A Seagate il 40% del mercato hard disk, dopo l'acquisizione della divisione Samsung

A Seagate il 40% del mercato hard disk, dopo l'acquisizione della divisione Samsung

I dati di mercato del 2010 confermano una quota di mercato di circa il 40% a livello mondiale per Seagate, dopo l'acquisizione della divisione hard disk Samsung

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 16:35 nel canale Mercato
SamsungSeagate
 

In tempi recenti Seagate ha portato a termine un'operazione strategica per il mercato dei dischi tradizionali, acquisendo Samsung Electronics Co. Ltd.s HDD business, ovvero la divisione del colosso koreano dedicata alla produzione di hard disk a piatti rotanti.

Giungono ora le cifre ufficiali di dati di mercato del 2010, che confermano come il 40% del mercato HDD a livello mondiale sia ora in mano a Seagate, sommando le quote delle due realtà. Nel corso del 2010 sono state venduti 652,4 milioni di dischi, in base ad alcuni dati IHS riportati anche da Eetimes

Market share

Sono 261,2 milioni le unità vendute a marchio Seagate e Samsung, mentre dissociando le quote si parla di 195,2 milioni di unità Seagate (30% del mercato) e 66 milioni di pezzi per Samsung, circa il 10% del market share totale. Si può comunque notare come Western Digital detenga la leadership del mercato con un 50% di share, nonostante la mossa del concorrente diretto. Il perché il mercato HDD sia in mano per il 90% a due soli player è presto detto: Western Digital, solo un mese prima dell'acquisizione di Samsung Electronics Co. Ltd.s HDD business da parte di Seagate, aveva fatto qualcosa di simile con Hitachi Global Storage Technologies.

Se a questo si aggiunge che le aziende attive nella produzione di hard disk non sono mai state numerose, si capisce come tutto ormai si riduca a un gioco con pochissimi partecipanti. Western Digital, nel corso del 2010, ha venduto 203,7 milioni di dischi che, sommati ai 115,8 milioni a marchio Hitachi, fa salire il computo a 319,5 milioni e share al 50%. Affiancata a quella dei due colossi nominati, la presenza di Toshiba/Fujitsu sembra persino marginale, con 71,7 milioni di pezzi venduti e 10% di share.

Market share

La scelta di Samsung di abbandonare il settore hard disk tradizionale, secondo le fonti e la logica degli appassionati, è motivata dal volersi dedicare in tutto e per tutto al settore Solid State Drive, molto più redditizio, anche in considerazioni della potenza che Samsung riveste nella produzione di chip di silicio.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dumah Brazorf04 Maggio 2011, 16:49 #1
Usti, non ricordavo wd così forte.
ARARARARARARA04 Maggio 2011, 17:03 #2
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
Usti, non ricordavo wd così forte.


Se tutti hanno una "collezione" di WD come la mia non c'è da stupirsi, io ho questi in foto, 2 Hitachi da 250 e un Seagate da 500


Link ad immagine (click per visualizzarla)
sbudellaman04 Maggio 2011, 17:13 #3
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
Usti, non ricordavo wd così forte.


Sempre stata abbastanza forte, la wd. Poi di recente si sente parlar solo di seagate e wd, il resto sembra quasi non esista...
ARARARARARARA04 Maggio 2011, 17:16 #4
Originariamente inviato da: sbudellaman
Sempre stata abbastanza forte, la wd. Poi di recente si sente parlar solo di seagate e wd, il resto sembra quasi non esista...


Per i dischi da 3,5" ormai non ci sono altre alternative reperibili facilmente sul mercato, o scegli marchi di proprietà di WD o di Seagate (maxtor per esempio) opure niente perchè i toshiba/fuji si trovano solo da 2,5" e si trovano anche poco in giro!
Certo che se vai sugli SSD di marche ce ne sono dozzine!
avvelenato04 Maggio 2011, 17:39 #5
ora speriamo che samsung migliori i suoi ssd, perché sono sì molto ben distribuiti agli oem, ma come prestazioni c'è di gran lunga di meglio....
Micene.104 Maggio 2011, 18:47 #6
a me basta che seagate faccia uscire quanto prima il samsung a 1tb/piatto poi puo avere tutte le percentuali che vuole
Pier220404 Maggio 2011, 19:15 #7
Io non sono per nulla sorpreso della quota di Western Digital, nei meccanici è indubbiamente la migliore, seagate invece è sempre stata prima come volumi di vendita e prezzi migliori, ma oggi con il costo/gb irrisorio WD ha sopravanzato Seagate, in futuro il mercato se lo spartiranno loro, se toshiba riesce a stare nel suo 10%.

