AMD Opteron Interlagos: ora sino a 16 core

AMD Opteron Interlagos: ora sino a 16 core

Al debutto le prime soluzioni AMD per sistemi server basate sulla nuova architettura Bulldozer, costruita a 32 nanometri. Versioni sino a 16 core per le CPU appartenenti alla famiglia Opteron 6200

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Server e Workstation
AMD
 

Considerazioni

Il mercato delle soluzioni server è ambito nel quale AMD vuole e deve cercare di conquistare una quota di mercato superiore a quella detenuta attualmente. Lo scenario attuale è frutto del lancio delle CPU Opteron basate su architettura Barcelona, avvenuto nel corso del 2007: quelle che erano le prime soluzioni quad core di AMD, molto attese dal mercato, si sono rivelate un boomerang per l'azienda americana complice il ben noto bug dello stepping B2 che ha bloccato per mesi le vendite di questi processori. Quell'episodio ha fatto cambiare la percezione dei processori Opteron in ambito server, portando ad una costante contrazione della quota di mercato detenuta da AMD nel settore server conquistata negli anni precedenti. Accanto a questo non dobbiamo ovviamente tralasciare la pressione competitiva di Intel, capace in quel periodo di proporre con l'architettura Core soluzioni più veloci di quelle AMD e di lasciarsi alle spalle i limiti delle CPU precedenti basate su architettura Netburst.

Negli ultimi anni AMD è stata capace di proporre architetture server sempre più interessanti, puntando sull'incremento nel numero dei core per processore e ritagliandosi un ben definito spazio nel mercato delle soluzioni HPC oltre che in quello degli ambienti virtualizzati. Le soluzioni Opteron Shanghai prima, seguite da quelle Istanbul con architettura a 6 core, hanno permesso ad AMD di superare completamente i problemi tecnici legati alle soluzioni Barcelona. Il debutto delle soluzioni Opteron 4100 e Opteron 6100 basate rispettivamente su architettura Lisbon e Magny-Cours, avvenuto nella prima metà del 2010, ha permesso ad AMD di ottenere un vantaggio su Intel in termini di numero di core integrati per singolo processore, vantaggio che viene ulteriormente ribadito con il lancio delle soluzioni 4200 e 6200. Questo, tuttavia, deve concretizzarsi per l'azienda americana in un progressivo incremento della propria quota di mercato nel segmento server. Considerando l'interesse mostrato dai partner produttori di sistemi e la stabilità della piattaforma, oltre ad una politica di prezzi molto aggressiva soprattutto per le proposte di fascia media a più elevato volume di vendita, non è difficile ipotizzare che la presenza di AMD nel mercato server possa aumentare nel corso dei prossimi mesi.

logo_finale.jpg (21765 bytes)

Abbiamo avuto l'opportunità di discutere con Leslie Sobon, Corporate Vice President Worldwide Marketing di AMD, sulle strategie future dell'azienda americana incentrate sul mercato dei sistemi server. Con il lancio odierno AMD continua un percorso iniziato con le soluzioni Opteron 6100 e Opteron 4100 lo scorso anno, fatto di una piattaforma stabile per due generazioni di architettura consecutive e di importanti novità a livello di microarchitettura. Il fine, pensando alle esigenze dei clienti, è quello di mettere a disposizione architetture hardware che siano da un lato tali da fornire una potenza di calcolo sempre più elevata, dall'altro capaci di contenere i consumi.

Se la componente hardware, per un'azienda come AMD, è il business principale non dobbiamo sottovalutare il ruolo della componente software, che in ambio enterprise sta diventando sempre più fondamentale. Il passaggio ad architetture sempre più complesse apre spazi alla virtualizzazione, vero e proprio trend degli ultimi anni che si è manifestato parallelamente alla nascita delle prime CPU multicore: più potenza di calcolo implica maggiori risorse per virtualizzare un numero crescente di servizi. Da questo ne deriva la necessità, anche per AMD, di essere coinvolta da parte dei propri partner nell'ottimizzazione della componente software così che le proprie architetture vengano sfruttate al meglio.

In quest'ottica sono diversi gli strumenti che AMD mette a disposizione dei propri clienti. Da un lato l'integrazione, nelle nuove CPU Opteron, delle istruzioni che abbiamo indicato in precedenza: software appositamente sviluppato per beneficiare della presenza di queste istruzioni assicura notevoli incrementi prestazionali. Dall'altro un lavoro di ottimizzazione e sviluppo incentrato su Open CL, e più in generale su quei tool che permettano di programmare per architetture ibride, fornendo ai clienti e agli sviluppatori software architetture hardware ben abbinate all'ecosistema di sviluppo software.

Open CL lascia intendere come per AMD l'evoluzione delle architetture enterprise per i prossimi anni passi anche attraverso l'utilizzo di GPU accanto alle CPU; questo trend si sta manifestando progressivamente in ambito consumer con le proposte APU ma troverà proprio in ambito server la propria manifestazione più efficace. Tale migrazione sarà tanto più rapida quanto maggiore sarà la diffusione di soluzioni software in grado di beneficiare della presenza di GPU per elaborazioni di tipo parallelo. Riteniamo che l'architettura scelta da AMD per le soluzioni Bulldozer, con due unità integer affiancate da una floating point condivisa, punti proprio già dal design a implementare anche una componente GPU quale risorsa di elaborazione, verso la quale delegare ove possibile elaborazioni in virgola mobile.

