Quali sono i driver di acquisto di una stampante da ufficio?

Quali sono i driver di acquisto di una stampante da ufficio?

Sono molti i motivi che guidano l'acquisto di una stampante da ufficio da parte delle aziende italiane: abbiamo analizzato i driver di acquisto e le soluzioni proposte da Xerox

di Roberto Colombo pubblicato il nel canale Periferiche
Xerox
 

Xerox ColorQube 8570 e conclusioni

Con Federico Gentilucci abbiamo parlato di una delle ultime proposte Xerox per i gruppi di lavoro medio piccoli. Si tratta di una stampante che utilizza il sistema ColorQube, basato su cartucce senza plastica a base di cera, resina e pigmenti, nate con lo scopo di abbattere al massimo l'impatto ambientale prodotto dai rifiuti dei consumabili.

[HWUVIDEO="808"]Xerox ColorQube 8570: per piccoli gruppi di lavoro[/HWUVIDEO]

Il prodotto conferma quelli che sono i punti di maggiore attenzione dei clienti nei confronti dei dispositivi di stampa. Da questo approfondimento, ma anche dai precendenti, primo fra tutti quello dedicato alle soluzioni HP Printing, è possibile evincere come la crisi si sia trasformata in una opportunità di innalzamento del livello tecnologico dei prodotti, al fine di contenere al massimo i costi e gli sprechi.

Su questo tema la riduzione dell'impatto ambientale dei consumabili, dello spreco di carta a causa di stampe errate o lontane dal risultato sperato, dell'energia elettrica consumata dagli apparecchi, anche nelle fasi di stand-by e ibernazione sono argomenti su cui i player del mercato stanno giocando le loro carte, ognuno con la propria strategia.

HP e Lexmark, e la stessa Xerox hanno fatto del concetto di dematerializzazione uno dei cardini della propria strategia. Potrebbe sulle prime sembrare un controsenso, ma l'ottimizzazione della gestione del flusso documentale figlia della dematerializzazione elimina le ridondanze inutili con l'obiettivo di portare al processo di stampa ciò che è realmente necessario: questo aiuta le aziende a ottimizzare costi e qualità e in ultima analisi mira ad innalzare il livello di soddisfazione dei clienti. Soddisfazione spesso significa anche fidelizzazione, aspetto cruciale in un mercato agguerrito e ampio come quello della stampa da ufficio.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
::NSM::15 Dicembre 2010, 18:32 #1
"driver" di acquisto? come li installo?
medicina15 Dicembre 2010, 19:06 #2
Il titolo non poteva essere semplicemente "Xerox ColorQube 8570"? "Driver d'acquisto", "Driver che guidano"...
sbudellaman15 Dicembre 2010, 20:27 #3
ha la stessa impostazione di una pubblicità questo articolo...
Parappaman15 Dicembre 2010, 23:42 #4
[cut] La crisi economico-finanziaria [B][SIZE="7"]a[/SIZE][/B] focalizzato l'attenzione delle imprese al livello mondiale sulla riduzione dei costi e l'ambito grafico è stato uno di quelli che ha sperimentato tagli sostanziosi. [cut]


Al rogo!
Alekos Panagulis16 Dicembre 2010, 13:26 #5
Ma che razza di titolo è??? Cosa significa driver di acquisto??? I parametri che guidano una persona nella scelta?? E non potevate dirlo in italiano?? Che brutta espressione!!
avvelenato16 Dicembre 2010, 14:05 #6
A proposito di installazione semplificata:
nessuno di voi ha in giro un qualche script per installare su windows in locale su porta tcp/ip una stampante ethernet e in modalità silent?
Ci provai ma mi scontrai con la necessità di un riavvio.

Originariamente inviato da: Alekos Panagulis
Ma che razza di titolo è??? Cosa significa driver di acquisto??? I parametri che guidano una persona nella scelta?? E non potevate dirlo in italiano?? Che brutta espressione!!


è businessese, su business magazine penso sia tollerabile.
ZonaDopa16 Dicembre 2010, 19:21 #7
business is business everybody business
aenigmaS17 Dicembre 2010, 15:31 #8
Parlano di stampante ecologica, fanno solo ridere,
io ho una stampante simile e vi posso dire che e' una presa per i fondelli e vi spiego il perche'.
La stampante usa inchiostro solido che per essere usato scioglie e diciamo " spalma " sul foglio.
Questo vuol dire che quando si accende si prepara alla stampa sciogliendo una certa quantita' di inchiostro che viene tenuto pronto per la stampa.
Quando si spegne la stampante quella quantita' di inchiostro sciolta va perso e non e' una quantita' irrisoria, la cartuccia si consuma in maniera rapidissima in poche accensioni, tanto che la lascio sempre accesa ma.... c'e' il rovescio della medaglia perche' in stand by la stampante consuma se non sbaglio 70 watt.
Il consumo di cartuccia durante lo spegnimento e la riaccensione e' cosi' alto che per evitare lo spegnimento accidentale ho dovuto comprare un gruppo di continuita' molto potente per scongiurare un possibile black out energetico.
Inoltre in automatico a tempi prefissati la stampante si riaccende da sola per poi andare in stand by dopo diversi minuti.
Se a questo aggiungete il costo delle cartucce che certo non e' regalato si puo' benissimo capire come sia un vero e proprio affare, ma solo per la xerox non certo per l'acquirente finale
greio20 Dicembre 2010, 08:49 #9
Pensavo voleste lodare i driver delle macchine Xerox, ma fortunatamente non li avete lodati!
Comunque confermo che si va verso la semplificazione: le nuove versioni di driver Xerox tolgono opzioni rispetto ai nuovi: bel risparmio dover stampare un A3 a tentativi, con la stampante che ingrandisce e ruota le pagine a libera scelta!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^