Quello che mi risulta difficile capire è lo strano silenzio che questi 2 colossi hanno verso gli SSD, in particolare WD, possibile che si vogliano fare sfuggire un mercato che in futuro rappresenterà volumi molto più alti?

Non dico l'attivismo di marche come OCZ , ma non c'è neppure un accenno a futuri progetti.
ARARARARARARA04 Maggio 2011, 22:13 #8
Originariamente inviato da: Pier2204
Io non sono per nulla sorpreso della quota di Western Digital, nei meccanici è indubbiamente la migliore, seagate invece è sempre stata prima come volumi di vendita e prezzi migliori, ma oggi con il costo/gb irrisorio WD ha sopravanzato Seagate, in futuro il mercato se lo spartiranno loro, se toshiba riesce a stare nel suo 10%.

Quello che mi risulta difficile capire è lo strano silenzio che questi 2 colossi hanno verso gli SSD, in particolare WD, possibile che si vogliano fare sfuggire un mercato che in futuro rappresenterà volumi molto più alti?

Non dico l'attivismo di marche come OCZ , ma non c'è neppure un accenno a futuri progetti.


secondo me fanno bene a produrre le cose che sanno realmente progettare e costruire, sicuramente l'era dei dischi meccanici è tutt'altro che finita per lo storage sono i migliori, ormai più nessuno uso cd o dvd per backuppare si comprano degli hd e via, poi il prezzo al gb cala sempre di più mentre quello degli ssd calerà ma non tantissimo perchè sugli ssd la ricerca punta (giustamente) sulle performance e i moduli flash sono sempre nuovi
avvelenato04 Maggio 2011, 22:13 #9
Originariamente inviato da: Pier2204
Io non sono per nulla sorpreso della quota di Western Digital, nei meccanici è indubbiamente la migliore, seagate invece è sempre stata prima come volumi di vendita e prezzi migliori, ma oggi con il costo/gb irrisorio WD ha sopravanzato Seagate, in futuro il mercato se lo spartiranno loro, se toshiba riesce a stare nel suo 10%.

Quello che mi risulta difficile capire è lo strano silenzio che questi 2 colossi hanno verso gli SSD, in particolare WD, possibile che si vogliano fare sfuggire un mercato che in futuro rappresenterà volumi molto più alti?

Non dico l'attivismo di marche come OCZ , ma non c'è neppure un accenno a futuri progetti.


entrambe hanno degli ssd in ballo più che altre orientate al mondo enterprise, con l'accento sull'affidabilità più che sulle prestazioni; in realtà però presumo che i margini siano relativamente bassi per chi non possiede fabbriche di nand, e la produzione degli ssd somiglia di più a quella delle ram, tant'è che ocz, corsair, crucial, g.skill, ecc. sono tutti stati produttori di ram.
E' evidente che i dischi tradizionali terranno ancora per molto, visto che ad oggi la tecnologia flash ha dei limiti fisici prossimi al limite (già passare ai 25nm ha comportato una riduzione di write-cycles delle singole celle, con conseguente necessità di maggior spare area) che impediscono il calo di prezzi oltre un certo livello, e tecnologie alternative alle memorie nand flash sono ancora al di là dell'orizzonte visibile.
Si sta delineando quindi una suddivisione del mercato tra i produttori di dischi di sistema ssd, e i produttori di dischi tradizionali per dati o per pc troppo economici per poter integrare un ssd. E siccome i margini si riducono nel settore dei dischi tradizionali, è naturale che le compagnie più piccole preferiscano farsi acquistare da quelle più grandi, piuttosto che cercare di competere per litigarsi le briciole...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^