+24% nel 2010 per il mercato dei semiconduttori

+24% nel 2010 per il mercato dei semiconduttori

Crescita sostenuta, nel corso del 2010, per il mercato dei semiconduttori forte della domanda per nuovi dispositivi. Stime per il 2011 tra 6% e 8% di crescita

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:00 nel canale Mercato
 

I dati resi pubblici da IDC confermano una sensazione chiara emersa nel corso del 2010: l'anno terminato da pochi mesi è stato caratterizzato da una forte ripresa nelle vendite di semiconduttori, incrementate su base annua del 24% sino ad un controvalore di 282 milioni di dollari USA.

La ripresa del mercato ha caratterizzato un po' tutti i settori verticali nei quali vengono utilizzati semiconduttori. E' stata trainata da una ripresa della domanda dopo la crisi economica internazionale e dal proliferare di nuove tipologie di prodotti, tablet su tutti, richiesti dai consumatori in volumi sempre più elevati.

Intel ha mantenuto la prima posizione tra le aziende produttrici di semiconduttori monitorate da IDC con vendite per 41,9 miliardi di dollari; a seguire troviamo Samsung con 27,6 miliardi di dollari, seguita nell'ordine da Texas Instruments, Toshia e Hynix Semiconductor.

Le stime per il 2011 prevedono importanti movimenti tra aziende con fusioni e acquisizioni che verranno completate; aziende di medio piccole dimensioni potrebbero diventare obiettivi per quelle più grandi, operando un consolidamento che già da tempo è in atto. Il 2011, inoltre, potrebbe presentare alcune difficoltà legate sia alle conseguenze del terremoto dell'11 Marzo in Giappone sia in generale ad una eccessiva capacità di produzione rispetto alla domanda che si potrebbe presentare nel corso della seconda metà dell'anno. Le stime di IDC, in ogni caso, prevedono una crescita del mercato variabile tra il 6% e l'8% rispetto al 2010.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^