60 milioni di netbook nel 2010; il doppio nel 2013

60 milioni di netbook nel 2010; il doppio nel 2013

Previsioni di forte crescita per il segmento delle soluzioni netbook, a dispetto della concorrenza costituita dai nuovi tablet e dai portatili con processori CULV

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:12 nel canale Mercato
 

Le vendite di soluzioni netbook continuano a crescere a livello globale, nonostante nel corso dell'ultimo anno la diffusione di questi dispositivi abbia subito un rallentamento rispetto a quanto inizialmente preventivato dagli analisti. Nel corso del 2010 le vendite di questi dispositivi toccheranno quota 60 milioni su scala globale, rappresentando una percentuale compresa tra il 15% e il 20% del numero complessivo di soluzioni PC che verranno immesse sul mercato.

Le stime formulate da ABI Research, tuttavia, delineano un futuro ancora più roseo per questo tipo di dispositivi; per il 2013, infatti, si prevedono volumi di vendita doppi rispetto ai 60 milioni del 2010, chiaro segnale di come per questo tipo di prodotti vi sia ancora un forte margine di crescita.

A decretare non una morte prematura per i sistemi netbook, ma quantomeno un rallentamento nel tasso di adozione iniziale, alcune considerazioni pratiche legate alla diffusione di sistemi notebook tradizionali di peso ridotto ed elevata autonomia, oltre alla progressiva disponibilità di soluzioni tablet. Questi dispositivi possono rappresentare agli occhi dei consumatori alternative ai netbook, benché non possano raggiungere i livelli di prezzo di questi ultimi.

I netbook continuano in ogni caso a catturare l'attenzione dei consumatori, grazie proprio al costo complessivo molto contenuto con il quale è possibile avere a disposizione un PC completo di ridotte dimensioni, per quanto non in grado di elevate prestazioni velocistiche ma più che adatto a tradizionali applicazioni di produttività personale.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Narkotic_Pulse___26 Luglio 2010, 15:27 #1
beh per navigare su internet sono parecchio utili, specialmente se sei nel letto e non hai voglia di accendere il desktop.
AleLinuxBSD26 Luglio 2010, 15:30 #2
Non credo che raddoppieranno nel 2013 comunque staremo a vedere.
Soprattutto considerando che anche se amd ha tirato i remi in barca quest'anno, poi dovrebbero uscire un'alternativa all'atom, con migliori performance ed i consumi solo un po' superiori.
Con più concorrenza e prestazioni migliori, senza penalizzare l'autonomia, può darsi che ci potrebbe essere un maggiore slancio, adesso temo più guidato da novità, marketing, ecc. più che di effettivo pratico utilizzo.
Nemmeno si può dire che si tratti di soluzioni realmente economiche (tra l'altro).
Staremo a vedere.
Spectrum7glr26 Luglio 2010, 22:46 #3
nel 2013 saranno spariti i PC dalle case (rimarranno per gli smanettoni e negli uffici)...altro che netbook. La gente col PC vuole usare faccialibro, cinguettare, guardare filmati inutili e , per i più evoluti, mandare mail, levare gli occhi rossi alle foto ed usare le 2 funzioni base di excel e word: andranno benisssimo device blindatissimi (magari in grado di interfacciarsi con la tv di casa) con app create allo scopo...la finestra per un uso consapevole del PC da parte delle masse si è chiusa prima di aprirsi.
Narkotic_Pulse___27 Luglio 2010, 00:05 #4
Originariamente inviato da: Spectrum7glr
nel 2013 saranno spariti i PC dalle case (rimarranno per gli smanettoni e negli uffici)...altro che netbook. La gente col PC vuole usare faccialibro, cinguettare, guardare filmati inutili e , per i più evoluti, mandare mail, levare gli occhi rossi alle foto ed usare le 2 funzioni base di excel e word: andranno benisssimo device blindatissimi (magari in grado di interfacciarsi con la tv di casa) con app create allo scopo...la finestra per un uso consapevole del PC da parte delle masse si è chiusa prima di aprirsi.


secondo me è una visione molto pessimistica.
Spectrum7glr27 Luglio 2010, 00:34 #5
Originariamente inviato da: Narkotic_Pulse___
secondo me è una visione molto pessimistica.


no vai a farti un giro alla FNAC al sabato pomeriggio e guarda bene i litri di bava che ragazzini (maschi e femmine) e ragazze (sì, ragazze: intendo quelle che muoiono per un paio di scarpe, quelle che non hanno mai degnato di uno sguardo un pc se non quando costrette causa tesi o lavoro) lasciano nellla zona del negozio dedicata ad apple...2013 è anche troppo lontano.

