A dispetto della crisi, IBM cresce nel 2008

A dispetto della crisi, IBM cresce nel 2008

IBM rilascia risultati trimestrali controcorrente, con fatturato allineato e utili superiori rispetto a quanto previsto. Ottima crescita per tutto il 2008 nel complesso

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:53 nel canale Mercato
IBM
 

Non è tutto nero nei risultati finanziari dell'ultimo trimestre 2008 per le aziende dell'information technology. L'americana IBM ha infatti ottenuto valori decisamente interessanti, sia in senso assoluto che in particolare riparametrandoli all'attuale scenario dell'economia internazionale.

Con un fatturato pari a circa 27 miliardi di dollari USA nell'ultimo trimestre dell'anno IBM non è stata capace di allinearsi alle aspettative degli analisti finanziari, che avevano previsto un valore pari a circa 28,3 miliardi di dollari per il periodo. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno la contrazione è pari al 6%; inserendo nell'analisi le opportune rettifiche date dai cambiamenti dei rapporti di cambio tra le valute la variazione complessiva del fatturato si limita a solo l'%.

Prendendo come riferimento l'intero anno 2008, IBM ha registrato un fatturato pari a 103,6 miliardi di dollari USA, con una crescita del 5% rispetto all'anno precedente.

Considerando la contrazione del fatturato di Intel pari al 20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente e alle aspettative ancor più negative di AMD e NVIDIA per il periodo (entrambe le aziende devono ancora ufficializzare i propri risultati del quarto trimestre 2008), quanto ottenuto da IBM è sicuramente indicatore che a dispetto delle difficoltà economiche internazionali vi sia spazio per la crescita di mercato.

In termini di utili trimestrali, IBM ha registrato un totale di 4,4 miliardi di dollari, equivalenti a 3,28 dollari per azione; si tratta di una crescita del 12% rispetto a quanto registrato nello stesso periodo dello scorso anno. Se il fatturato è stato in lieve calo rispetto alle previsioni, l'utile del periodo ha battuto le aspettative degli analisti finanziari i quali avevano anticipato un risultato di 3,03 dollari per azione.

Le aspettative della dirigenza IBM per il 2009 prevedono un risultato allineato ai risultati del 2008; si parla di un utile per azione, su base annuale, posizionato tra i 10 e gli 11 dollari USA come obiettivo per il 2010, con aspettative di otttenere questo livello di redditività già nel corso dell'anno appena iniziato. Il risultato complessivo per il 2008 è stato pari a 8,93 dollari di utile per azione, in crescita del 24% rispetto a quanto registrato nel corso del 2007.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito IBM a questo indirizzo.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fgpx7821 Gennaio 2009, 12:25 #1
Grande IBM!
5h@d0w0421 Gennaio 2009, 12:36 #2
a dispetto della crisi, chi fa un buon lavoro viene cmq premiato !
dottorpalmito21 Gennaio 2009, 13:08 #3
e ci credo...questa tra l'altro fornisce microprocessori a tutte le consolle...e mi pare che della crisi le consolle ne stiano risentendo ben poco..! e poi ha sempre fatto innovazione, bella zia IBM...! :P
Cappej21 Gennaio 2009, 13:08 #4
IBM ha tagliato molti "rami secchi" della sua socetà (notebook a Lenovo, HD a Hitachi, i server ad un'azienda cinese sempre collegata a Lenovo.ì di cui non ricordo il nome...) concentrando tutto sulla ricerca vera e propria...
Pensiamo che IBM ha compartcipazione in moltissime CPU-Chipset conto terzi, da AMD a Sony e MS per le console, sono sempre loro i primi a realizzare tecnologie e prototipi di DIE-SHRINK per l'abbassamento dei processi produttivi; tra l'altro sono loro gli ideatori del SOI se non ricordo male..
Ciao
starlights7421 Gennaio 2009, 13:25 #5
La crisi e' nel comparto bancario e nel credito, i semiconduttori (quindi la tecnologia in genere) vengono usati sempre e forse ora verrano usati ancora di piu'.

Certo che auto che fanno i 5 con un litro non si vendono piu', quelle parsimoniose e tecnologicamente avanzate invece si.

La tecnologia come altri settori ha pagato il pessimismo globale ma queste notizie confermano che la crisi e' stata ingigantita dai media
Cappej21 Gennaio 2009, 14:16 #6
Originariamente inviato da: starlights74
La crisi e' nel comparto bancario e nel credito, i semiconduttori (quindi la tecnologia in genere) vengono usati sempre e forse ora verrano usati ancora di piu'.

Certo che auto che fanno i 5 con un litro non si vendono piu', quelle parsimoniose e tecnologicamente avanzate invece si.

La tecnologia come altri settori ha pagato il pessimismo globale ma queste notizie confermano che la crisi e' stata ingigantita dai media


a dire il vero lo credo pure io. Purtroppo è ancora troppo preso per dirlo con certezza, secondo molti, è un effetto domino... inizia dalle banche, poi auto, poi l'indotto e via... vedremo... ci sarà da rimboccarsi le maniche, per chi lo ha sempre fatto, sarà meno difficoltoso.
ciao
SwatMaster21 Gennaio 2009, 14:49 #7
Se la UE decide di multare IBM per abuso sul mercato, posso immaginare dove andranno gli utili.
Comunque grandissima IBM, sempre la migliore.
Psychnology21 Gennaio 2009, 17:53 #8
caspita 103 miliardi di fatturato! in pratica si beve le varie Hp e Dell con facilità! per non parlare di Apple...
frontinoluca21 Gennaio 2009, 22:04 #9
Peccato che non presenti soluzioni alternative ad AMD, Intel ed nVdia nel mercato OEM.
Un bel computerazzo All-IBM sarebbe fico!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^