Informatica e Formula 1: a Monza con il Team Lotus

Informatica e Formula 1: a Monza con il Team Lotus

Microsoft Dynamics ci ha invitati al Paddock della Lotus durante lo scorso Gran Premio di Monza. È stata l'occasione ideale per approfondire il legame tra il mondo della Formula 1 e le soluzioni software più avanzate, oltre che per parlare direttamente con Patrick Louis, CEO del Team Lotus di Formula 1, e Pepijn Richter, Director of Product Marketing per Microsoft Dynamics AX.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Software
Microsoft
 

Intervista

Concludiamo questo speciale sulla tecnologia Microsoft Dynamics con l'intervista a Pepijn Richter, Director of Product Marketing per Microsoft Dynamics AX. Pepijn è nato in Olanda, ma ormai da diversi anni lavora nel Microsoft Campus di Seattle. Offre a Microsoft 22 anni di esperienza nella logistica e nella produzione. Dal 2001, Pepijn ha lavorato per Microsoft in vari ruoli tra cui la formazione, la pre-vendita, la gestione del prodotto e il marketing, sia a livello nazionale che internazionale. Come direttore del Product Marketing, è responsabile di tutto il marketing per Microsoft Dynamics AX, lavorando a stretto contatto con i team di ricerca e sviluppo. Pepijn ci ha parlato anche della realtà lavorativa della zona di Seattle, che accoglie tante imprese, tra cui anche Nintendo, Google e Valve. Si tratta di un'area quasi interamente dedicata allo sviluppo di software, dove i grandi produttori battagliano tra di loro per accaparrarsi i migliori talenti del mondo dello sviluppo disponibili nell'area. Una situazione che, purtroppo, da noi è praticamente rovesciata, visto che abbiamo tantissimi talenti e poche, o nulle, opportunità di lavoro.

Business Magazine: Come si configura oggi il mercato dei gestionali e che ruolo occupa Microsoft Dynamics all'interno di esso?

Pepijn Richter: Microsoft Dynamics ha un ruolo determinante, perché può vantare una larga fetta del mercato. E questo vale sia a livello mondiale che in relazione ai vari segmenti in cui il mercato si divide. Per conquistare il mercato hai la necessità di superare certe barriere di qualità. La strategia Dynamics per i vari mercati prevede, poi, differenti prezzi a seconda del settore di competenza. La nostra offerta è misurata sulle esigenze cliente e varia in funzione del tipo di organizzazione. Per ognuno di questi tipi di impresa siamo in grado di offrire prodotti di tipo ERP o CRM, e ognuna di esse può scegliere tra un range di diverse applicazioni. Se si guardano agli altri protagonisti del mercato, è difficile individuare una varietà di soluzioni così ampia.

Business Magazine: Che tipo di supporto Microsoft Dynamics può offrire al Team Lotus e al mondo della Formula 1?

Pepijn Richter: Abbiamo con Lotus un accordo dalla durata di diversi anni. Innanzitutto, forniamo loro supporto per le operazioni finanziarie. Dynamics funziona attraverso altre componenti sviluppate da Microsoft, come i database che possono essere utilizzati in questo caso anche per la gestione delle componenti fisiche e delle risorse umane. È un accordo a lunga scadenza, che acqusirà nuove modalità nei prossimi anni.

Business Magazine: Cosa offrono Microsoft Dynamics ERP e CRM ai clienti in più rispetto agli altri gestionali oggi disponibili sul mercato?

Pepijn Richter: I sistemi ERP e i sistemi CRM rappresentano le due soluzioni che offriamo ai nostri clienti. Per quanto ci riguarda, stiamo innanzitutto attenti ai costi per le imprese. Mentre, fra le funzioni esclusive, si ha la possibilità di esportare i dati Dynamics in Excel e di gestirli direttamente all'interno di quest'ultimo. Qualsiasi feature è compatibile con Excel. Il secondo grande vantaggio che gli strumenti Microsoft offrono riguarda, quindi, la possibilità di utilizzare le piattaforme Microsoft per circondare le applicazioni business.

Business Magazine: Quali sono gli elementi chiave per il successo di un'organizzazione commerciale oggi? E come Microsoft Dynamics può essere d'aiuto?

