2TB, 3TB e 4TB corredato di software e pannello di configurazione davvero semplici da usare.

di Alessandro Bordin pubblicato il nel canale Periferiche
 

Gestione

Uno dei punti di forza di LaCie 2big Network 2 è oggettivamente la facilità di gestione. Collegando in rete il dispositivo e installando il software di gestione fornito a corredo, il riconoscimento dell'unità avviene in modo completamente automatico. E' richiesto l'inserimento di username e password di amministrazione (indicati nella manualistica ma di facile deduzione per gli utenti abituati a maneggiare apparecchi simili), a cui segue l'accesso al pannello di amministrazione vero e proprio.

Come LaCie ama sottolineare, il punto di forza del pannello di amministrazione si propone di essere molto semplice. La struttura generale prevede l'utilizzo di "widget", ovvero delle piccole finestre cliccabili che danno accesso a differenti funzionalità. Guarderemo insieme quelle di uso più comune, almeno per capire se l'obiettivo di semplicità e immediatezza è stato raggiunto.

Come prima cosa, nel widget General Settings è possibile cambiare la lingua, fra cui è possibile trovare anche l'italiano. Fra le altre impostazioni di carattere generale troviamo data e ora (importanti nel caso si intenda pianificare operazioni automatizzate), così come l'attivazione attraverso semplici spunte dei vari protocolli disponibili.

Un occhiata rapida al widget "Rete" mostra le configurazioni base del NAS, come indirizzo IP, Subnet Mask e configurazione porte.

Passando alla label "avanzate", si apre la possibilità di abilitare altre funzionalità di rete, scendendo in funzionalità che necessitano un minimo di conoscenza in più di quelle base. La traduzione delle voci ci è sembrata accurata, così come l'effettiva semplicità d'uso. Passiamo ora ad analizzare le differenti potenzialità in ambito RAID.

 
^