Intervista: Asus e il futuro del mercato dei componenti

Intervista: Asus e il futuro del mercato dei componenti

Con Jackie Hsu, responsabile della divisione componenti di ASUS a livello mondiale, abbiamo analizzato lo stato di salute del mercato dei componenti, sempre più minato dalla convergenza verso le soluzioni mobile e dalla progressiva integrazione in singoli chip di molte funzionalità accessorie

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Periferiche
ASUS
 

Il mercato dei componenti

Il CeBIT 2011 di Hannover, fiera che si è da poco conclusa; quella che un tempo era conosciuta come il principale appuntamento del settore ITC a livello mondiale ha subìto una progressiva contrazione nel corso degli ultimi anni, al pari del resto di tutte le fiere di simile portata. La dinamicità del web ha sottratto a cornici quali il CeBIT il compito di essere centro nel quale proporre novità di settore; i lanci di nuovi prodotti sono ora pressoché svincolati da appuntamenti di questo tipo, che diventano sempre più occasione per gli operatori di settore di incontrarsi e di lavorare su strategie.

L'edizione 2011, benché abbia visto una diminuzione dell'area espositiva, ha in parte invertito il clima di contrazione e stallo visto negli ultimi anni. Gli operatori, confortati in questo da una situazione economica che presenta ancora scenari di difficoltà ma è sicuramente più stabile rispetto al 2009, hanno proposto interessanti novità cercando con i propri annunci quella dinamicità verso la quale il mercato continua a spingersi.

L'interesse è in ogni caso evidentemente mutato: dai componenti tradizionali quali schede madri e schede video l'interesse, non solo dei consumatori ma anche degli operatori di settore, si sta sempre più spingendo verso i dipositivi mobile, vere e proprie soluzioni complete proposte sul mercato con tassi di aggiornamento molto elevati. E' ipotizzabile che un utente appassionato possa aggiornare tablet e smartphone seguendo i tassi di refresh proposti dai produttori, pertanto con base annua; differente il discorso per tradizionali PC mobile, per i quali la vita residua sul mercato tende ad essere ben più elevata complice in questo la maturità tecnologica alla quale sono giunti.

immagine.jpg (25929 bytes)

Durante la nostra permanenza al CeBIT è stato possibile intervistare Jackie Hsu, responsabile della divisione componenti di ASUS a livello mondiale. L'opportunità di sedersi e discutere circa il mercato dei componenti ci è parsa essere molto interessante: in un periodo nel quale stiamo assistendo a profondi mutamenti del mercato con una progressiva convergenza verso componenti mobile che sono sempre più integrati e poco accessibili in termini di upgrade, l'interesse verso la componentistica tradizionale sembra venir costantemente meno.

Un confronto con chi quotidianamente deve gestire strategie e prodotti legati ai componenti per l'azienda taiwanese che è riconosciuta, a livello retail, quale la principale interprete del mercato ci è parsa quindi occasione particolare per avere un punto di vista dall'interno dell'industria, andando oltre quello nostro di osservatori preparati ma per certi versi all'oscuro di alcune dinamiche strategiche che vengono sviluppate dalle aziende.

 
^