Di macchine che sostituiscono lavoratori umani e di nuovi luddismi

Di macchine che sostituiscono lavoratori umani e di nuovi luddismi

Attenzione: 'Questo articolo potrebbe essere stato scritto da una macchina'. Uomini sostituiti dalle macchine, non solo in fabbrica, ma anche negli uffici e nei compiti creativi. La fabbrica che tagliando il 90% della forza lavoro ha aumentato la produttività del 250% diminuendo gli scarti del 90%. Il computer IBM che calcola le polizze al posto degli impiegati giapponesi. Il 21° secolo ci vedrà seguaci di un nuovo Ned Ludd?

di Roberto Colombo pubblicato il nel canale Scienza e tecnologia
 
  • Articoli Correlati
  • Huawei specchio della Cina di oggi: dai PBX agli smartphone top di gamma, verso il 5G di domani Huawei specchio della Cina di oggi: dai PBX agli smartphone top di gamma, verso il 5G di domani La cifra della crescita sperimentata da Huawei nei suoi quasi trent'anni di storia è forse proprio questa: sbarcata da poco più di 5 anni nel settore consumer coi suoi smartphone (prima li costruiva per altri senza mettere il proprio marchio), ora tiene per sé sulle sue linee di produzione solo i terminali top di gamma, affidando a terzi (Foxconn compresa) la costruzione. Un viaggio in Cina ci ha permesso di scoprire il volto nuovo del paese, quello di cui Huawei vuole farsi ambasciatore nel mondo
61 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zappz15 Febbraio 2017, 19:15 #11
Non e' assolutamente vero che i robot tolgono lavoro alle persone, anzi per assurdo piu' robot si vendono e piu' la mole di lavoro aumenta.
Therinai15 Febbraio 2017, 19:39 #12
Io mi comprerei una di queste macchine e la manderei in ufficio al posto mio
Peccato che per il momento non ci sono macchine capaci di sostituire l'ingegno umano. Però potrei comprarne una e metterla a lavoro in una fabbrica. Mettiamo che la macchina mi costa 20.000, io la offro a una fabbrica a 8.000 all'anno, in tre anni rientro dell'investimento cominciando ad incassare soldi sicuri ogni anno. Anche se la macchina non servisse più a una fabbrica potrei cercarne un'altra dove farla lavorare! E io starei a casa a cazzeggiare!
mamabil15 Febbraio 2017, 19:52 #13
Sia nell'articolo che in molti commenti si lascia intendere che con le macchine non ci saranno più lavori da fare o almeno ci sarà bisogno di meno manodopera.

Ma pare che la fantasia non sia sufficientemente larga da comprendere cosa e come fare, sembra di assistere alla replica di quanto la nostra classe politica e i mass media ci vendono, mentre fanno propaganda.

Eppure basta considerare quanti lavori sarebbero necessari per migliorare il paese. Dalla salvaguardia di edifici pubblici e territorio pèr la messa in sicurezza da terremoti ed eventi naturali, la rivalutazione di edifici abbandonati, la ricerca di tecnologie energetiche.

Ma se il ilberismo continua a chiedere la rimozione del ruolo dello Stato per sostituirlo con multinazionali e grandi banche, non potremmo mai invertire la rotta, ma solo continuare a creare precari sottopagati che competono fra loro e portano tanti profitti a quell'1% della popolazione che possiede la stessa ricchezza del restante 99%.
gerko15 Febbraio 2017, 21:12 #14
Originariamente inviato da: Therinai
Io mi comprerei una di queste macchine e la manderei in ufficio al posto mio
Peccato che per il momento non ci sono macchine capaci di sostituire l'ingegno umano. Però potrei comprarne una e metterla a lavoro in una fabbrica. Mettiamo che la macchina mi costa 20.000, io la offro a una fabbrica a 8.000 all'anno, in tre anni rientro dell'investimento cominciando ad incassare soldi sicuri ogni anno. Anche se la macchina non servisse più a una fabbrica potrei cercarne un'altra dove farla lavorare! E io starei a casa a cazzeggiare!


Cazz.. bella idea! Diventare manager di un robot!