Pepijn Richter: Innanzitutto, bisogna guardare al lato business di un'organizzazione. Da questo punto di vista ogni singola operazione deve funzionare alla perfezione, perché ogni cosa ha un impatto sulla reputazione dell'impresa. Per quanto riguarda il livello economico, invece, nuovi competitor possono raggiungere il mercato, e solo dopo sei mesi dal loro ingresso il tipo di competizione nel settore può cambiare radicalmente. La reputazione della tua impresa, in queste condizioni, normalmente cambia, così come cambiano le aspettetative degli utenti sull'impresa. La gente oggi stravede per le app, per i dispositivi cellulari e per i videogiochi, e si aspetta che anche le applicazioni business abbiano lo stesso tipo di interfaccia utente. Dal punto di vista IT, il mercato è cambiato radicalmente, ed è molto importante mantenere una reputazione alta agli occhi degli utenti e soddisfare le loro esigenze. Hai bisogno di offrire loro diversi tipi di applicazione, perché hanno un numero maggiore di esigenze. Dal punto di vista business, invece, bisogna offrire alle aziende software sempre più amichevoli e di facile accesso. Ed è per questi motivi che pensiamo che le partnership come quella con Lotus siano importanti. Per le imprese come Lotus ogni decisione ha un impatto su vari aspetti: su come l'azienda viene vista dai consumatori, dal punto di vista finanziario, dal punto di vista dell'organizzazione interna e delle prestazioni in pista in questo caso. Tutte le decisioni devono scaturire da un processo di valutazione ben preciso, che può essere migliorato tramite software. Queste aziende devono prendere decisioni rapidamente, per cui i sistemi informatici possono aiutare considerevolmente.

Business Magazine: Come è cambiato il mondo delle relazioni con i clienti con l'avvento dei social? Microsoft Dynamics offre delle soluzioni per mettere in atto le strategie aziendali tramite i social?

Pepijn Richter: Si. I social hanno già cambiato molte cose e ne cambieranno molte altre in futuro. Ci sono diversi modi di guardare ai social. Il modo più facile è guardarli dal punto di vista retail e delle soluzioni retail. In questo ambito, permettiamo alle aziende di offrire direttamente ai loro clienti dei prodotti tramite i loro store digitali, che possono essere condivisi anche tramite i social network. I clienti finali hanno delle carte di fedeltà che possono usare anche attraverso i dispositivi mobile. Inoltre, quando sono nei negozi fisici queste carte, tramite tecnologia Nfc, permettono di pagare rapidamente, e consentono di accedere con facilità alle offerte promozionali. Stiamo implementando tutte queste funzioni nella maggior parte dei nostri prodotti. Ma ci sono modi più avanzati per sfruttare i social network e diversi modi per integrare i prodotti all'interno di essi. Sono solamente i primi sforzi di integrazione con i social network, mentre altre soluzioni arriveranno in futuro. Delta Airlines, ad esempio, sta già utilizzando i nostri sistemi attraverso i dispositivi Nokia. Tramite le applicazioni mobile per Windows 8 i clienti di Delta Airlines possono fare acquisti nei duty free all'interno degli aeroporti o tenere monitorato lo stato dei voli. I dispositivi Nokia, infatti, integrano il software Microsoft Dynamics per espletare tutte queste funzioni.

Business Magazine: So di metterti in difficoltà, ma posso chiederti la tua idea personale a proposito dell'acquisizione di Nokia da parte di Microsoft?

Pepijn Richter: È molto difficile per me rispondere perché non è il mio settore. Posso dire che dal mio punto di vista è un'operazione molto importante che ci porterà verso una linea completamente nuova di dispositivi. Per esempio, dal punto di vista della Delta Airlines, che abbiamo visto prima, ci potranno essere soluzioni uniche che integrano dispositivi Nokia, applicazioni business e servizi. D'altronde, Nokia e Microsoft collaborano già da tempo, per cui si tratta di una relazione senz'altro già oliata. Si tratta da un lato di capire come combinare i vari formati e dispositivi già disponibili, e dall'altro lato che tipo di nuovi prodotti potranno essere lanciati.
21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Krusty9312 Settembre 2013, 16:34 #1
Gran bell'articolo, non c'è che dire
Paganetor12 Settembre 2013, 16:58 #2
concordo, ottima analisi!

