Il PC è morto? Tutt'altro, parola di HP

Il PC è morto? Tutt'altro, parola di HP

Stiamo vendendo PC quanto mai prima: queste le parole di uno dei più grossi partner di HP sul suolo statunitense. In ambito retail e professionale il PC, anche desktop, non è morto, i pezzi introdotti sul mercato sono in crescita e la fine di Windows XP pone nuove opportunità

di Roberto Colombo pubblicato il nel canale Server e Workstation
HPWindowsMicrosoft
 

Una gamma completa per il mondo retail

La solidità e la capacità di fornire in futuro nuove soluzioni al passo coi tempi sono due aspetti chiave per la scelta di un partner di lungo corso e tutto l'evento HP Discover ha ruotato intorno a questa idea. In particolare nel settore small business e retail HP ha messo in mostra le sue nuove soluzioni, studiate per permettere un passaggio da XP ai nuovi sistemi operativi di casa Microsoft a realtà di tutte le dimensioni. L'offerta, basata sui nuovi processori Intel Haswell, si articola con i top di gamma HP EliteOne 800 G1 All-in-One e HP EliteDesk 800 G1, oltre ai più abbordabili HP ProDesk 600 G1 e AiO ProOne 600 G1, tutti disponibili con una ampia gamma di configurazioni, anche in merito al sistema operativo Windows con cui equipaggiarli

In questo settore, ad esempio le soluzioni All-in-One con display touchscreen hanno una penetrazione maggiore dell'ambito consumer/casalingo e buone possibilità di crescere in futuro. Non è raro vedere soluzioni del genere utilizzate alla cassa o in situazioni simili. Per questa ragione oltre al touchscreen le soluzioni sono equipaggiabili anche con tecnologie NFC, per essere già pronti per alcune delle tecnologie di pagamento che dovrebbero fare breccia in futuro.

In ambito retail alle soluzioni desktop e All-in-One HP affianca anche una soluzione mobile point-of-sale settore basata sul suo tablet HP ElitePad: si tratta di un apparecchio x86 con Windows 8 da dieci pollici che unisce alle funzioni del tablet un corpo rinforzato dotato di batteria supplementare per offrire una intera giornata di uso ininterrotto, un lettore di codici a barre e un lettore di carte di credito. Si tratta, secondo HP, del mezzo perfetto per equipaggiare commessi e camerieri: per fornire supporto al cliente, ad esempio, sulle taglie disponibili, su colori, sulla disponibilità interrogando direttamente il magazzino o i fornitori ed effettuare direttamente gli acquisti senza passare dalla cassa.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo17 Giugno 2013, 14:53 #1
Cavolo a leggere le prime righe sembrava quasi che stessi vivendo su un altro pianeta, poi andando avanti invece si parla di ambito business in effetti ...
Utonto_n°117 Giugno 2013, 15:20 #2
il tablet con corpo rinforzato e un lettore di carte di credito/bancomat: lo vedo una gran bella cosa anche per i camerieri, prendere ordinazioni e ricevere i pagamenti tutto al tavolo con un unico dispositivo
Gran bella trovata, solo che molti locali eviteranno per un problema di tracciabilità, che in in Italia con l'evasione...
demon7717 Giugno 2013, 15:25 #3
Chiaro che il pc con tutti i nuovi device ha subito delle perdite.. adesso un sacco di cose che prima potevi farle solo col pc adesso puoi farle anche con tablet e smartphone..
Ma in ambito lavorativo è insostituibile (almeno adesso poi chissà.
Quindi il pc "morto" probabilmente non lo vedremo mai.. o lo vedremo così trasformato che sarà irriconoscibile, ma ci vorranno parecchi anni.
threnino17 Giugno 2013, 15:47 #4
Originariamente inviato da: Utonto_n°
il tablet con corpo rinforzato e un lettore di carte di credito/bancomat: lo vedo una gran bella cosa anche per i camerieri, prendere ordinazioni e ricevere i pagamenti tutto al tavolo con un unico dispositivo
Gran bella trovata, solo che molti locali eviteranno per un problema di tracciabilità, che in in Italia con l'evasione...


Certo, è una normale evoluzione di quello che GIA' fanno in nordamerica OGGI.
In più credo si potrà mostrare qualche foto dei piatti del menù essendo un tablet.

Piccolo aneddoto. Montreal - Canada.
Cena in un Pub dove ognuno prende qualcosa di diverso, bere - mangiare - altro.

Al momento di pagare il conto, 20 persone al tavolo, la cameriera ha passato il POS ad ogni cliente dove ognuno ha pagato con carta la propria consumazione e ha dato la mancia (tip) che riteneva opportuna, tutto lì al momento. 20 transazioni tutte differenti. E fanno così ovunque, io pagavo 5$ di caffè+muffin+bibita con carta di credito.
Prova a chiedere la stessa cosa in qualsiasi pizzeria-ristorante italiano
Cappej17 Giugno 2013, 16:10 #5
Originariamente inviato da: threnino
Certo, è una normale evoluzione di quello che GIA' fanno in nordamerica OGGI.
In più credo si potrà mostrare qualche foto dei piatti del menù essendo un tablet.