Se negli ultimi 10 anni l'evoluzione del settore enterprise, nell'ottica di un produttore di architetture quale AMD, è passata attraverso multicore, virtualizzazione e più recentemente attento contenimento dei consumi di funzionamento, ci si può domandare quale sarà il trend di riferimento del settore nei prossimi anni. Leslie Sobon identifica questo in una futura maggiore adozione delle GPU in ambito server, in parallelo con le CPU, e riteniamo che questa stima sia pienamente condivisibile. Quello che è indispensabile affinché la GPU assuma un ruolo di rilievo nei datacenter è la diffusione di software in grado di sfruttare queste risorse hardware al meglio, bilanciando i punti di forza di CPU e GPU così da mettere a disposizione il miglior connubio tra potenza di calcolo e consumi. Da questo ben si capisce quanto il ruolo chiave, nella diffusione di architetture hardware sempre più complesse, sia sempre più nelle mani della componente software, strumento diretto per sfruttare al meglio le innovazioni che i produttori di CPU sviluppano e rendono disponibili sul mercato.

  • Articoli Correlati
  • Opteron 6100 e Opteron 4100: uno sguardo al mercato Opteron 6100 e Opteron 4100: uno sguardo al mercato Per un approfondimento sulla strategia di AMD nel mercato server abbiamo intervistato Roberto Dognini, responsabile per il mercato italiano della PA e grandi aziende per la casa di Sunnyvale
  • AMD Opteron serie 4100: socket C32 al debutto AMD Opteron serie 4100: socket C32 al debutto Disponibile la prima serie di processori AMD, con architettura a 6 core, per sistemi socket C32 e piattaforme sino a 2 socket. Memory controller DDR3, consumi contenuti e costi che diminuiscono sensibilmente rispetto a quelli delle soluzioni della famiglia Istanbul
  • AMD Opteron 6100: le prime CPU a 12 core AMD Opteron 6100: le prime CPU a 12 core Con le cpu della famiglia Magny-Cours AMD propone per prima architetture a 12 core per sistemi server, dotate di memory controller DDR3 quad channel; assieme ai processori al debutto anche le nuove piattaforme Socket G34, dall'anno prossimo utilizzate anche con le cpu Bulldozer
10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tengo famiglia15 Novembre 2011, 16:03 #1
hanno il moltiplicatore sbloccato?
Portocala15 Novembre 2011, 16:20 #2
Sono sceso al CED e ho controllato tutti i servers e di AMD manco 1.
allanon6015 Novembre 2011, 18:57 #3
Originariamente inviato da: Portocala
Sono sceso al CED e ho controllato tutti i servers e di AMD manco 1.


e allora? manco fosse il ced dell'NSA
Pier220415 Novembre 2011, 19:35 #4
Dei Bench prestazionali di queste CPU si possono avere? ..in particolare rispetto la controparte Intel Xeon di pari prezzo..
marchigiano15 Novembre 2011, 20:58 #5
Originariamente inviato da: Pier2204
Dei Bench prestazionali di queste CPU si possono avere? ..in particolare rispetto la controparte Intel Xeon di pari prezzo..


be le prestazioni puoi immaginarle... prendi due fx-8150, li porti da 3.6ghz a 2.5 e vedi te
Bhibu15 Novembre 2011, 22:51 #6
un dual processor con 2 di queste cpu mi servirebbe proprio!
Cocco8316 Novembre 2011, 01:45 #7
Originariamente inviato da: marchigiano
be le prestazioni puoi immaginarle... prendi due fx-8150, li porti da 3.6ghz a 2.5 e vedi te


non potevi sparare C.z..ta + grande e fare disinformazione in peggior modo... ma tanto ti si conosce..... desktop e server sono due ambiti ben diversi, sopratutto perché nei server il software è dedicato prima cosa, secondo perché ne han già vendute + di 50.000 di questi proci, cosa non da poco, con gente/aziende che han dichiarato di essere entusiasti del boost prestazionale e del risparmio in termini di consumo rispetto alla generazione precedente.... quindi prima di fare disinformazione a gratis vatti a leggere le news, quelle poche che ancora ci sono in giro..... altro che tue banali supposizioni semplicistiche e senza fondamento.

Tanto per dare conto alle parole.... leggetevi questa rece:

http://www.anandtech.com/show/5058/...terlagos-6200/9
!fazz16 Novembre 2011, 08:39 #8
Originariamente inviato da: Bhibu
un dual processor con 2 di queste cpu mi servirebbe proprio!


noi stiamo valutando un hpc quad socket ma dobbiamo valutare meglio le performance visto il costo
Bhibu16 Novembre 2011, 13:23 #9
Originariamente inviato da: !fazz
noi stiamo valutando un hpc quad socket ma dobbiamo valutare meglio le performance visto il costo


Bravi, allora spero di vedere una recensione del quad socket. Ma il prezzo?
marchigiano16 Novembre 2011, 13:58 #10
Originariamente inviato da: Cocco83
non potevi sparare C.z..ta + grande e fare disinformazione in peggior modo... ma tanto ti si conosce..... desktop e server sono due ambiti ben diversi, sopratutto perché nei server il software è dedicato prima cosa, secondo perché ne han già vendute + di 50.000 di questi proci, cosa non da poco, con gente/aziende che han dichiarato di essere entusiasti del boost prestazionale e del risparmio in termini di consumo rispetto alla generazione precedente.... quindi prima di fare disinformazione a gratis vatti a leggere le news, quelle poche che ancora ci sono in giro..... altro che tue banali supposizioni semplicistiche e senza fondamento.

Tanto per dare conto alle parole.... leggetevi questa rece:

http://www.anandtech.com/show/5058/...terlagos-6200/9


mah... intanto 50k cpu sono niente per un produttore, già se dicevi 5 milioni erano una quantità decente

poi su quel tuo confronto vedo addirittura alcuni test in cui va di più il vecchio dual-thuban e come xeon viene preso il vecchio westmere (architettura nehalem) da 95w... infatti consuma molto meno come consuma meno il dual-thuban

si vede che quei 50k li hanno venduti a alexander roshal

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^