SecureNet3: la tua LAN in una black box

SecureNet3: la tua LAN in una black box

SecureNet 3 vuole essere una risposta ai problemi legati alla connettività ed alla sicurezza informatica, all'interno di piccole o medie aziende. Una scatola nera con Linux Debian che fa da guardiano; amministrazione e upgrade da remoto

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale Software
 

Caratteristiche tecniche - descrizione hardware

Riassumiamo qui di seguito le caratteristiche tecniche salienti del SecureNet 3:

  • 2 Porte ethernet: LAN e WAN
  • RAM 128 Mb
  • Disco fisso: > 20Gb
  • DHCP
  • Gestione IP (NAT, PAT, routing, ip alias)
  • Gestione tramite web browser
  • Network Access Rules (per abilitare / disabilitare talune macchine della rete)
  • POP3 e SNMP (opzionale)
  • Diagnostica del traffico di rete tramite interfaccia web
  • Aggiornamento automatico del sistema da parte del produttore con contratti che prevedono diversi livelli di sicurezza, definibili dall'Utente ( da 1 a 5)


Descrizione hardaware

Il SecureNet 3 si presenta con un box nero, assai anonimo e sul pannello frontale sono presenti il pulsante di accesione e 3 led per monitorare funzionamento dell'harddisk, della rete e la presenza di alimentazione. In caso di black out, il SecureNet 3 è configurato per accendersi in automatico al ripristino dell'alimentazione di rete.

Il retro del SecureNet 3 accoglie le 2 porte ethernet, e le tradizionali porte presenti sulla scheda madre Epia, ovvero uscita vga, PS2, usb, connettori audio ecc; tutti componenti inutilizzati nel SecureNet3.


Il cuore hardware del SecureNet 3 è una scheda mini itx di Epia, che pur essendo equipaggiata con un processore non potentissimo (C3 a 533MHz), riesce a garantire le prestazioni necessarie. La memoria RAM di sistema prevede un modulo da 128MB (di cui 8 in sharing con la sottosezione video integrata).

Il disco di sistema è un modello di Maxtor dalla capacità di 20GB, la cui storia non è propriamente felice, infatti tale serie è famosa per improvvisi e frequenti crash. Su un dispositivo "strategico" come il SecureNet 3 saebbe opportuno adottare un disco un pò più affidabile.

All'interno del case sono disponibili anche piccole feritoie per l'installazione di eventuali ventole di raffreddamento. Per un impiego "standard" del SecureNet 3, l'installazione di tali componenti può sembrare superfluo, ma "nascondendo" la scatola nera in qualche anfratto poco ventilato, potrebbe essere consigliata una ventolina accessoria (ovviamente rinunciando ad un pò di silenziosità!).

Le due schede di rete presenti, vengono utilizzate per la connessione al modem/router ADSL e per la connessione allo switch per quanto riguarda il lato LAN.


Abbiamo saputo dallo staff di sviluppatori che è allo studio una versione di SecureNet 3 con modem ADSL integrato, un'ulteriore semplificazione per l'utente, che dovrà semplicemente collegare il cavo telefonico ed un cavo di rete. In tal modo verranno anche risolti eventuali problemi dovuti alla presenza di un router a monte del SecureNet 3.

 
^