Fort Collins HP lab: i segreti delle workstation

Fort Collins HP lab: i segreti delle workstation

Prestazioni ed affidabilità, a servizio delle esigenze dei clienti: questa è la filosofia alla base della realizzazione delle workstation HP presso i laboratori di Fort Collins, in Colorado, un luogo dove l'attenzione per i dettagli è messa al primo posto

di Andrea Bai pubblicato il nel canale Server e Workstation
HP
 

Lo sviluppo di una workstation

Come detto in apertura è presso il centro R&D di Fort Collins che prendono vita le workstation Hewlett-Packard. Nel complesso processo di progettazione sviluppo e testing delle soluzioni dell'azienda americana nulla viene lasciato al caso e tutto è frutto di attente considerazioni, ricerche, analisi e prove sul campo.

Il punto di partenza è la fase cosiddetta di concept delle soluzioni, che prevede sessioni di brainstorming nelle quale vengono prese in attenta considerazione le esigenze dei clienti relative non solo a prestazioni e funzionalità delle workstation, ma anche al loro form factor, all'ingombro e al ciclo di vita, in modo tale da poter realizzare un prodotto che sia il più possibile vicino alle richieste del pubblico e non rappresenti solamente un esercizio di stile.

Segue poi una estesa fase di testing di tutti i componenti hardware coinvolti nella configurazione di una workstation: dai processori alle schede video, dalle periferiche di storage (hard disk e SSD) alle memorie, fino agli alimentatori. Lo scopo di questa fase è quello di soddisfare due delle più importanti esigenze dei clienti e degli utenti workstation: i progettisti e gli sviluppatori selezionano infatti i componenti per misurarne le prestazioni e, soprattutto, per verificare eventuali conflitti o instabilità e permettere così di realizzare soluzioni che siano performanti ed affidabili.


Prototipi di piccoli elementi strutturali, per verificarne le loro caratteristiche meccaniche prima della messa in produzione

Nel complesso di Fort Collins si trova anche un laboratorio di prototipazione e di analisi dei materiali che ha lo scopo di individuare i materiali più adatti e le strutture più corrette per la realizzazione di tutti gli elementi che compongono lo chassis della workstation ed i vari sistemi di ritenzione ed installazione dei componenti hardware. In questo laboratorio, grazie all'impiego di due macchine per la prototipazione rapida, vengono realizzati dei sample in materiale plastico, mediante apposite resine, che vengono testati su un prototipo reale di workstation, per verificare la loro resistenza e funzionalità meccanica e per individuare eventuali falle o anomalie. Anche in questo caso si tratta di un laboratorio che riverste un'importanza chiave, nella filosofia di sviluppo di HP, dal momento che l'affidabilità di una workstation non riguarda semplicemente la stabilità e le prestazioni del sistema hardware ma si applica anche alla sua costruzione e alla resistenza meccanica di tutti i componenti coinvolti.

Considerando quanto variegato sia il parco clienti delle workstation HP, l'azienda americana deve assicurare che le proprie soluzioni siano in grado di operare perfettamente in molte condizioni ambientali. Ecco perché all'interno del centro di Fort Collins si trova una sezione dedicata ad una serie di test condotti a varie temperature, pressioni e percentuali di umidità, in maniera tale che sia possibile verificare se determinati parametri ambientali possano causare qualche anomalia di funzionamento dei sistemi.

Nulla in questo centro, come abbiamo già detto, è lasciato al caso. Con HP che consegna le propre workstation in ogni angolo del mondo, un passaggio chiave della fase di test è costituito dalla simulazione degli eventuali shock cui i prodotti possono essere soggetti nella fase della distribuzione attorno al mondo. Le workstation campione, confezionate nel loro imballo originale, lo stesso che viene usato per il trasporto e la consegna, vengono sottoposte ad una serie di stress test che prevedono vibrazioni, cadute da circa un metro e impatti violenti, allo scopo di ricreare quelli che sono i traumi cui un pacco può andare incontro durante un trasporto. Le workstation vengono quindi accuratamente analizzate per verificare la presenza di eventuali danneggiamenti e, se possibile, trovare un modo per ridurrne il più possibile l'occorrenza.

 
^