Accordo per una nuova dorsale oceanica nel Pacifico

Accordo per una nuova dorsale oceanica nel Pacifico

Google e altre compagnie di livello internazionale hanno annunciato di aver siglato un accordo per la posa di una nuova dorsale di collegamento tra Stati Uniti e Giappone. La fine dei lavori è prevista per il primo quarto del 2010

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 09:53 nel canale Mercato
Google
 

Un consorzio costituito da 6 compagnie di livello internazionale ha annunciato di aver siglato un accordo per la posa di una nuova dorsale oceanica nel Pacifico. La dorsale fornirà un nuovo collegamento tra gli Stati Uniti e il Giappone; il costo stimato dell'intera infrastruttura è di 300 milioni di dollari.

Attualmente esistono già decine di dorsali che collegano i due continenti, tuttavia stando a quanto riportato in un report di TeleGeography, il traffico transoceanico ha fatto registrare un incremento annuo medio del 63,7% nel corso degli ultimi 5 anni; è stato stimato che nel 2013 il traffico sarà circa il doppio rispetto ad oggi. Il nuovo collegamento - che verrà battezzato Unity - avrà l'onere di rispondere alla crescente necessità di banda da parte delle telecomunicazioni tra Asia e America.

Secondo quanto dichiarato nel comunicato ufficiale, Unity sarà composto inizialmente da 5 cavi in fibra ottica, ognuno dei quali dotato di una banda pari a 960 Gbps. E' stata inoltre prevista la possibilità di espandere il numero dei cavi in fibra ad 8, arrivando cosi a fornire una larghezza di banda aggiuntiva complessiva di 7,68 Tbps.

Del consorzio fanno parte Google e diversi operatori delle telecomunicazioni: Bharti Airtel, Global Transit, KDDI Corporation, Pacnet, SingTel. Per la realizzazione dell'infrastruttura che collegherà la città giapponese Chikura a Los Angeles, il consorzio ha deciso di incaricare NEC e Tyco Telecommunication. La fine dei lavori è prevista per il primo quarto del 2010.

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk28 Febbraio 2008, 09:55 #1
Questi che sono investimenti furbi, altro che i satellitti del picchio. + banda per tutti.
int main ()28 Febbraio 2008, 10:16 #2
e allora perchè no, + pilu pe tutti
Immortal28 Febbraio 2008, 10:16 #3
impressionante pensare di aumentare la banda di 1 ulteriore terabyte al secondo...che andrà ad aggiungersi alla linea già esistente...
ma come vengono posati i cavi? sul fondale o vengono tenuti ad una quota standard?
Lukez28 Febbraio 2008, 10:38 #4
Scusate la domanda ma le aziende investitrici come recuperano i soldi dell'investimento?
Fanno pagare un dazio ai vari provider per passare dalla loro dorsale?
permaloso28 Febbraio 2008, 10:40 #5
Originariamente inviato da: int main ()
e allora perchè no, + pilu pe tutti


Quoto
Radioactive28 Febbraio 2008, 10:41 #6
Originariamente inviato da: Immortal
impressionante pensare di aumentare la banda di 1 ulteriore terabyte al secondo...che andrà ad aggiungersi alla linea già esistente...
ma come vengono posati i cavi? sul fondale o vengono tenuti ad una quota standard?

Li posano sul fondale marino
http://it.wikipedia.org/wiki/Cavo_sottomarino
Comunque questo si che è un bel investimento.
Originariamente inviato da: int main ()
e allora perchè no, + pilu pe tutti

Questo è un investimento addirittura migliore
permaloso28 Febbraio 2008, 10:42 #7
Originariamente inviato da: Immortal
impressionante pensare di aumentare la banda di 1 ulteriore terabyte al secondo...che andrà ad aggiungersi alla linea già esistente...
ma come vengono posati i cavi? sul fondale o vengono tenuti ad una quota standard?


fino alla profondita di 1000 metri circa dal pelo dell'acqua vengono interrati per circa un metro per evitare che alcuni sistemi di pesca li possano danneggiare, dove il mare è più profondo di 1000 metri "semplicemente"posati sul fondo

P.S. smettetela di citare Wikipedia che è piena di voci perlomeno non complete

P.P.S. tra l'altro probabilmente sarà roba made in italy visto che leader mondiale del settore è la Pirelli cavi
Immortal28 Febbraio 2008, 10:45 #8
Grazie delle risposte
mrbender66628 Febbraio 2008, 10:52 #9
@permaloso

e quali fonti dovremmo linkare? aleno quando critichi qualcosa cerca di suggere una alternativa valida. Oppure visto che ne sai... perche' non colpleti le voci mancanti di wikipedia?
saluti
piolino7328 Febbraio 2008, 10:54 #10
Non mi piace il termine "dorsale oceanica" utilizzato in questo modo. Le dorsali oceaniche sono catene montuose sottomarine.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^