Sistema Rack Supermicro 6010H

Sistema Rack Supermicro 6010H

Recensione del sistema Supermicro 6010H, piattaforma Rack ad una unità basata su scheda madre dual Socket 370 e memoria ECC Registered; il 6010H rappresenta una valida soluzione per coloro che vogliono configurare un server rack di ridotte dimensioni ed elevata potenza, combinando ottima qualità costruttiva.

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Server e Workstation
 

Prestazioni velocistiche - conclusioni

Essendo un sistema specificamente pensato per l'impiego in armadi Rack al Supermicro 6010H non si richiede elevata velocità in applicazioni 3D, ma massima stabilità operativa, unita a ottime prestazioni di processore e memoria di sistema; i benchmark qui sotto riportati sono stati ottenuti utilizzando due processori Intel Pentium III Coppermine 1 Ghz, 512 Mbytes di memoria SDRAM PC133 ECC Registered e due Hard Disk Quantum Atlas 10K-II da 18 Gbytes (Ultra160, 10.000 rpm).

wstone.gif (3645 byte)

Il test Winstone 99 Dual Processor Inspection Test riproduce l'impiego con applicazioni di tipo professionale che maggiormente sfruttano la presenza di due processori in un sistema; i valori fatti registrare dal sistema Supermicro 6010H sono indubbiamente molto elevati, anche perché il genere di test eseguiti non sono influenzati dall'impiego di una scheda video di elevate prestazioni.

sandra_1.gif (19721 byte)

sandra_2.gif (28020 byte)

sandra_3.gif (25273 byte)

I test sintetici eseguiti con il software Sisoft Sandra evidenziano le ottime prestazioni del chipset Serverworks ServerSet III HE; si notino in particolare come i benchmark della memoria permettano di ottenere prestazioni superiori rispetto al chipset Via Apollo PRO 266, abbinato a memoria DDR-SDRAM PC2100.

Conclusioni

Coloro che devono acquistare un server per applicazioni web, destinato al montaggio in armadi Rack, in genere tendono ad acquistare soluzioni preassemblate dai principali OEM internazionali: IBM, Dell, Compaq, HP giusto per citarne alcuni. A fronte di una costruzione curata e di un'assistenza post vendita di primisimo livello, che però il più delle volte viene offerta con sovrapprezzo, abbiamo componentistica che il più delle volte è di tipo custom, cioè ritrovabile su qualsiasi altro PC; ad esempio, pur non essendo marchiate in alcun modo è prevedibile che le schede madri inserite nei sistemi di questi produttori provengano da due dei più noti e affidabili produttori di schede di fascia professionale, Tyan e Supermicro.

E' alla luce di quest'analisi che dev'essere visto il vero vantaggio di una soluzione come il 6010H: la possibiltà di configurare autonomamente hard disk, processori e dotazione memoria lascia spazio a differenti configurazioni in funzione del budget a disposizione e della potenza di calcolo richiesta, con costi complessivi che sono ben lontani da quelli delle soluzioni degli OEM internazionali.

Cosa si ottiene in cambio, acquistando un Supermicro 6010H? Un sistema di potenza molto elevata, con una costruzione impeccabile e con la solidità di un marchio come Supermicro, sicuramente uno dei più noti nel panorama delle Workstation ad elevate prestazioni e dei server. Il costo d'acquisto di un sistema di questo tipo, esclusi processori, memoria e hard disk, è di circa 3.650.000 lire, una cifra che a molti può parere elevata ma che in realtà è ben lontana dai costi di sistemi OEM; se a questo aggiungiamo processori, hard disk e memoria ECC Registered si arriva a cifre in assoluto abbastanza elevate ma abbordabili, soprattutto pensando al genere di applicazioni che un sistema del genere dovrà eseguire.

 

Produttore: Supermicro http://www.supermicro.com

Il sistema 6010H è comemrcializzato da Elma http://www.elma.it e da Brain Technology http://www.essedi.it

-1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^