Xeon 3,6 Ghz vs Opteron 250

Xeon 3,6 Ghz vs Opteron 250

Intel ha recentemente introdotto una nuova versione di processore Xeon 3,6 Ghz, dotata di 2 Mbytes di cache L2 integrata on Die. In sistemi biprocessore questa cpu si posiziona a diretta concorrenza con il processore AMD Opteron, soluzione qui provata nella versione 250 a 2,4 GHz di clock

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Server e Workstation
IntelAMD
 

Configurazione di test

Durante i test sono stati utilizzati i seguenti software:

  • Sciencemark 2.0 - Membench
  • Seti@home - text client 3.08
  • 3D Max 6
        Underwarer_Environment_Finished.max - 800x600
        rendering di singolo frame
        SinglePipe2.max - 800x600
        rendering 321 frames della scena
  • Cinebench 2003
        CPU Benchmark (secondi)
        C4D Shading Scene 1 (fps)
        C4D Shading Scene 2 (fps)
  • Auto GK - DivX - "Il grande Lebowsky"
        Divx 5.21 PRO
        scena 6
        Qualità 75% - no audio
  • Auto GK - XviD- "Il grande Lebowsky"
        XviD-24062003-1
        scena 6
        Qualità 75% - no audio
  • Audiograbber 1.83
        192Kbit/s stereo high quality - Lame 3.95
        Traccia audio da 612 Mbytes, 1h 47s
  • Povray 3.6
        Benchmark 640x480 NoAA
  • Lightwave 7.5
        Nebulae
        Radiosity_ReflectiveThings
        Raytrace
        Sunset
        Variations
        Variations Smothness
  • Cinema 4D
        Rendering Beetle.c4d 1024x768
  • Mainconcept MPEG Encoder
        Conversione in MPEG2 bitrate variabile
        Video ECS factory tour - DV 16.836 frames
        720x576
  • Windows Media Encoder 9
        Conversione di DV in WMV
        282 Kbit/s - Server Windows media
        Video ECS factory tour - DV 16.836 frames
        720x576

I test sono stati eseguiti con i seguenti criteri:

  • l'hard disk è stato formattato e su di esso è stato installato il sistema operativo patchato con eventuali Service Pack e tutti gli ultimi fix disponibili al momento dei test; sono stati caricati solo i driver necessari al corretto funzionamento del sistema operativo;

  • ogni benchmark è stato eseguito per almeno 2 volte, prendendo come valore riferimento quello medio; se i risultati ottenuti sono parsi inattendibili o eccessivamente diversi tra di loro si è provveduto a rieffettuare i benchmark fino ad un massimo di 5 volte;

  • al termine di ogni esecuzione dei benchmark il sistema è stato riavviato e l'hard disk deframmentato utilizzando il software Defrag contenuto in Windows XP Professional.

 
^