Notebook Toshiba Tecra A11, semplicità e concretezza

Notebook Toshiba Tecra A11, semplicità e concretezza

Per il professionista alla ricerca di un sistema portatile solido e concreto, Toshiba propone Tecra A11. Un notebook che concede ben poco al design, badando invece a sostanza, robustezza e compatibilità

di Fabio Boneschi, Fabio Gozzo pubblicato il nel canale TLC e Mobile
Toshiba
 

Prestazioni CPU - Immagini e rendering

Sul Tecra A11 abbiamo condotto una serie di test prestazionali soffermandoci su alcuni aspetti potenzialmente interessanti per questo modello di portatile. Trattandosi di un prodotto dotato di grafica integrata abbiamo evitato di eseguire test in ambito 3D poiché a priori escludiamo che un PC simile possa essere adibito ad applicazioni in cui il comparto grafico venga profondamente stressato.

A titolo di confronto abbiamo inserito anche i valori misurati su altri portatili da noi provati e dotati di CPU Intel Core i5 e i7. Si consideri però un dettaglio: i test non si riferiscono alle 3 CPU tra loro a confronto, ma a sistemi tra loro differenti con motherboard diverse e componentistica non omogenea. L'eventuale confronto va quindi limitato ai notebook nella loro complessità.

Di seguito ecco l'elenco delle applicazioni utilizzate nel corso dei test:

  • 3ds Max 2010. Rendering primo frame scena max_benchmark 640x480 pixel, da MaxScanline;
  • Cinebench 11.5.2.9 - 32bit: test multipiattaforma di rendering; x264 HD benchmark 3.13: test compressione video in HD
  • ProShow GOLD 4.1: Software che genera un filmato partendo da una una sequenza di immagini statiche. Test eseguito utilizzando i preset YouTube 720p best quality e Video File HD quality 1080p;
  • AutoMVK 0.98.4: x264 filmato kitesurfing.avi; 2 pass balanced quality; bilinear resize soft;
  • HandBrake 0.9.4: Conversione file video con preset "iPhone e iPod Touch";
  • 7-Zip 32bit: benchmark di compressione file integrato;
  • WinRAR 32bit: altro benchmark di compressione file;

Come sempre prima dell'esecuzione dei test abbiamo provveduto ad installare tutti gli aggiornamenti di Windows al momento disponibili. Ricordiamo che il sistema operativo preinstallato su entrambi i portatili è Windows 7 Professional a 32bit.

Nei test relativi a elaborazione di immagini e al rendering si evidenzia un notevole gap prestazionale non giustificabile dalla sola differenza di clock dei processori Intel Core i3 e i5 presenti sui portatili Toshiba e Acer. Si tenga presente che le CPU Intel Core i3 non sono dotate di tecnologia Turbo Boost sfruttabile quando il carico è solo su un singolo core, e si consideri anche la differente tipologia di memoria RAM presente nei due portatili: sul Tecra A11 infatti sono presenti 2 moduli da 2GB l'uno di tipo DDR3 1066MHz mentre sul modello di Acer i 4GB presenti sono di tipo DDR3 1333MHz.

Prestazioni CPU - Multimedia

Anche in ambito multimedia la frequenza di clock inferiore, la memoria RAM differente e, soprattutto, l'assenza della tecnologia Intel Turbo Boost su processore Intel Core i3 si fanno sentire e i risultati dei grafici precedenti lo mettono in evidenza. Come per i test descritti in precedenza, la presenza dei valori relativi a Intel Core i7 su notebook Asus N61JQ mostrano quale possa essere il vantaggio offerto da un'architettura quad core.

Prestazioni CPU - Compressione dati

Nei test di compressione dati il gap tra i portatili con processore Intel Core i3 e i5 risulta particolarmente ridotto, pur considerando le minime differenze in termini di frequenza di clock e di FSB. Questi test sfruttano in modo molto efficace le architetture multicore, ragion per cui l'assenza delle tecnologie Intel Turbo Boost nel processore Intel Core i3 non risulta così penalizzante come nei test precedenti. In questo genere di applicazioni il vero balzo prestazionale lo si ottiene passando ad una CPU con architettura quad core.

 
^