Akamai: lo stato della rete nel terzo trimestre 2010

Akamai: lo stato della rete nel terzo trimestre 2010

Akamai Technologies, azienda leader nella fornitura di piattaforme per la distribuzione di contenuti, pubblica il report sullo stato di internet nel terzo trimestre 2010: importanti indicazioni sulla penetrazione della rete, sulle velocità di connessione e sullo stato delle reti mobile

di Andrea Bai pubblicato il nel canale TLC e Mobile
 

Velocità di connessione

In virtù dei miliardi di richieste per contenuti web che serve su base giornaliera attraverso la propria rete globale, Akamai ha un livello unico di visibilità nelle velocità di connessione degli end-user e, di conseguenza, del livello di adozione della banda larga attorno al mondo.

I dati presentati in questa sezione sono stati raccolti durante il terzo trimestre 2010 attraverso la rete globale di server Akamai ed include tutte le regioni che hanno più di 1000 indirizzi ip unici che fanno richieste alla rete Akamai durante il secondo trimestre. Per propositi di classifica in questo report, i dati riferiti alle connessioni "broadband" riguardano quelle connessioni al di sopra dei 2Mbps, mentre per quanto cncerne le connessioni "high broadband" si tratta di velocità di 5Mbps o superiori. Le connessioni "narrowband" sono invece quelle al di sotto dei 256Kbps.

A livello globlae le velocità medie di connessione sono cresciute, sia dal punto di vista trimestrale, sia dal punto di vista annuale. La velocità media globale si assesta sulla soglia "broadband" dei 2MBps. Tuttavia vi sono variazioni piuttosto eterogenee tra i primi dieci paesi della lista, come si può facilmente evincere dalla tabella. La Corea del Sud occupa il primo posto come maggior velocità media rilevata con 14Mbps, seppur con una flessione del 15% rispetto al trimestre precedente e del 3,2% rispetto allo stesso trimestre del 2009.

Nell'area europea è la Romania ad occupare il primo posto (è quarta nella classifica globale) con una velocità media di connessione di 7Mbps ed una crescita sia su base trimestrale, sia su base annuale, rispettivamente del 2,9% e del 12%. Gli Stati Uniti non rientrano nelle prime dieci posizioni: sono infatti dodicesimi con una velocità media di 5MBps. La velocità media di connessione per il territorio italiano è invece stata registrata di 3Mbps.

Durante il terzo trimestre sono stati osservati 86 paesi/regioni con una velocità media di connessione al di sotto di 1MBps e solamente in due paesi, Cuba e Mayotte, si è registrata una velocità media di connessione inferiore ai 100Kbps, rispettivamente di 93Kbps e di 51Kbps. Su base globale è possibile registrare una crescita importante nelle velocità medie di connessione di molti paesi africani, sia su base trimestrale, sia su base annuale. Si tratta di realtà dove la velocità media nei periodi precedenti era mediamente al di sotto di 1Mbps, pertanto anche piccole variazioni di velocità possono corrispondere ad importanti incrementi percentuali.

La media delle velocità di picco rappresenta la media delle velcoità massime di connessione registrate da Akamai e riferite a ciascuna area geografica. Akamai sceglie di utilizzare una media delle velocità di picco per mitigare l'impatto di velocità di connessione troppo elevate che potrebbero essere non correttamente rappresentative. A differenza delle velocità medie di connessione, che abbiamo visto poco sopra, le velocità mede di picco dei vari paesi hanno tutte fatto registrare incrementi su base trimestrale e su base annuale. Anche questa classifica è dominata dalla Corea del Sud, la cui velocità di picco media arriva a ben 39Mbps.

La Romania conserva la prima posizione, nel panorama europeo, anche in questa classifica, con una velocità di picco media di 30Mbps. La media della velocità massime di connessione registrata in Italia è di 13 Mbps. La crescita più consistente su base trimestrale va agli Stati Uniti che registrano un incremento del 19%, mentre su base annuale è il principato di Monaco a registrare una crescita nelle velocità di picco medie del 65%.

Nell'ambito delle velocità di picco medie solo quattro paesi attorno al mondo registrano velocità superiori o pari ai 30Mbps, ed altrettanti paesi raggiungono velocità pari o superiori ai 20Mbps. Sono invece 54 i paesi che superano i 10Mbps di velocità. Solamente due paesi, Tonga ed il Territorio britannico dell'oceano Indiano, raggiungono velocità mede di picco di appena 0,9Mbps.

 
^