Google Apps for business: novità anche per le aziende

Google Apps for business: novità anche per le aziende

Le nuove Google Apps offrono numerosi strumenti e soluzioni dedicati alle aziende, con i servizi cloud-based ad assumere un'importanza sempre più preponderante

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale Software
Google
 

Le novità delle Google Apps

Google ha rinnovato nei giorni scorsi la propria offerta dedicata alle imprese e al mondo dei professionisti. Si tratta delle nuove Google Apps migliorate e ampliate utilizzando anche servizi già disponibili per la clientela consumer. Proprio su questo dettaglio Luca Giuratrabocchetta, Country Manager Italy per la divisione enterprise di Google, ha insistito parecchio: oltre alle già note funzionalità di Google Documents, Calendar, Gmail e Sites la casa di Mountain View ha riconfezionato alcuni servizi inserendoli nelle proprie offerte professionali. Già in passato, sostiene Google, alcuni utenti aziendali utilizzavano Picasa per condividere immagini con il proprio gruppo di lavoro, giusto per fare un esempio, ora questa opzione è stata inserita nelle Google Apps, quindi è raggiungibile da un unico login e gestibile da un'unica console di management.

Le nuove web application vengono offerte in tre differenti pacchetti: Google Apps è l'offerta gratuita entry level con spazio di storage limitato a 10GB, opzioni di amministrazioni minimali e adatta alle aziende di piccole dimensioni; la vera offerta professionale di Google è denominata Google Apps for business e integra anche le funzionalità video per condivisione di filmati e videoconferenze. C'è poi un terzo prodotto gratuito destinato al mondo delle scuole e delle università.

Per l'azienda che sceglie Google Apps for business il costo per ogni proprio utente per quanto riguarda i servizi offerti da Google si limita a 40 Euro anno, a cui si sommano necessariamente i costi relativi al dispositivo di accesso e di connettività. Ciò che rimane significativo è il quasi totale azzeramento dei costi di licenza sui client.

La nuova offerta di Google Apps è automaticamente disponibile anche per chi ha sottoscritto i propri contratti in passato: le nuove apps saranno accessibili ma dovrà essere l'amministratore IT a associare i relativi permessi in base alle esigenze dell'utente. Per queste operazioni si può contare su un'interfaccia di gestione unificata attraverso la quale configurare le opzioni associate ai differenti profili di utente. Detto questo si tenga presente la natura del servizio offerto da Google completamente in cloud, quindi tutte le modifiche apportate al profilo di un'utente saranno immediatamente applicate senza accedere fisicamente al PC e nemmeno agendo da remoto.

In uno scenario di questo tipo non è più il PC a essere gestito, ma il solo profilo utente con tutto ciò che ne consegue sul piano della sicurezza e della continuità del servizio. Infatti, in caso di malfunzionamento del PC utilizzato o in seguito a un malaugurato furto l'IT manager potrà disabilitare o cambaire le credenziali a un determinato utente, rendendo di fatto immediatamente produttivo il nuovo PC dell'utente e, al contempo, proteggendo dati e accesso ai servizi.

 
^