NVIDIA Fermi, ora anche sul mercato professionale

NVIDIA Fermi, ora anche sul mercato professionale

In occasione del Siggraph NVIDIA ha presentato i tre nuovi modelli che andranno a portare nuova linfa vitale alla famiglia Quadro, la proposta del produttore Californiano al mondo dei professionisti. L'architettura Fermi fa così il debutto anche nel mondo dei professionisti

di Gabriele Burgazzi pubblicato il nel canale Periferiche
NVIDIAQuadro
 

Introduzione

Il Siggraph (acronimo di Special Interest Group on Graphics and Interactive techniques) è il nome della conferenza annuale che si tiene negli Stati Uniti e in Asia dedicata al mondo della computer grafica. Le tematiche affrontate nei giorni della conferenza variano dall'animazione virtuale al rendering grafico: per questo motivo, tra i partecipanti sono presneti non solo aziende specializzate nella realizzazione di lavori di computer-grafica, ma anche società dedicate allo sviluppo di videogiochi e, in generale, tutti i principali anelli da cui è composta l'industria. In questo scenario NVIDIA presenta i tre nuovi modelli che andranno a formare la rinnovata famiglia Quadro, segmento da sempre destinato al mondo dei professionisti.

Il nome Quadro definisce la serie di prodotti sviluppati da NVIDIA e dedicati al segmento professionale del mercato: la società californiana ha introdotto questo brand che nel corso degli anni si è imposto come standard all'interno di tale segmento. L'annuncio di oggi porta così Fermi e la sua rinnovata architettura anche in mano a chi con il PC lavora, per complessi progetti CAD o per la creazione di contenuti digitali. Lo sviluppo di una scheda video destinata alla fascia professionale del mercato comporta, rispetto alle soluzioni dedicate al mondo consumer, alcune modifiche hardware ma soprattutto significative ottimizzazioni a livello driver: l'importanza di supportare in modo corretto determinate applicazioni, risolvere problemi ed eventuali bug è di fondamentale importanza nel settore professionale e in questa direzione vanno i miglioramenti apportati.

Se AMD nel corso dell'ultimo anno, grazie soprattutto all'introduzione della famiglia di GPU Radeon HD 5000, ha guadagnato importanti punti di mercato nei confronti del rivale di sempre, NVIDIA ha però mantenuto salda la sua posizione all'interno del mercato professionale. Come è possibile osservare dal grafico sopra proposto le proposte FirePro di AMD, il corrispettivo delle Quadro di NVIDIA in ambito workstation grafica, rappresentano ancora una sensibile minoranza del mercato. I valori proposti in tabella sono estrapolati da una analisi di mercato condotta da IDC: per il 2010 si tratta invece di semplici previsioni.

Il grafico mostra come il rapporto delle unità presenti all'interno delle GPU impiegate nei diversi stadi dell'evoluzione del segmento Quadro sia cambiato nel corso del tempo. La mutazione di questo rapporto non è ovviamente casuale ma è stata studiata per rispondere al meglio alle esigenze del mercato: in questo senso l'impiego di Fermi rappresenta un importante passo avanti per la famiglia Quadro. "Quella che viene definita come Computational Visualization è la nuova era per le GPU in ambito professionale", ha infatti affermato Jeff Brown General manager del professional solutions group per NVIDIA.

Ma cosa si intende per Computational Visualization? La traduzione letterale "visualizzazione computazionale", per quanto un po' ferraginosa, rende abbastanza l'idea. Ci troviamo di fronte quindi alla riproduzione grafica di contenuti calcolati in tempo reale: la scheda grafica si fa così carico non solo della gestione della scena grafica ma anche della simulazione degli elementi in essa contenuti. Ecco quindi come l'arrivo di una nuova architettura sul segmento professionale possa andare a rispondere a questo tipo di esigenze: ad un considerevole aumento della potenza di calcolo in termini di TeraFlop è corrisposto un radicale aumento delle unità destinate ai calcoli geometrici, maggiore precisione geometrica e potenza di calcolo.

 
^