Gigabyte: storage e wireless lan card su chiave usb

Gigabyte: storage e wireless lan card su chiave usb

Gigabyte ha realizzato un dongle usb che integra le funzionalità di una periferica di storage usb con quelle di una card wireless. L'ingombro non è elevatissimo e la qualità del segnale wireless è veramente notevole

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale Periferiche
Gigabyte
 

Installazione ed utilizzo

Abbiamo voluto effettuare un'installazione da newbie, ovvero senza curarci di verificare la necessità di driver o di particolari cautele, ma semplicemente abbiamo aperto la confezione ed inserito la chiavetta nel connettore usb di un portatile con sistema operativo Microsoft Windows XP Home Edition.

Il dispositivo di storage è stato prontamente rilevato, ma non pienamente soddisfatti del plug and play abbiamo controllato se anche le funzionalità wireless erano disponibili; purtroppo il riconoscimento non è stato automatico, ma esplorando il contenuto della nuova periferica di memorizzazione abbiamo notato la presenza di un file setup.exe, la cui esecuzione porta all'installazione di driver ed utility per il corretto rilevamento e funzionamento del modulo wlan.

Utilizzando sistemi operativi un po' più datati (fino a MS Windows 2000), per un corretto funzionamento della periferica di storage è necessario ricorrere al cd di installazione fornito a corredo del prodotto.

Pur senza eccedere in analisi prestazionali esasperate per un prodotto del genere, abbiamo voluto sottoporre il dongle di gigabyte ad alcun test, per verificare le prestazioni in termini di velocità di trasmissione e la qualità del link radio. Abbiamo evitato ogni test relativo alla periferica di storage, poichè essendo lo spazio disponibili di circa 32 MB la velocità di trasferimento della periferica usb è più che sufficiente. Sono disponibili anche tagli superiori, da 64MB e 128MB.

Il tool QCheck ci ha permesso di misurare il throughtput del dispositivo wlan in una situazione ideale, ovvero in un collegamento ad-hoc con un'altro modulo wireless lan; i valori registrati sono perfettamente in media a quanto rilevato in test precedenti, ovvero gli 11Mbps teorici si riducono a 5 Mbps scarsi. Abbiamo ripetuto il test connettendo il dongle di Gigabyte ad un access point, rilevando praticamente i medesimi dati.

La vera sorpresa è però arrivata dall'analisi della qualità del link radio, condotta allontanando sempre più la chiavetta Gigabyite dall'access point, frapponendo muri, solette ed ostacoli reali. L'access point era posizionato al secondo piano di un palazzo d'epoca, i cui muri perimetrali misurano qualche decina di centimetri ed i muri interni non sono da meno. Il dongle manteneva il collegamento al 25% di segnale ed 80% di qualità a 2 piani di distanza e con svariati muri posizionati tra i due dispositivi. Ovviamente questa è una prova che non può fornire un riscontro numerico, ma si basa esclusivamente sul paragone con altri prodotti precedentemente testati nel medesimo edificio.
Come già in altre recensioni abbiamo segnalato, nel caso di dispositivi di rete wireless ci sembra poco veritiero parlare di "portata utile" poichè le condizioni reali di impiego posso influenzare in modo significativo le prestazioni generali. Un asettico rilevamento strumentale relativo all'intensità di campo o alle altre caratterisitche del link fornirebbe comunque indicazioni poco utili all'utente finale. Per tale motivo abbiamo scelto di realizzare delle prove sul campo, in un ambito di impiego reale.

Come consuetudine, utilizzando Microsoft Windows XP è possibile scegliere se utilizzare i tool forniti con il sistema operativo oppure le utility proprietarie; il nostro consiglio ricade sulle seconde poichè si sono rivelate efficaci ed intuitive.

Purtroppo il prodotto di Gigabyte supporta solo le tecnologie di sicurezza wep, e non prevede quindi le più recenti tecniche legate al WPA, rivelatosi estremamente più sicuro; è lecito supporre che nei prossimi upgrade software anche tali opzioni saranno rese disponibili.

La periferica di storage usb viene rilevata anche come lettore di floppy disk ed accedendo a tale volume si ha la possibilità di visualizzare il manuale utente (in formato pdf), o di utilizzare il software di protezione dei dati salvati sulla periferica stessa.
Questa utility consente di subordinare l'accesso ai dati, solo dopo aver inserito una password scelta dall'utente; le modalità di impostazione e utilizzo non ci hanno particolarmente colpito per la loro intuitività, ma utilizzando la descrizione presente sul manuale non dovrebbero sorgere particolari problemi. Attenzione: sbagliando consecutivamente per 6 volte la password interviene una procedura di sicurezza che impedisce definitivamente l'accesso ai dati e rende necessario formattare il dispositivo.

 
^