Lo stato della rete nel secondo trimestre 2011

Lo stato della rete nel secondo trimestre 2011

Akamai propone la consueta analisi trimestrale sullo stato della rete: la fotografia del secondo trimestre 2011, con la penetrazione di Internet, le velocità di connessione, la diffusione di banda larga ed, infine, uno sguardo alla connettività mobile

di Andrea Bai pubblicato il nel canale TLC e Mobile
 

Connettività - Velocità medie di picco

La velocità di picco media rappresenta una media delle velocità massime di connessione che sono state registrate in una data area geografica. Rispetto alle velocità medie di connessione, questo dato è più rappresentativo della qualità e della capacità della connettività internet nelle diverse aree geografiche poiché consente di dare un riferimento su quelle tecnologie di "speed boosting" che possono essere implementate nel network dai vari provider con lo scopo di velocizzare il download di particolari tipologie di contenuti.

Dopo aver superato i 10mbps per la prima volta nel corso del primo trimestre 2011, le velocità medie di picco hanno visto un altro trimestre di forte crescita sorpassando gli 11mbps. In nove dei paesi che hanno fatto il proprio ingresso nella top ten è stato registrato un incremento trimestrale, con 4 paesi che assistono ad una crescita superiore al 10% nelle velocità medie di picco. Osservando invece la variazione anno su anno, si evince come le velocità medie di picco siano cresciute di circa due terzi rispetto al secondo trimestre 2010. Negli Emirati Arabi Uniti la crescita registrata anno su anno è del 265%.

A conquistare il primato del paese con la più elevata media di picco è Hong Kong, con ben 44,4mbps. Ottimi piazzamenti anche per Corea del Sud, Romania e Giappone, con velocità superiori ai 30mbps. I restanti paesi della top ten, assieme agli Stati Uniti, hanno invece visto una media di picco di oltre 20mbps. Il Bel Paese si classifica invece 37esimo, con una media di picco di 16,6mbps, in crescita dell'11% rispetto al trimestre precedente e del 44% rispetto allo scorso anno.

Anche in questo caso Akamai offre un livello di dettaglio ulteriore proponendo il quadro della situazione a livello urbano: otto delle dieci principali città si trovano in Giappone, e cinque di queste registrano una media di picco superiore ai 50mbps. Le sudcoreane Taegu e Taejon sono le altre due città che completano le prime 10 posizioni, entrambe con velocità di pochissimo inferiori ai 50mbps. Le città della regione asiatica hanno ancora una volta occupato la maggior parte delle prime 100 posizioni, con 10 città della Corea del Sud, 58 dal Giappone, assieme ad Hong Kong e Canberra. Gli Stati Uniti conquistano invece 22 piazzamenti, mentre in Europa vi sono la Romania e la Svizzera con due città a testa, ed una città ciascuno per Lettonia, Portogallo, Belgio e Repubblica Ceca.

 
^