Toshiba Portégé R700: un notebook per l'utenza business

Toshiba Portégé R700: un notebook per l'utenza business

In occasione del venticinquesimo anniversario dell'ingresso nel mondo dei PC portatili, Toshiba presenta il nuovo Toshiba Portégé R700, un notebook estremamente leggero e potente pensato per l'utenza professionale

di Fabio Gozzo pubblicato il nel canale TLC e Mobile
Toshiba
 

Test d'autonomia

La batteria fornita in dotazione con l'esemplare di Toshiba Portégé R700 che ci è giunto in dotazione non è ancora quella definitiva che verrà utilizzata dai modelli che verranno commercializzati. Sulla stessa infatti è riportata la scritta "CS2 Sample" e l'unico dato di targa riportato sono i 66Wh. Ad ogni modo la batteria è composta da 6 celle agli ioni di litio ed è prodotta da Panasonic.

Al momento è noto che per questo portatile Toshiba utilizzerà una batteria a 6 celle, ma non si conoscono ancora il resto delle specifiche tecniche. Vista la configurazione hardware ed il segmento di mercato a cui si rivolge il portatile è tuttavia plausibile supporre che verrà utilizzata una batteria con una capacità simile, se non identica, a quella fornita in dotazione con il nostro sample.

Abbiamo pertanto proceduto come di consueto ad eseguire due differenti prove. Per la prima prova abbiamo utilizzato il benchmark MobileMark2007 in modalità produttività, provvedendo a disattivare l'audio, le connessioni wireless ed impostando la luminosità del display ad un valore premisurato via colorimetro di circa 60 nit.

La seconda prova invece prevede l'esecuzione di uno script che simula la navigazione web utilizzando il modulo wireless per accedere alla rete. Lo script naviga sulle pagine di Hardware Upgrade, Repubblica.it, Corriere.it e YouTube, con un tempo di permanenza su ciascun sito compreso tra 7 e 15 minuti ed un tempo di permanenza su ciascuna pagina tra 5 secondi e 2 minuti. Per ogni pagina è inoltre prevista una probabilità del 50% che venga eseguito uno scroll della stessa. Il test è stato condotto anche in questo caso impostando la luminosità del display a 60 nit.

I risultati ottenuti dal Toshiba Portégé R700 in entrambe le prove effettuate sono decisamente interessanti: circa 7 ore con MobileMark 2007 e quasi 6 ore nel test che simula la navigazione sul web tramite connessione alla rete Wi-Fi. All'atto pratico il portatile non riesce a coprire un'intera giornata lavorativa di 8 ore senza essere ricaricato tramite rete elettrica, ma è comunque in grado di offrire un'autonomia notevole, soprattutto in considerazione delle elevate prestazioni che è in grado di raggiungere.

Il merito principale di tali risultati è della CPU Intel Core i7 620M, che oltre ad essere realizzata con tecnologia produttiva a 32 nanometri, integra al proprio interno anche una GPU particolarmente parca nei consumi. A Toshiba va tuttavia riconosciuto il merito di aver implementato diverse tecnologie per ridurre il consumo energetico, come la retroilluminazione del display a LED e la modalità sleep-and-charge per l'alimentazione delle porte USB.

 
^