Piccolo aneddoto. Montreal - Canada.
Cena in un Pub dove ognuno prende qualcosa di diverso, bere - mangiare - altro.

Al momento di pagare il conto, 20 persone al tavolo, la cameriera ha passato il POS ad ogni cliente dove ognuno ha pagato con carta la propria consumazione e ha dato la mancia (tip) che riteneva opportuna, tutto lì al momento. 20 transazioni tutte differenti. E fanno così ovunque, io pagavo 5$ di caffè+muffin+bibita con carta di credito.
Prova a chiedere la stessa cosa in qualsiasi pizzeria-ristorante italiano


Aggiungiamo, in un imminente futuro, anche NFC...
Se vioi una reale lotta all'evasione ma sopratutto un sistema "money-less", senza banconota e quindi tutto tracciabile, dobbiamo veramente abituarci al micro.credito...
Gianco12217 Giugno 2013, 16:21 #6
stamattina sono stato in un ufficio postale, arriva il mio turno vado allo sportello e faccio quello che dovevo, ad un tratto va via la corrente, una banale microinterruzione, succede....

solo che tutti i terminali si sono spenti....

domanda ma non avete un gruppo di continuità, quello si volta e mi ride in faccia, poi si fa serio e dice il gruppo ci sta solo che non viene fatta la manutenzione dal 2000, quando ci fu la paura del bug....

e noi speriamo negli effetti speciali nei pagamenti, qua non ci sono nemmeno quelli normali, come pagare una bolletta...

ed oltretutto il fatto della vendita dei pc è una bufala, in casa ormai nemmeno un notebook comprano piu e negli uffici....

quelli stanno chiudendo tutti...
amd-novello17 Giugno 2013, 18:45 #7
Originariamente inviato da: threnino
Al momento di pagare il conto, 20 persone al tavolo, la cameriera ha passato il POS ad ogni cliente dove ognuno ha pagato con carta la propria consumazione e ha dato la mancia (tip) che riteneva opportuna, tutto lì al momento.


ah che bello!! qui ogni volta si paga tutti insieme e si deve fare il calcolo di chi ha preso cosa!!!

che odio
blobb17 Giugno 2013, 18:54 #8
Originariamente inviato da: threnino
Certo, è una normale evoluzione di quello che GIA' fanno in nordamerica OGGI.
In più credo si potrà mostrare qualche foto dei piatti del menù essendo un tablet.

Piccolo aneddoto. Montreal - Canada.
Cena in un Pub dove ognuno prende qualcosa di diverso, bere - mangiare - altro.

Al momento di pagare il conto, 20 persone al tavolo, la cameriera ha passato il POS ad ogni cliente dove ognuno ha pagato con carta la propria consumazione e ha dato la mancia (tip) che riteneva opportuna, tutto lì al momento. 20 transazioni tutte differenti. E fanno così ovunque, io pagavo 5$ di caffè+muffin+bibita con carta di credito.
Prova a chiedere la stessa cosa in qualsiasi pizzeria-ristorante italiano


il problema italiano oltre una certa mentalità, sono le banche che si prendono oneri per le transazioni da furto
amd-novello17 Giugno 2013, 18:56 #9
vero. per molti farti pagare meno di 10 euro vuol dire rimetterci

è assurdo e il bello che le banche trovano anche delle scuse. come le compagnie telefoniche con la truffa del costo di ricarica che non c'era negli altri paesi poi tolto anche qui
deglia17 Giugno 2013, 19:02 #10
Originariamente inviato da: Gianco122
stamattina sono stato in un ufficio postale, arriva il mio turno vado allo sportello e faccio quello che dovevo, ad un tratto va via la corrente, una banale microinterruzione, succede....

solo che tutti i terminali si sono spenti....

domanda ma non avete un gruppo di continuità, quello si volta e mi ride in faccia, poi si fa serio e dice il gruppo ci sta solo che non viene fatta la manutenzione dal 2000, quando ci fu la paura del bug....

e noi speriamo negli effetti speciali nei pagamenti, qua non ci sono nemmeno quelli normali, come pagare una bolletta...

ed oltretutto il fatto della vendita dei pc è una bufala, in casa ormai nemmeno un notebook comprano piu e negli uffici....

quelli stanno chiudendo tutti...


ciao...io faccio assistenza agli uffici PT.l'impiegato ti ha detto una cosa non vera.innanzi tutto gli ups usati negli uffici postali garantiscono che i pc rimangono accesi solo per qualche secondo (5/10 giusto x salvare i dati) quando salta la corrente.perchè per alimentare un pc anche solo per qualche minuto,servono ups ben più grandi.il problema semmai è che non ci sono soldi per cambiare le batterie (che costano parecchio) e quindi in molti uffici durano meno di quanto dovrebbero.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^