5G: il punto della situazione e cosa ci traghetterà fino al 2020 tra 4,5G e NB-IoT

5G: il punto della situazione e cosa ci traghetterà fino al 2020 tra 4,5G e NB-IoT

Dalla smart home alla realtà virtuale, dalle smart city all'intrattenimento a banda larga in mobilità: le tecnologie 5G mirano a portare delle piccole rivoluzioni nella nostra vita: non le vedremo all'opera su reti commerciali prima del 2020, ma 4,5G (LTE-Advanced) e NarrowBand-IoT puntano a portarci già alcune delle tecnologie che rivoluzioneranno il nostro mondo

di Roberto Colombo pubblicato il nel canale TLC e Mobile
HuaweiQualcommNokiaEricssonVodafone
 

5G: è il momento cruciale per tracciarne la strada

'Siamo all'inizio della fase di standardizzazione' sono iniziate circa tutte così le chiacchierate che abbiamo avuto con i protagonisti del settore prima, dopo e durante il Mobile World Congress di Barcellona in merito al tema del 5G. Effettivamente siamo in un momento cruciale per il futuro dell'industria delle telecomunicazioni e non solo, visto che queste ultime rappresenteranno l'ossatura di tutta la nostra vita in futuro. Dalla smart home alla realtà virtuale, dalle smart city all'intrattenimento a banda larga in mobilità: le tecnologie 5G mirano a portare delle piccole rivoluzioni nella nostra vita. Per le aziende impegnate nel settore è questo il momento cruciale per piantare le proprie bandierine, per far valere le proprie idee e le proprie istanze, per proporre e provare a imporre il proprio modo di vedere le cose. Non vedremo delle applicazioni commerciali del 5G prima del 2020, ma il lavoro dietro le quinte è già frenetico. Noi non abbiamo ancora iniziato a sfruttare del tutto il 4G e già le aziende hanno già gettato lo sguardo avanti.

La sede dove tutto avviene è il 3GPP, acronimo di 3rd Generation Partnership Project, un organo che riunisce diverse organizzazioni che si occupano di standardizzazione e che fa da cornice per tutti i processi di sviluppo delle nuove tecnologie legate alle telecomunicazioni, coprendone tutti gli aspetti. Nacque nel 1998 per l'esigenza di uno sviluppo più comune dei servizi di terza generazione (da qui il nome) e ha visto il suo primo lavoro nella Release 99, alla base delle tecnologie W-CDMA, protocollo di trasmissione che rappresenta l'ossatura dei sistemi 3G come l'UMTS. Da lì in poi, tramite le successive release caratterizzate da numeri crescenti non più legati all'anno, si sono gettate le basi dei sistemi HSPA e LTE, attualmente in fase di definizione finale della Release 13 che sta per introdurre novità sul fronte dell'LTE-Advanced.

Lo sviluppo delle applicazioni pratiche dovrebbe procedere più veloce di quanto avvenuto in passato. Se pensiamo alla transizione tra le tecnologie 2G e 3G, il passaggio da un mondo basato sulla voce a uno basato sui dati ha richiesto lunghi tempi e importanti investimenti infrastrutturali, sia a livello di rete, sia a livello di sistemi di gestione, lato operatore come lato aziende. Il passaggio successivo, quello al 4G, ha cominciato a essere più indolore e, nei piani degli organi di standardizzazione, quello al 5G dovrebbe esserlo ancora di più. La nascita del 4G è stata benedetta proprio sotto il nome di LTE, acronimo di Long Term Evolution, a significare che sarebbe stata la base per un percorso evolutivo di lungo periodo; percorso di cui il 5G è la seconda grossa tappa. Molte cose al giorno d'oggi sono definite via software e per passare da una generazione all'altra è sufficiente aggiornare dei firmware e magari effettuare modifiche, in alcuni casi davvero piccole, alle antenne, senza più dover sostituire o aggiungere interi cabinet o ripensare tutta l'infrastruttura di trasmissione.

Sono molte le istanze a cui le tecnologie 5G dovranno essere in grado di dare una risposta efficace: non si tratta solo di velocità, ma sono concetti come il numero di connessioni per cella, il consumo energetico, la latenza quelli che saranno alla base di applicazioni future che al momento ci sembrano quasi fantascienza. Nelle prossime pagine cercheremo di fare il punto della situazione, di vedere che strada è stata tracciata e quali sono invece tecnologie a più breve sviluppo, che ci traghetteranno fino alla messa in opera del 5G. Vedremo inoltre come i servizi 5G puntano ad aiutare il mondo a raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

 
^