Sistema Elma Dual Foster

Sistema Elma Dual Foster

Il computer in prova in queste pagine, l'Elma Dual Foster, è una soluzione ad elevate prestazioni basata su due processori Intel Pentium IV Xeon 1.7 Ghz, specificamente pensata per impieghi avanzati di grafica professionale, grazie all'impiego della scheda video Elsa Gloria III basata su chip nVidia Quadro 2 PRO.

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Server e Workstation
NVIDIAIntelQuadro
 

Conclusioni

Le prestazioni velocistiche dei sistemi basati su processori Intel Pentium IV Xeon sono, mediamente, allineate a quelle dei sistemi basati su due processori AMD Athlon MP; il vero punto di forza di questi sistemi è con applicazioni Open GL, nei quali riescono a guadagnare un margine di vantaggio rispetto alle cpu AMD, e in generale con quei software che sfruttano al meglio le particolarità dell'architettura Pentium IV, come ad esempio le istruzioni SSE-2.

La workstation Elma è, indubbiamente, caratterizzata da una costruzione estremamente curata e dal buon bilanciamento tra i componenti: la scheda video Elsa Gloria III permette di ottenere ottime prestazioni con applicazioni Open GL professionali; l'hard disk Quantum Atlas 10K II è uno dei più performanti hard disk SCSI Ultra 160 da 10.000 giri al minuto attualmente disponibili in commercio. Il sistema Elma potrebbe, compatibilmente con il budget a disposizione, essere ulteriormente migliorato aggiungendo un controller Raid SCSI, in modalità Raid 0, 1 oppure 5 a seconda del tipo di obiettivo che si vuole raggiungere (più elevata sicurezza dei dati oppure maggiori prestazioni velocistiche), oppure portando la dotazione memoria a 1 Gbyte qualora si preveda l'impiego di immagini di elevate dimensioni, ad esempio con programmi grafici 2D come Photoshop.

 

Produttore: Elma http://www.elma.it

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^