Microsoft Lync 2010 Unified Communication e Collaboration

Microsoft Lync 2010 Unified Communication e Collaboration

Con Lync 2010 Microsoft rinnova la propria soluzioni di Unified Communication e Collaboration all'insegna della flessibilità d'uso lato client. Le nuove funzionalità sono disponibili anche in modalità cloud o ibrida

di Fabio Boneschi pubblicato il nel canale TLC e Mobile
Microsoft
 

Microsoft Lync 2010 per integrare tutte le modalità di comunicazione

Lync 2010 è la nuova soluzione Microsoft di Unified Communication e Collaboration: il nuovo prodotto prende il posto di Microsoft Office Communications Server 2007 con una serie di strumenti e componenti specifici. Il nome stesso Lync, spiega Microsoft, integra al proprio interno i termini Link e Sync, parole che richiamano fortemente ai concetti di comunicazione e collaborazione.

Nel corso della presentazione italiana è stato dato ampio spazio a un concetto: Lync 2010 intende essere una soluzione che si integra con infrastrutture preesistenti, in grado di interfacciarsi con sistemi e servizi già in uso, offrendo però al contempo un rinnovato livello funzionale. Le soluzioni di Unified Communication secondo Microsoft costituiscono opportunità importanti per le aziende: riduzione dei costi operativi, ottimizzazione dei processi, rapidità nel far fronte alle nuove esigenze sono solo degli esempi.

Pietro Scott Jovine, amministratore delegato di Microsoft Italia, ha espresso questo concetto nel proprio intervento: “In momenti di crisi economica le soluzioni di Unified Communications si posizionano come l’alleato naturale di aziende che vogliono continuare a competere sul mercato. Lo dimostrano dati recenti di IDC che ci dicono che gli investimenti IT in questo settore tra il 2009 e il 2013 registreranno una crescita composita del 16%, per un totale di 270 milioni di euro in Italia”.

L'implementazione di Lync 2010 in ambito aziendale offre ampia flessibilità e affianca alla classica installazione delle componenti server all'interno del data center aziendale una soluzione interamente cloud che si appoggia a infrastrutture gestite da Microsoft. Quest'ultima opportunità permette l'utilizzo delle funzioni di Unified Communication e Collaboration anche a realtà aziendali di piccole dimensioni, nelle quali solitamente l'infrastruttura e l'organizzazione ITC è modesta. Il cloud rende anche possibile la realizzazione di soluzioni ibride nelle quali solo una parte dei servizi offerti agli utenti sono gestiti utilizzando i propri data center. Le parole d'ordine, come più volte ribadito nel corso della presentazione, sono flessibilità e capacità di adattarsi a specifiche esigenze, integrandosi anche a infrastrutture e servizi di terze parti.

Questo concetto di flessibilità è esteso anche alla fase di utilizzo delle specifiche funzioni di comunicazione e collaborazione: Lync 2010 intende offrire accesso a servizi e dati utilzzando il proprio smartphone, il PC o una qualsiasi postazione dotata di accesso al web e di un browser internet. Il passaggio da un device all'altro intende essere del tutto trasparente all'utente che avrà a propria disposizione strumenti identici nella sostanza, ma ottimizzati a livello di interfaccia in base allo specifico device usato. Anche sul fronte della semplicità d'uso e della sicurezza un approccio simile potrebbe semplificare le cose, infatti ogni singolo utente in base al proprio profilo avrà accesso a servizi e a una rubrica di contatti predefiniti dall'amministratore. Outlook resta il centro della comunicazioni per Microsoft e con Lync 2010 questo concetto viene ulteriormente confermato. Outlook offre un quadro completo dei servizi disponibili per comunicare con uno specifico utente: offre indicazione di telepresence, aggrega dettagli relativi allo specifico contatto, al gruppo di lavoro di quest'ultimo e offre uno storico di tutte le comunicazioni avvenute nel tempo.

 
^