Sistema Rack 1 Unità Gigabyte GS-SR101

Sistema Rack 1 Unità Gigabyte GS-SR101

Recensione del sistema Gigabyte SR101, case Rack ad 1 unità con scheda madre dual Socket 370 e sottosistemi di rete, video e Raid EIDE integrati. Si tratta di un'ottima soluzione per chi ricerca un server web dal costo contenuto ma dalla costruzione estremamente curata e solida

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Server e Workstation
Gigabyte
 

Scheda madre

La scheda madre utilizzata nel sistema SR101 è, ovviamente, un modello Gigabyte, opportunamente riadattato per l'impiego in configurazioni rack. Un sistema Rack a 1 unità ha ovvie limitazioni in termini di periferiche che possono essere contemporaneamente utilizzate; per questo motivo è necessario montare buona parte della componentistica direttamente on board. La scheda madre GA-6VXDR7, utilizzata nel sistema Rack 1 unità, integra pertanto il sottosistema video, basato su chip ATi Rage XL con 8 Mbytes di memoria SDRAM, due schede di rete 10/100 con chip Intel e il controller EIDE Raid 0 e Raid 1  basato su chip Promise.

interno_rack.jpg (30299 byte)

Osservando la scheda madre si notano immediatamente alcuni particolari distintivi: i 4 Slot memoria per moduli Dimm, che accettano un massimo di 4 Gbytes di memoria, sono montati angolati a 45°, così da permettere di montare moduli memoria anche di altezza superiore alla media e, soprattutto, non intralciare il flusso d'aria proveniente dalla parte enteriore del Case. Al centro una staffa verticale supporta l'unico Slot PCI d'espansione disponibile sulla scheda: il ridotto sviluppo in altezza dei case Rack a 1 unità, infatti, permette di montare solo 1 scheda PCI; analizzando la dotazione complessiva della scheda, però, non si vede quale periferica supplementare possa mai essere montata in questo sistema, fatta forse eccezione per una scheda di rete del tipo a 1 Ghz. Tra scheda madre e cassettini degli hard disk è posta una seconda scheda, sulla quale sono montate le circuiterie di alimentazione degli hard disk e i connettori di segnale per hard disk, Floppy drive e CD-Rom; come si nota chiaramente, tutti i cavi sono tagliati su misura così da non ostacolare il passaggio dell'aria all'interno del Case.

socket_cpu.jpg (30707 byte)

L'area attorno ai Socket 370 della cpu è stata conformata in modo da accettare senza problemi di sorta l'installazione dei due dissipatori di calore; si noti l'elevato numero di condensatori montati in prossimità della circuiteria di alimentazione e il north bridge del chipset Via Apollo PRO 133A, con un dissipatore di calore passivo in alluminio di colore arancione.

slot_pci.jpg (28351 byte)

Sul PCB della scheda si notano chiaramente le predisposizioni per gli Slot PCI supplementari, rimossi in questa versione della scheda in quanto sarebbero inutilizzabili in un rack ad 1 unità. Il chip ricoperto da un dissipatore di calore arancione è il chip video ATi Rage XL, mentre a lato è posto il south bridge Via 686A che gestisce solo il lettore CD-Rom, in quanto gli hard disk vengono collegati direttamente al controller Promise Raid. In fondo all'immagine si notano i due chip del bios; al pari di altre schede madri Gigabyte, infatti, in questo modello è stata integrata la tecnologia Dual Bios che protegge da eventuali errori di programmazione del bios, rendendo di fatto impossibile l'eventualità per la quale il sistema diventi inutilizzabile perché il bios si è danneggiato o sprogrammato.

dissipatore.jpg (19549 byte)

Il dissipatore di calore fornito in dotazione ha una costruzione molto particolare: la costruzione è parzialmente in rame, così da garantire una più elevata dissipazione termica, mentre su uno dei lati è montata una ventola di raffreddamento a turbina. Questo genere di soluzione permette di ottenere un' ottima dissipazione del calore anche con processori Pentium III Coppermine a 1 Ghz di clock, pur mantenendo uno sviluppo in altezza compatibile con quello di un Rack a 1 unità.

 
^