Se MS avesse proposto sul mercato un computer che non ti faceva vedere i contenuti in flash l'avrebbero presa per il sedere fino al 2200..Apple vende milioni di oggetti così e tutti li vogliono..perchè? perchè alla fine la gente in generale non è cambiata da quando gli hanno dato un telecomando in mano: quella è la massima tecnologia che sono in grado di padroneggiare e apple (e piano piano tutti gli altri) gli sta dando questo. Vuoi sapere che film fanno questa sera? perchè aprire un pc ed usare un motore di ricerca? un app è più comoda..ed alla fine compro il biglietto e mi scelgo il posto senza dover cercare nulla...voglio scrivere un'idiozia e farla sapere al mondo? ho un app che aggiorna tutti i social network con le vaccate che faccio a portata di dito. Leggere email? app...guardare film? app etc etc. I PC come sono adesso sono semplicemente oltre il grado di complessità che la stragrande maggioranza delle persone considera accettabile e fanno cose di cui la stragrande maggioranza delle persone non percepisce il valore aggiunto. La gente vuole cose semplici da utilizzare ed accattivanti da vedere: fino ad ora limiti tecnologici intrinsechi non avevano permesso di raggiungere questi risultati ma adesso il panorama sta evolvendo velocemente ed ormai le cose che la gente chiede ad un PC sono oggettivamente alla portata di device tascabili o poco ingombranti. Vi servono una tastiera ed un monitor più grande? quanto credete che impiegheranno per permettervi di collegare senza fili la vostra tavoletta tutto fare a Tv e dispositivi di input? Ancora, se non bastasse, perchè secondo voi intel sta investendo così tanto per cercare di entrare nel mercato degli smartphone? Spiegatemi perchè un'azienda leader di un ricchissimo mercato sente di colpo la necessità di entrare in un altro mercato che fino ad ora non è stato per nulla sovrapponibile con il proprio...forse perchè ha una paura fot..a che uno stravolgimento del mercato quale quello che si sta profilando possa levargli di qui a qualche anno una fetta consistente del suo fatturato (cpu e hw per desktop/notebook)? Oltretutto saranno anche i produttori di contenuti a spingere in questa direzione: molto più semplice controllare gli utenti dentro piattaforme (più o meno) chiuse piuttosto che quando hanno a disposizione un desktop/notebook con SO full featured.
Insomma, guardatevi intorno e pensate alla cerchia di amici (intendo quelli "normali" che la sera non la passano davanti al PC) che vi considera un guru dell'informatica pechè siete in grado di installare una stampante...cosa credete che cerchino da un PC? tutte cose che possono essere proposte con comodi pulsanti a prova di babbuino e che si possano scrollare con le dita che fa tanto figo. Il pc in casa non ha futuro: apple l'ha capito, google gli è andata dietro, MS si appresta a farlo ed intel sta disperatamente rincorrendo ARM.
2013: il pc è solo negli uffici (e probabilmente è solo win).
Narkotic_Pulse___27 Luglio 2010, 15:02 #6
Originariamente inviato da: Spectrum7glr
no vai a farti un giro alla FNAC al sabato pomeriggio e guarda bene i litri di bava che ragazzini (maschi e femmine) e ragazze (sì, ragazze: intendo quelle che muoiono per un paio di scarpe, quelle che non hanno mai degnato di uno sguardo un pc se non quando costrette causa tesi o lavoro) lasciano nellla zona del negozio dedicata ad apple...2013 è anche troppo lontano.

è sempre stato così, dall' alba dei tempi.
anche la mia ragazza quando ci facciamo un giro in centro si mette a sbavare davanti a swaroski e impazzisce per ogni scarpa da 300€ che vede.
ma di certo non le compra perchè non puo permetterselo, stessa cosa con apple.

