Quadro FX preview

Quadro FX preview

Analizzata la nuova soluzione professionale di nVidia, basata sul progetto NV30 e in grado di sfruttare al meglio il linguaggio Cg. Comprende un'intervista a Luciano Alibrandi, Technical Marketing Manager di nVidia

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Server e Workstation
NVIDIAQuadro
 

Le schede Quadro FX

La gamma di schede Quadro FX si compone di due modelli, esattamente come due sono i modelli della serie GeForce FX per sistemi desktop: Quadro FX 1000 e Quadro FX 2000. Le due schede si distinguono per le frequenze di lavoro di chip e memoria video, non ufficialmente dichiarate da nVidia, e per alcune caratteristiche accessorie. Un dato ufficioso è la frequenza di clock delle memorie DDR II della scheda top della gamma, pari a 500 Mhz (1 Ghz effettivo) come per le schede GeForce FX 5800 Ultra.

B_Q_FX1000_S.jpg (18982 bytes)
Quadro FX 1000

B_Q_FX2000_S.jpg (17700 bytes)
Quadro FX 2000

Le principali caratteristiche tecniche delle due schede Quadro FX fanno riferimento alla qualità d'immagine: la GPU, infatti, è dotata di pipeline con precisione a 128bit (precisione a 32bit per ciascun colore RGBA), che garantisce una superiore qualità complessiva. La sub-pixel precision raggiunge i 12 pixel, valore ben superiore a quanto in precedenza ottenibile con schede video di fascia professionale: una precisione sub-pixel così elevata garantisce una superiore definizione tra gli elementi geometrici, eliminando artifatti generati in fase di rasterizzazione delle scene. Al pari della scheda GeForce FX anche le Quadro FX supportano Full Screen Anti Aliasing sino a 16x, elemento che combinato ad un ridotto decadimento prestazionale permette di migliorare ulteriormente la qualità delle scene, soprattutto in modalità Wireframe. On board sono integrati RamDAC da 400 Mhz e presenti due connettori DVI, con possibilità di utilizzare configurazioni dual monitor con display TFT anche ad elevate risoluzioni.

Il chip Quadro FX vanta, ovviamente, supporto a Pixel e Vertex Shaders con specifiche superiori a quelle 2.0; in dettaglio abbiamo:

Vertex Shaders 2.0+:

  • Generalized Vertex Processing;
  • Up to 65536 vertex instructions;
  • 256 constants;
  • Loops & Branching;
  • Call & Return – Subroutines.

Pixel Shader 2.0+:

  • Generalized Pixel Shading;
  • Full instruction set for pixels;
  • Up to 2048 shader instructions;
  • Up to 16 textures per pixel;
  • Conditional execution;
  • Arbitrary Texture Filters.

La scheda Quadro FX 2000 verrà inoltre commercializzata, a partire da Marzo 2003, in una versione particolare dotata di funzionalità Genlock/Framelock; queste permettono di sincronizzare il refresh dei frame utilizzando un segnale esterno oppure attraverso sistemi molteplici, così da eliminare il tearing dell'immagine attraverso display affiancati e continui (si pensi ad esempio a vari proiettori affiancati per ottenere un'unica area riproduttiva con larghezza in pixel molto elevata).

Per quanto riguarda il sistema di raffreddamento, la scheda Quadro FX 2000 occupa con i dissipatori di calore anche l'area a fianco dello Slot AGP, rendendo inutilizzabile il primo Slot PCI. la scheda Quadro FX 1000, invece, utilizza il solo Slot AGP con un dissipatore di calore per il chip video simile a quello delle schede GeForce 4 Ti.

I prezzi indicativi, in Euro, per le due schede sono sensibilmente superiori a quelli delle soluzioni per gaming basate su chip NV30: la scheda Quadro FX 2000 verrà venduta ad un prezzo ufficiale di 1.899€ + IVA, mentre quella Quadro FX 1000 a 1.199€ + IVA; entrambe le schede hanno dotazione di memoria video di 128 Mbytes.

 
^