AMD Financial Analyst Day 2010: roadmap e Fusion

AMD Financial Analyst Day 2010: roadmap e Fusion

In occasione dell'annuale appuntamento con gli analisti finanziari AMD delinea quelle che saranno le proprie future architetture di CPU, GPU e APU attese nel corso dei prossimi 2 anni, mostrandosi in salute sia per quanto riguarda l'evoluzione tecnologica sia per la parte finanziaria

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Server e Workstation
AMD
 

Tick-Tock anche per AMD? Non proprio

Scorrendo alcune delle slide con le quali AMD ha voluto delineare gli sviluppi futuri delle proprie architetture di processore, sia Bulldozer come Bobcat, emerge la sensazione che il produttore americano stia seguendo, benché non dichiarandolo apertamente, una strategia che può ricordare in parte quella Tick-Tock di Intel. Quest'ultima prevede nella fase di Tick l'utilizzo di una nuova tecnologia produttiva più sofisticata della precedente, mentre in quella di Tock a parità di tecnologia produttiva viene introdotta una nuova microarchitettura di processore.

tt_1.jpg (25857 bytes)

AMD non opera esattamente con questa sequenza: basti ad esempio constatare come sia le prime soluzioni Bulldozer sia quelle Bobcat verranno introdotte nel corso del 2011 abbinando nuovo processo produttivo (rispettivamente 32 nanometri e 40 nanometri) ad architetture nuove mai impiegate prima. Le slide fornite da AMD, tuttavia, lasciano intendere come per il produttore americano la cadenza di evoluzione delle proprie architetture di CPU veda in anni pari il debutto di nuova microarchitettura con nuovo processo produttivo, seguito circa 12 mesi dopo da una versione migliorata dell'architettura a parità di tecnologia produttiva. Circa 12 mesi dopo la disponibilità di una nuova tecnologia produttiva viene abbinata al debutto di una nuova microarchitettura.

tt_2.jpg (27000 bytes)

Quanto abbiamo visto per le proposte Bulldozer è proposto anche per le soluzioni Bobcat; in questo caso l'enfasi non è tanto sul rapporto tra prestazioni e consumi quanto sul puro livello di consumo complessivo, elemento ancor più importante della sola potenza elaborativa se prendiamo in considerazione il target di utilizzo di queste architetture di processore.

tt_3.jpg (44149 bytes)

I partner produttivi di AMD, GlobalFoundries e TSMC, garantiscono all'azienda americana i margini di sviluppo tecnologici per le future generazioni di prodotti. Nel corso del 2011 vedremo al debutto le prime soluzioni con tecnologia produttiva a 32 nanometri sviluppate da GlobalFoundries, nella forma delle soluzioni Llano e Bulldozer, seguite nel corso del 2012 dalle prime APU che adotteranno tecnologia produttiva a 28 nanometri. Quest'ultimo nodo sarà accessibile sia con GlobalFoundries sia con TSMC e resta da capire quale dei due partner produttivi AMD utilizzerà nello specifico. A seguire per la fine del 2013 AMD adotterà tecnologia produttiva a 20 nanometri, riteniamo con quelle che sono state indicate come prossime generazioni di architetture sia Bulldozer sia Bobcat. Tempo circa 2 anno e l'azienda americana passerà a tecnologia produttiva a 14 nanometri, per la quale la fase di design iniziale non inizierà prima della fine dell'anno 2013.

 
^