Roaming zero in Europa dal 15 giugno: ecco tutto quello che c'è da sapere

Roaming zero in Europa dal 15 giugno: ecco tutto quello che c'è da sapere

Dal prossimo 15 giugno chi viaggerà in Europa potrà finalmente usufruire del "roaming zero" ossia non dovrà pagare tariffe speciali per poter chiamare, navigare o messaggiare con gli amici o i parenti. Ecco dunque cosa cambia e a cosa bisogna stare attenti per i viaggi nei paesi della comunità europea.

di Bruno Mucciarelli pubblicato il nel canale TLC e Mobile
VodafoneTIMWIND3 Italia
 

Cosa si deve fare per attivare il Roaming Zero

L'attivazione del Roaming Zero ossia della possibilità di utilizzare il proprio pacchetto di chiamate, SMS o traffico dati anche quando si è in visita ad un paese facente parte dell'Unione Europea risulta automatico. Tutte le tariffe per il roaming verranno modificate in modo tale da consentire agli utenti di poter usufruire delle "roam like at home" ossia delle tariffe nazionali anche all'estero. In tal caso dunque l'operatore non toglierà più credito agli utenti nel momento in cui passeranno in uno stato diverso da quello italiano nel quale sono attive le condizioni del Roaming Zero.

Molti utenti però posseggono alcune tariffe che vengono attivate esclusivamente all'uscita dall'Italia con il roaming attivo sullo smartphone. In questo caso per la disattivazione di tali piani o opzioni si dovrà contattare l'operatore per capire se si disattiveranno in maniera del tutto automatica o se invece si dovrà sottostare ad un procedimento di disattivazione specifico come da richiesta. In questo caso la Commissione Europea non ha dettato alcun obbligo agli operatori che dunque potrebbero mantenerle attive nonostante il Roaming Zero.

 
^