Una domanda che mi viene è: ma questi robot/macchinari, hanno una qualità che fa pena come le cose che compriamo noi tutti i giorni o durano 5/6 anni senza rompersi?
Taiko15 Febbraio 2017, 21:35 #15
scsa Vash88 ma di che corsi parli? i robot non ruberanno solo il lavoro alla bassa manovalanza, ma anche ai laureati.. quindi..........
Gio2215 Febbraio 2017, 21:41 #16
farei notare che mentre il futuro prevede una diminuzione dei posti di lavori
i nostri politici varano politiche per fare più figli.


Allora o c'è qualcosa di buono che loro sanno,ma a me sfugge, riguardo al futuro oppure sono dei CRETINI PATENTATI.
maxsy15 Febbraio 2017, 23:36 #17
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Esattamente: sono curioso di come andra' questo paradosso economico. E vorrei sapere anche cosa fara' la popolazione ex operaia per mantenersi? Ritorno massiccio all'agricoltura?


agricoltura se per produrre cibo per se stesi ok, sennò i lavori in agricotura sono già scomparsi da diversi anni.
es: la raccolta dell'uva avviene tramita una macchina operata da una singola persona. idem per l'olive. prima venivano impiegate molte persone.
basterà poi dotare la macchina di un intelligenza basilare e alcuni sensori per poter operare da sola.
maxsy15 Febbraio 2017, 23:44 #18
Originariamente inviato da: Therinai
Io mi comprerei una di queste macchine e la manderei in ufficio al posto mio
Peccato che per il momento non ci sono macchine capaci di sostituire l'ingegno umano. Però potrei comprarne una e metterla a lavoro in una fabbrica. Mettiamo che la macchina mi costa 20.000, io la offro a una fabbrica a 8.000 all'anno, in tre anni rientro dell'investimento cominciando ad incassare soldi sicuri ogni anno. Anche se la macchina non servisse più a una fabbrica potrei cercarne un'altra dove farla lavorare! E io starei a casa a cazzeggiare!


hmm... bella idea... peccato che non hai fatto i conti con l'oste. il produttore di robot inventerà un software capace di sostituirti come intermediario. e tu starai a casa a cazzeggiare
quindi l'idea è commovente ma difficilmente realizzabile.

inizia piuttosto a lavorare su quel software...sempre che non cè qulacun'altro che lo sta già facendo.
globi16 Febbraio 2017, 02:08 #19

Lo avevo già previsto da ragazzo trenta anni fa.

C`erano decenni fa lavori di fabbrica dove si poteva guadagnar bene, poi andò sempre peggio, paghe stagnanti che non crescono, ritmo di lavoro sempre più frenetico, licenziamento dipendenti più anziani per poi cercar di assumere giovani con paga inferiore, trasferimento produzione in quei paesi che hanno paghe bessissime...

Molti anni fa quando ero giovane e correvano gli anni 88-90 io fui uno di quelli che nell`industria non ci ha voluto lavorare perché avevo "sentito la puzza" che con quel sistema lì andava sempre peggio, e man mano che passavano gli anni vedevo che la situazione lì effettivamente peggiorava e ho preferito restare disoccupato, studiare e vivere di espedienti fino a che ben più tardi son riuscito a trovare qualcosa di decente da fare in una era piena postindustriale, infatti ci furono una decina d`anni di crisi.
Stranamente però in quella decina di anni le industrie cercavano dipendenti malgrado la crisi, probabilmente perché non trovavano a sufficienza dipendenti disposti a lavorare in quelle condizioni non attrattive e poco promettenti.
Non é che io sia molto intelligente, ad esempio mio padre che lavorava in Svizzera nella industria orologiera anche lui ebbe a suo tempo naso e notò prima di altri che si arrivava alla famosa crisi dell`orologeria svizzera della metà anni 70, e prima che questo avvenne si cercò un altro lavoro più solido, sempre nell`industria anche se lavorava in ufficio, ma però purtroppo poi anche lui restò disoccupato nella fine anni 90, ma grazie a Dio successe solo poco prima della sua pensione.

Comunque nella industria é naturale che si vada sempre più verso una maggiore automatizzazione, secondo molti però si arriverà ad un punto nel quale questo sistema si autodistruggerà, non si può ottimizzare all`infinito per far crescere i guadagni, filosofi sono del parere che nel mondo ciò che cresce così a dismisura può essere solo un tumore.
cagnaluia16 Febbraio 2017, 08:26 #20
non sarebbe più sostenibile un economia così come la conosciamo oggi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^