Reti wireless a 54Mbps: più veloci e sicure

Reti wireless a 54Mbps: più veloci e sicure

Le reti wireless sono sempre più diffuse, ma da pochi mesi è stato introdotto un nuovo standard che promette velocità elevate e maggior sicurezza. Abbiamo condotto i nostri test su un kit di X-Micro che risponde al nuovo standard 802.11g

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale Periferiche
 

Introduzione

La realizzazione di reti wireless ha subito negli ultimi mesi un considerevole aumento, a tale fenomeno ha sicuramente contribuito la disponibilità di hardware anche a basso prezzo ed il crescente numero di hot spot disponibili, oltre ovviamente ad una campagna mediatica assai pressante.
Restando in un'area esclusivamente italiana, in cui la disponibilità di hot spot è ancora limitata, dobbiamo comunque registrare un notevole interessamento alle lan wireless, dettato da una crescente richiesta di connettività anche in utilizzi mobile.

I vantaggi legati all'adozione delle reti wireless sono indiscutibili e si riassumono in una totale flessibilità dell'infrastruttura, il cui upgrade non è in alcun modo legato a pesanti e gravosi lavori di cablaggio. Parallelamente a questa presa di coscienza sono però emersi i dubbi e le delusioni, ma forse questi aspetti negativi sono ormai prossimi alla risoluzione.

I dubbi maggiori riguardavano la sicurezza dell'infrastruttura di rete, argomento in parte eccessivamente drammatizzato ma comunque importante e per certe realtà strategico. Va premesso che non pochi problemi di sicurezza rilevati nelle prime implementazioni erano riconducibili non tanto ad una carenza tecnologica, quanto piuttosto ad una errata implementazione delle policy di sorveglianza.
Le lacune relative alle tecnologie wep sono però reali e per tal motivo i produttori di hardware hanno elaborato il protocollo WPA, che può essere considerato un'anticipazione del protocollo IEEE 802.11i, la cui ratifica è attesa per la metàà del 2004.

Le delusioni in merito alle prime implementazioni sono invece da ricercare nella ridotta larghezza di banda a disposizione e conseguentemente una velocità di trasmissione che in alcune situazioni può apparire un pò ridotta. Per superare tale inconveniente sono da poco disponibili nuovi dispositivi come ad esempio il kit di X-Micro che utilizza il recentissimo protocollo IEEE 802.11g, caratterizzato da una velocità di trasmissione nominale pari a 54Mbps ed una piena compatibilità con infrastrutture e dispositivi IEEE 802.11b; in quest'ultimo caso la velocità di trasmissione decresce ad 11Mbps.

Una indubbia accelerazione alla diffusione del wireless è da imputare anche alla tecnologia Intel Centrino, che ha introdotto una scheda wireless nell'architettura standard di un portatile, anche se al momento attuale Intel supporta esclusivamente il protoccolo IEEE 802.11b. Ultimamente è stato annunciato un aggiornamento della tecnologia Intel Centrino, tale upgrade dovrebbe riguardare oltre alla cpu anche la scheda wireless e prevede l'adozione del recente standard "g".
Molti competitor di Intel hanno già iniziato la commercializzazione di prodotti equipaggiati con cpu Pentium M e wireless a 54Mbps, che pur non offrendo il marchio Centrino, garantiscono prestazioni e connettività di sicuro interesse; Intel è quindi in rincorsa per colmare questo piccolo ritardo in un momento assai strategico per il mobile-computing.

In questo articolo cercheremo di approfondire le caratteristiche del nuovo standard, analizzandone pregi e difetti; effettueremo anche dei test utilizzando un kit fornitoci da X-Micro ed altri client presenti nel nostro laboratorio.

 
^