Netgear Powerline: la LAN su rete elettrica

Netgear Powerline: la LAN su rete elettrica

Netgear propone una serie di prodotti che utilizzano le specifiche Homeplug, attraverso cui è possibile realizzare una rete domestica sfruttando il cabalggio elettrico. Disponibile anche un kit con access point wi-fi per collegare postazioni non raggiungibili con cablaggi tradizionali

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale TLC e Mobile
 

Consorzio Homeplug e Netgear

Netgear fa parte di un consorzio di aziende a capo dello sviluppo di Homeplug, una sorta di "protocollo" dedicato a dispositivi che utilizzano i cavi elettrici come mezzo trasmissivo.

Il concetto alla base di Homeplug è relativamente semplice, ovvero due stazioni remote se opportunamente costruite, possono scambiarsi informazioni utilizzando i normali cavi elettrici.
Questo assunto estremamente semplice si complica nel momento in cui si considera la realtà, ovvero ogni installazione elettrica è diversa dall'altra in una miriade di variabili, senza considerare che i cavi elettrici sono costruiti per trasportare energia e non segnali ad alta frequenza.

A ulteriore complicazione, le condizioni di trasmissioni cambiano non appena viene collegato alla rete elettrica un nuovo dispositivo: alimentatori e motori elettrici sono i dispositivi che più incidono su questo fattore.
Le tecnologie alla base dei prodotti Homeplug utilizzano alcune modalità adattive che permettono di variare alcuni parametri della modalità di trasmissione in funzione di eventuali interferenze e attenuazioni che si presentano nel collegamento.

Dalle informazioni raccolte in rete (vi segnaliamo questo indirizzo), si apprende che in linea di principio i dispositivi Homeplug sono in grado di funzionare tra 2 prese elettriche collegate all'interno dello stesso impianto elettrico, a valle di un trasformatore.
Da ciò si evince che le mura perimetrali e gli interruttori di ogni unità abitativa non sono grossi ostacoli per questi dispositivi, ma l'isolamento galvanico garantito da un trasformatore non può essere superato.

Quanto appena descritto si traduce nella possibilità di collegare tra loro locali non necessariamente appartenenti al medesimo appartamento o ufficio; ciò può avere una valenza positiva perchè offre estrema flessibilità alla rete, ma pone qualche problema in termini di sicurezza e privacy.
Per soddisfare anche le problematiche di riservatezza è prevista la crittografia dei dati trasmessi.

 
^