PS: l'articolo spiega la foto di Rosario su FacciaLibro in cui sembra che che gli siano passati con un motorhome su un piede.
Tasslehoff12 Settembre 2013, 17:26 #3
Non voglio tediarvi con la solita critica riguardo alle markette Microsoft, per dimostrare che questo articolo non lo è vi invito a pubblicarne uno simile sui sistemi informativi forniti da IBM usati dai tornei di tennis del cirtuito ATP, inclusi tornei del grande slam e masters.
Obelix-it12 Settembre 2013, 17:56 #4
Originariamente inviato da: Tasslehoff
Non voglio tediarvi con la solita critica riguardo alle markette Microsoft, per dimostrare che questo articolo non lo è vi invito a pubblicarne uno simile sui sistemi informativi forniti da IBM usati dai tornei di tennis del cirtuito ATP, inclusi tornei del grande slam e masters.


Ma ci sei o ci fai ?? IBM mica paga....

Pepijn Richter, Director of Product Marketing

Intervista tecnica eh ??
Krusty9312 Settembre 2013, 17:59 #5
Originariamente inviato da: Tasslehoff
Non voglio tediarvi con la solita critica riguardo alle markette Microsoft, per dimostrare che questo articolo non lo è vi invito a pubblicarne uno simile sui sistemi informativi forniti da IBM usati dai tornei di tennis del cirtuito ATP, inclusi tornei del grande slam e masters.


L'articolo inizia cosi: [I]"Nello scorso fine settimana siamo stati invitati da Microsoft ad assistere..."[/I]

Secondo te si entra così nel paddock di F1?
Obelix-it12 Settembre 2013, 18:13 #6
Originariamente inviato da: Krusty93
L'articolo inizia cosi: [I]"Nello scorso fine settimana siamo stati invitati da Microsoft ad assistere..."[/I]

Secondo te si entra così nel paddock di F1?


chissa' se l'hanno scritto loro , l'articolo, o se faceva parte anche quello del 'pacchetto microsoft'....
pWi12 Settembre 2013, 18:25 #7
Originariamente inviato da: Paganetor
concordo, ottima analisi!

PS: l'articolo spiega la foto di Rosario su FacciaLibro in cui sembra che che gli siano passati con un motorhome su un piede.


perché dici che mi è passato un motorhome sopra?
Obelix-it12 Settembre 2013, 18:27 #8
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
I tecnici di Lotus ci spiegano che durante queste fasi vengono raccolti dati per 18 MB per ogni giro di ciascuna monoposto. Alla fine del week end di corse, Lotus accumula complessivamente, tra le due vetture, 50 GB di dati.

Posso dire che c'e' qualcosa che non mi quadra???

50 gb di dati sono 50.000 mb di dati (*), e a 18mb al giro ci vogliono un 1.389 giri per ciascuna vettura per accumularli.

Visto che il miglior risultato sul giro e' attorno a 1'20", ci vogliono circa 31ore per farli (omettendo bazzecole quali fare il pieno di benzina, cambiare le gomme ed altro) per fare giusto quegli 8.000 km in 3 gg.

il che vuol dire stare in pista un 10 ore al giorno abbondanti....

Non lo so perche', ma non mi quadra molto...

(*) considerand0 1gb = 1.000mb, se li considerimao a 1.024 peggiora ancora...
opelio12 Settembre 2013, 18:45 #9
Originariamente inviato da: Tasslehoff
Non voglio tediarvi con la solita critica riguardo alle markette Microsoft, per dimostrare che questo articolo non lo è vi invito a pubblicarne uno simile sui sistemi informativi forniti da IBM usati dai tornei di tennis del cirtuito ATP, inclusi tornei del grande slam e masters.


Fallo tu invece di imporlo agli altri e poi lo proponi alla redazione.
DarkmanDestroyer12 Settembre 2013, 21:13 #10
@obelix-it
magari han dimenticato uno zero... 18 mb di dati in un giro mi sembrano pochi... telemetria, dati motore, telaio, sospensioni gomme sismetmi idraulici, serbatoi vari (mettiamoci pure che salvano i dati delle radio)...
insomma, diventerebbero circa 138 giri per gara, il che tra libere qualifiche e gara può anche starci (per singolo pilota, ricordo che alonso giusto a monza nelle prime libere aveva fatto 25 giri per provare la tenuta e la decadenza elle gomme).

quanto a M$... s'è fatta parecchio pubblicità con questo articolo
però mica ha invitato anche gli appassionati in tribuna alla prima variante a fare un giro per i box....
egoista M$ >.>

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^