Domotica, la casa del futuro è molto vicina

Domotica, la casa del futuro è molto vicina

Controllare luci, apparecchiature elettroniche, impianti di condizionamento, sistema di videosorveglianza e intrattenimento con un semplice tocco sul proprio smartphone o tablet è una realtà. Vediamo un esempio concreto in questo articolo, che descrive un ambiente domestico mai come ora vicino e possibile

di Alessandro Bordin pubblicato il nel canale Scienza e tecnologia
 

Easydom NEXT, il sistema

Easydom NEXT è il nome dell'applicazione alla base dell'allestimento domotico mostrato, ovvero quel "lato software" di cui abbiamo accennato in precedenza, in grado di interfacciarsi con prese e controlli ZigBee. Le opzioni possibili sono innumerevoli: immaginiamo ad esempio l’accensione automatica delle luci del corridoio all’aprirsi della porta, l'abbassamento delle tapparelle muovendo lo smartphone, attivare il sistema di condizionamento con comandi vocali, definire scenari di utilizzo dedicati alle singole esigenze e altro ancora. La novità sta nel fatto che il tutto può essere comandato da dispositivi che già si possiedono, senza quindi essere obbligati all'acquisto di punti di controllo dedicati, di solito costosissimi.

L'interfaccia è fortemente ispirata alla ben nota Metro di Windows 8, sebbene quanto osservato dal vivo girasse sugli attuali Windows 7. L'interfaccia, quindi, si presenta davvero semplice ed intuitiva, soprattutto per chi ha già familiarità con dispositivi Windows, Windows Phone o console Xbox. Si possono notare nell'immagine (nella gallery in ultima pagina tutto risulta più leggibile, vi invitiamo a consultarla) alcuni scenari di utilizzo attivabili con un semplice click, ad ognuno dei quali sono associate diverse azioni.

Con Easydom NEXT tutti gli schermi rimangono costantemente sincronizzati, per avere un aggiornamento istantaneo del sistema domotico indipendentemente dal device utilizzato. In questo modo, qualsiasi funzione e comando vengano creati o eseguiti saranno sempre disponibili nei dispositivi che fanno parte della rete domestica.

Sarà quindi possibile creare, ad esempio, lo scenario relax, che accenda le luci (a una percentuale di potenza stabilita) solo in determinate zone della casa, mandare in esecuzione determinate playlist, abbassare le tapparelle, adeguare la temperatura dell'ambiente e via dicendo, il tutto facendo un click sul tablet o sul cellulare. Per fare ciò occorre ovviamente che il software sia configurato correttamente, e anche in questo caso Easydom NEXT permette di creare gli ambienti con un configuratore ad hoc, che ci è apparso di facile utilizzo anche per chi non è particolarmente appassionato di tecnologia.

Alcune semplici icone indicano in trasparenza la tipologia di apparecchio comandabile (lampadina, televisore, sistema audio, videosorveglianza e via dicendo), sui quali è possibile intervenire manualmente attraverso l'interfaccia touch per l'attivazione o la disattivazione. Come accennato in precedenza, queste operazioni possono essere aggregate anche sotto scenari specifici, che in automatico provvederanno ad eseguire le operazioni scelte.

 
^