Netgear Powerline: la LAN su rete elettrica

Netgear Powerline: la LAN su rete elettrica

Netgear propone una serie di prodotti che utilizzano le specifiche Homeplug, attraverso cui è possibile realizzare una rete domestica sfruttando il cabalggio elettrico. Disponibile anche un kit con access point wi-fi per collegare postazioni non raggiungibili con cablaggi tradizionali

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale TLC e Mobile
 

Analisi delle prestazioni velocistiche e della portata utile

Per questa prova abbastanza atipica abbiamo applicato i principali criteri usati per tutti i nostri test su dispositivi wi-fi.
Abbiamo condotto le prove relative al throughput ricreando delle condizioni ideali, staccando dalla rete elettrica eventuali dispositivi di disturbo, e connettendo l' XE102 a una rete ethernet appositamente creata.
I test relativi alla portata hanno sfruttato le consuete postazioni individuate nei nostri laboratori.

Questa metodologia ci permetterà un confronto diretto con altre soluzione wi-fi provate in precedenza, premettiamo da subito che il nostro obiettivo non è determinare quanto il kit sia "veloce", ma i numeri permetteranno di capire le possibilità offerte dalle tecnologie Powerline.

La prova per la determinazione del throughput massimo è stata condotta trasferendo un archivio campione tra due client posto ai due capi del collegamento elettrico, la misurazione è stata effettuata con il software NetperSec.

I risultati sono inferiori rispetto a quanto misurato in test wireless precedenti, segno che l'utilizzo delle tecnologie Homeplug e dei cavi di rete come mezzo trasmissivo costituisce un significativo collo di bottiglia al collegamento.
I valori rilevati trovano conforto anche in alcune analisi proposte dallo stesso consorzio Homeplug, secondo alcuni documenti in rete la velocità reale di queste soluzioni e di circa 6Mbps a fronte di un transfer rate teorico si 13Mbps.

Il grafico precedente mette a confronto i risultati in termini di Throughput del kit Netgear Poweline con altre soluzioni wi-fi testate in precedenza.

Al puro test di velocità di trasferimento si è voluto affiancare un test relativo alla portata del segnale e alla sua qualità in funzione della distanza tra client e access point.

Il grafico mostra i valori rilevati nelle tre postazioni abituate per questo test, i dati evidenziano che aumentando la distanza il segnale degrada assai meno drasticamente rispetto a altre soluzioni provate. Va però considerato che il valore massimo (quello della postazione 1) è comunque assai inferiore rispetto a un tradizionale link 802.11g.

I valori misurati si prestano ad un'univoca interpretazione, ovvero di per sè l'implementazione wi-fi non mostra particolari criticità, mentre l'utilizzo della rete elettrica è un grosso collo di bottiglia alle prestazioni.

E' bene ricordare che la serie Powerline non vuole essere un'alternativa alle altre tipologie di collegamento wi-fi, ma deve essere vista come una possibile soluzione qualora non si possa collegare in wireless un client eccessivamente distante dall'access point.
Abbiamo effettuato anche alcune prove per rilevare il throughput dell'access point collegando tra loro 2 client 802.11abg (Intel e Linksys) per valutare le possibilità offerte esclusivamente dalla connessione wireless. I dati rilevati confermano quelli dei grafici precedenti, ovvero l' AP garantisce una velocità massima di circa 22Mbps, che ovviamente deve essere divisa per il numero di client che occupano banda.

 
^