Acer: al ribasso le stime di consegne notebook per il Q3

Acer: al ribasso le stime di consegne notebook per il Q3

L'azienda taiwanese riduce le previsioni di consegne dei sistemi portatili per il terzo trimestre. La maggior parte del taglio riguarda però i netbook

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:16 nel canale Mercato
Acer
 

Acer ha di recente avvertito i fornitori di componenti di ridurre la preparazione dell'inventario per il terzo trimestre 2011: la compagnia taiwanese ha infatti abbassato le previsioni di consegne di sistemi notebook a 5,4 milioni di unità, rispetto ai 6,4 milioni originariamente stimati.

La riduzione nelle previsioni è del 15% circa, ma le fonti vicine ai fornitori di componenti indicano come la maggior parte degli ordinativi tagliati riguardino principalmente i sistemi netbook, che costituirebbero l'80% circa della riduzione.

Secondo le informazioni disponibili Acer dovrebbe essere in grado di consegnare un volume di notebook compreso tra 1,45 e 1,5 milioni di unità per il mese di luglio, 1,9-2 milioni per il mese di agosto ed un volume confrontabile o di poco inferiore per il mese di settembre.

Sul fronte tablet la compagnia ha consegnato 800 mila unità dal lancio della propria soluzione avvenuta alla fine del mese di giugno ed altrettante prevede di consegnarne nel corso del terzo trimestre, quando inoltre debutterà sul mercato una nuova soluzione da 7 pollici di form factor. L'obiettivo della compagnia per il 2011 è fissato per un volume di consegne di 2,5-3 milioni di pezzi.

La strategia di Acer è attualmente volta all'esaurimento delle scorte, nell'ottica di una strategia propedeutica alla variazione del proprio modello operativo che cercherà di privilegiare la profittabilità e non più i volumi di vendita come fatto fino ad ora.

Il fondatore di Acer, Stan Shih, ha commentato la notizia sottolineando come la compagnia abbia bisogno di un periodo di tempo per poter familiarizzare con il nuovo stato a seguito della riorganizzazione dichiarando inoltre che gli executive stanno guidando l'azienda nella giusta direzione.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MadMax of Nine28 Giugno 2011, 12:56 #1
non sono bei tempi per acer... poi tra tablet e smartphone la vedo in salita sulle soluzioni consumer di fascia bassa (dove acer ha il core business)
PhoEniX-VooDoo28 Giugno 2011, 13:42 #2
io piuttosto mi meraviglio sempre di come siano arrivati fin dove sono adesso, voglio dire, personalmente se ora mi dessero un buono valido per qualsiasi prodotto Acer esistente non saprei cosa prendere, non me ne piace mezzo.

- I computer fissi non consideriamoli nemmeno
- I notebook fino ai 16.4" hanno tutti quella ridicola 1366x768 ed i peggiori pannelli del mercato con la peggior "pellicola" lucida che esiste. Adirittura tempo fa avevo letto che Acer usava pannelli di scarto delle altre aziende
- I monitor "desktop" sono tutti ovviamente TN ed al 99% con la loro finitura orrido-lucida
- Gli smartphone (android) sono una spanna sotto la concorrenza (anche della stessa fascia di prezzo) e hanno pure un comico/pietoso tentativo di interfaccia utente personalizzata
- Il tablet (considero solo l'ICONIA 500) è forse l'unico prodotto Acer che si salva, se non fosse del tutto inutile, grazie anche ad honeycomb che parlandoci chiaramente ha 3 applicazioni tablet-ordiented ed è ancora molto acerbo come implementazione..
Scezzy28 Giugno 2011, 14:22 #3
"Gli smartphone (android) sono una spanna sotto la concorrenza (anche della stessa fascia di prezzo) e hanno pure un comico/pietoso tentativo di interfaccia utente personalizzata"


Si vede che non hai usato un liquid metal. Perche' se lo avessi usato anche per soli 10 minuti non scriveresti certe cose !

Acer ha cambiato da un bel pezzo modo di costruire i propri prodotti. Quello che non va se proprio proprio bisogna ribadirlo e' il proprio sistema di gestione dei guasti, ancora insufficiente visti i loro volumi di vendita e dei conseguenti guasti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^