Roaming zero in Europa dal 15 giugno: ecco tutto quello che c'è da sapere

Roaming zero in Europa dal 15 giugno: ecco tutto quello che c'è da sapere

Dal prossimo 15 giugno chi viaggerà in Europa potrà finalmente usufruire del "roaming zero" ossia non dovrà pagare tariffe speciali per poter chiamare, navigare o messaggiare con gli amici o i parenti. Ecco dunque cosa cambia e a cosa bisogna stare attenti per i viaggi nei paesi della comunità europea.

di Bruno Mucciarelli pubblicato il nel canale TLC e Mobile
VodafoneTIMWIND3 Italia
 

Paesi in cui sarà attivo il Roaming Zero

L'abolizione del Roaming verrà applicato a tutti i paesi dell'Europa esclusa la Svizzera. Quindi in tutti i 28 paesi facenti parte dell'Unione Europea sarà possibile chiamare, messaggiare e navigare in internet senza alcun tipo di surplus o pagamento di pacchetti speciali. Seguendo le direttive della Commissione Europea i paesi in cui verrà abolito completamente il Roaming dal prossimo 15 giugno saranno:

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro (tranne la repubblica Turca di Cipro del Nord), Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria

Assente dunque la Svizzera che non è stata inserita nel gruppo del Roaming Zero mentre sono sotto intese le presenze dei dipartimenti della Francia d'Oltremare come Martinica, Mayotte, La Reunion nonché Guadalupa e Guyana francese. L'unica incertezza proviene dal Regno Unito che è stata sì inserita nel gruppo dei 28 paesi del Roaming Zero ma sappiamo bene come l'attivazione per la sua dipartita dall'Unione Europea sia in fase di attuazione e dunque si dovrà attendere per definitivi cambiamenti in merito a questo paese. Nell'attesa della decisione finale comunque chiamare o navigare mentre si è a Londra potrà essere effettuato proprio come negli altri 27 paesi a roaming zero.

 
^