Originariamente inviato da: Spectrum7glr
Se MS avesse proposto sul mercato un computer che non ti faceva vedere i contenuti in flash l'avrebbero presa per il sedere fino al 2200..Apple vende milioni di oggetti così e tutti li vogliono..perchè? perchè alla fine la gente in generale non è cambiata da quando gli hanno dato un telecomando in mano: quella è la massima tecnologia che sono in grado di padroneggiare e apple (e piano piano tutti gli altri) gli sta dando questo. Vuoi sapere che film fanno questa sera? perchè aprire un pc ed usare un motore di ricerca? un app è più comoda..ed alla fine compro il biglietto e mi scelgo il posto senza dover cercare nulla...voglio scrivere un'idiozia e farla sapere al mondo? ho un app che aggiorna tutti i social network con le vaccate che faccio a portata di dito. Leggere email? app...guardare film? app etc etc. I PC come sono adesso sono semplicemente oltre il grado di complessità che la stragrande maggioranza delle persone considera accettabile e fanno cose di cui la stragrande maggioranza delle persone non percepisce il valore aggiunto. La gente vuole cose semplici da utilizzare ed accattivanti da vedere: fino ad ora limiti tecnologici intrinsechi non avevano permesso di raggiungere questi risultati ma adesso il panorama sta evolvendo velocemente ed ormai le cose che la gente chiede ad un PC sono oggettivamente alla portata di device tascabili o poco ingombranti. Vi servono una tastiera ed un monitor più grande? quanto credete che impiegheranno per permettervi di collegare senza fili la vostra tavoletta tutto fare a Tv e dispositivi di input? Ancora, se non bastasse, perchè secondo voi intel sta investendo così tanto per cercare di entrare nel mercato degli smartphone? Spiegatemi perchè un'azienda leader di un ricchissimo mercato sente di colpo la necessità di entrare in un altro mercato che fino ad ora non è stato per nulla sovrapponibile con il proprio...forse perchè ha una paura fot..a che uno stravolgimento del mercato quale quello che si sta profilando possa levargli di qui a qualche anno una fetta consistente del suo fatturato (cpu e hw per desktop/notebook)? Oltretutto saranno anche i produttori di contenuti a spingere in questa direzione: molto più semplice controllare gli utenti dentro piattaforme (più o meno) chiuse piuttosto che quando hanno a disposizione un desktop/notebook con SO full featured.
Insomma, guardatevi intorno e pensate alla cerchia di amici (intendo quelli "normali" che la sera non la passano davanti al PC) che vi considera un guru dell'informatica pechè siete in grado di installare una stampante...cosa credete che cerchino da un PC? tutte cose che possono essere proposte con comodi pulsanti a prova di babbuino e che si possano scrollare con le dita che fa tanto figo. Il pc in casa non ha futuro: apple l'ha capito, google gli è andata dietro, MS si appresta a farlo ed intel sta disperatamente rincorrendo ARM.
2013: il pc è solo negli uffici (e probabilmente è solo win).


secondo me no..
per citarti ancora la mia ragazza:
anche lei era quasi innamorata dei mac, ogni volta voglio il mac voglio il mac, per le caratteristiche che hai citato sopra, bello e accattivante.
poi gli ho detto che col mac:
[LIST]
[*]non puoi giocare
[*]non hai la possibilità di fare ciò che vuoi
[*]costa il triplo di un desktop con lo stesso hw
[*]e non ha windows
[/LIST]
da quel momento gli ha fatto schifo.
imho la gente un computer, lo collega ancora a windows.
lei pensava che nei mac ci fosse windows, quando gli ho detto che c' era osX ci è rimasta male.
quindi imho i desk con win ci saranno ancora per molto tempo, anche perchè puoi miniaturizzare i componenti quanto ti pare, ma la potenza hw che hai in un desktop non la potrai mettere mai su un notebook/tablet/smartphone a meno di creare soluzioni ulv e con meno transistor.
Spectrum7glr27 Luglio 2010, 16:20 #7
ti è sfuggito un particolare: io non parlo di MAC...parlo di device che fanno quello che la gente chiede ad un Pc, ma lo fanno in maniera molto più intuitiva, in un form factor più elegante e ad un prezzo similare (o inferiore).
La chiave è tutta lì ecco perchè non vedo roseo il futuro di desk e note in ambito home: se dai alla gente qualcosa di indubbiamente più semplice da utilizzare (un app comunque la giri è più immediata, anche solo per una questione di tempi visto che non devi aspettare che il Pc si accenda) che fa le stesse cose che normalmente la massa fa a casa con un PC non c'è storia.
Capitolo giochi: il gaming su PC è in agonia da tempo...rimarrà ancora per un po' ma la strada verso console & co è ormai tracciata (quando anche non si voglia prevedere una convergenza tra device portatili più o meno chiusi e console)
Narkotic_Pulse___27 Luglio 2010, 16:52 #8
Originariamente inviato da: Spectrum7glr
ti è sfuggito un particolare: io non parlo di MAC...parlo di device che fanno quello che la gente chiede ad un Pc, ma lo fanno in maniera molto più intuitiva, in un form factor più elegante e ad un prezzo similare (o inferiore).
La chiave è tutta lì ecco perchè non vedo roseo il futuro di desk e note in ambito home: se dai alla gente qualcosa di indubbiamente più semplice da utilizzare (un app comunque la giri è più immediata, anche solo per una questione di tempi visto che non devi aspettare che il Pc si accenda) che fa le stesse cose che normalmente la massa fa a casa con un PC non c'è storia.
Capitolo giochi: il gaming su PC è in agonia da tempo...rimarrà ancora per un po' ma la strada verso console & co è ormai tracciata (quando anche non si voglia prevedere una convergenza tra device portatili più o meno chiusi e console)

io tutta sta agonia non ce la vedo.
è solo la ubisoft che continua a dire stupidaggini.
comunque boh si vedrà in futuro.
ora è inutile fare previsioni imho.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^