Acer nella fase post Lanci: cambio di strategia

Acer nella fase post Lanci: cambio di strategia

Emerge chiaramente il contrasto di visione con il consiglio di amministrazione che ha portato Gianfranco Lanci ad abbandonare la posizione di CEO dell'azienda taiwanese

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:10 nel canale Mercato
Acer
 

Ristrutturazione interna in vista per Acer, a seguito dell'abbandono del CEO Gianfranco Lanci avvenuto nella giornata di ieri. Al momento attuale la posizione di CEO è stata presa da JT Wang, Presidente dell'azienda, confermando nelle posizioni operative strategiche le principali figure per le aree europea, cinese e americana.

Nel frattempo emergono maggiori dettagli sulla principale motivazione che avrebbe portato Lanci ad abbandonare l'azienda. Stando ad un'intervista rilasciata dal Chief Financial Officer dell'azienda Tu Che-min il contrasto tra Lanci e il consiglio di amministrazione della società sarebbe stato incentrato sul target di medio periodo dell'azienda.

Obiettivo di Lanci era quello di fare di Acer il principale produttore di sistemi notebook a livello mondiale, superando in questo l'americana HP. Per il consiglio di amministrazione il focus avrebbe dovuto essere quello di contrastare e superare Apple e HTC, aprendosi quindi maggiormente al mondo delle soluzioni smartphone nelle quali del resto Acer è impegnata da alcuni anni. Più in generale per il consiglio di amministrazione l'azione di Acer dovrebbe essere quella di innovare con prodotti originali, puntando ad una superiore marginalità, seguendo in questo le dinamiche messe in atto da Apple e HTC.

La strategia di Acer, pertanto, sembra essere sempre più orientata alla ricerca e sviluppo, nella direzione di immettere sul mercato prodotti che siano sempre più innovativi. Sembra venir meno l'intenzione di fare di Acer il principale produttore mondiale in volumi, puntando l'attenzione più sulla qualità dei prodotti e di conseguenza sulla loro capacità di generare adeguati margini di vendita.

Basti del resto considerare i risultati finanziari di Acer e Apple: la seconda ha chiuso l'esercizio 2010 con una marginalità del 21,5%, mentre per Acer il risultato è stato pari al 2,3%. La strategia di quest'ultima, pertanto, è stata quella di puntare sui volumi e sul fatturato quali indicatori assoluti, dovendo per questo scontare una marginalità molto più ridotta rispetto a quella di altre aziende quali Apple.

Il primo passaggio operativo per Acer sarà a questo punto quello di nominare il successore di Lanci alla carica di CEO. E' plausibile che un nome possa emergere a breve, anche solo con una conferma di JT Wang in questa posizione e il passaggio di carica nel ruolo di Presidente della società ad altra figura.

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej01 Aprile 2011, 14:38 #1
"Obiettivo di Lanci era quello di fare di Acer il principale produttore di sistemi notebook a livello mondiale, superando in questo l'americana HP. [U]Per il consiglio di amministrazione il focus avrebbe dovuto essere quello di contrastare e superare[/U] Apple e HTC...." [QUOTE/]



come no!
AlexSwitch01 Aprile 2011, 14:45 #2
Per la serie: " L'importante è crederci "!!!!!!!!!!
Dcromato01 Aprile 2011, 14:47 #3
in pratica vogliono trasformare acer in un marchio generalista...smart note...
AlexSwitch01 Aprile 2011, 14:51 #4
Peccato che non abbiano i margini per arrivarci, e nemmeno il marchio.... La strategia di Lanci era corretta per il medio periodo e poteva garantire un buon flusso di vendite.
Con la strada intrapresa ora da Acer, il flop è dietro l'angolo...
Dcromato01 Aprile 2011, 15:16 #5
non vedo perché sia impossibile.fare previsioni in questo settore è quanto mai azzardato.
MadMax of Nine01 Aprile 2011, 15:30 #6
Per una azienda di quel tipo passare da "economico"a "qualitativo" richiede tempo e soldi (perciò marginalità su quello che vendi attualmente) cosa che acer non ha... personalmente trovo meno assurda e più coerente la visione di Lanci.
Superare Hp nella vendita in unità è difficile, fare in modo che tutti associno acer a qualità e innovazione è impossibile
SinapsiTXT01 Aprile 2011, 15:50 #7
Apple è quella azienda che navigava in cattive acque negli anni 95-96 ed era associata ai computer colorati per caso?
Forse tra una decina di anni Acer potrà far percepire al consumatore un'idea diversa del proprio marchio, essendo una visione di medio periodo può anche succedere bisogna vedere se riusciranno ad inventarsi un prodotto di qualità capace di distinguersi come ha fatto con i lettori mp3 la Apple e successivamente con l'iphone.
L'obiettivo che si è posta Acer è quanto mai azzardato e rischioso, probabilmente le stime nel medio periodo non erano incorraggianti per il CDA.
MadMax of Nine01 Aprile 2011, 16:02 #8
Originariamente inviato da: SinapsiTXT
Apple è quella azienda che navigava in cattive acque negli anni 95-96 ed era associata ai computer colorati per caso?
Forse tra una decina di anni Acer potrà far percepire al consumatore un'idea diversa del proprio marchio, essendo una visione di medio periodo può anche succedere bisogna vedere se riusciranno ad inventarsi un prodotto di qualità capace di distinguersi come ha fatto con i lettori mp3 la Apple e successivamente con l'iphone.
L'obiettivo che si è posta Acer è quanto mai azzardato e rischioso, probabilmente le stime nel medio periodo non erano incorraggianti per il CDA.


Parliamo di 15 anni fa dove l'informatica era poco distante dalla magia nera
Ora il mercato è quasi saturo, le vere innovazioni saranno sempre più rare e i margini di vendita saranno sempre più bassi per l'enorme concorrenza.
Personalmente cambierei direzione solo se ho una carta vincente in mano o se sono disperato
unnilennium01 Aprile 2011, 19:41 #9
mi spiace molto x lanci, ma il mercato smartphone è peggio di quello notebook... non so quanto vada avanti la strategia di innovare, sono troppi... le vendite in volumi forse erano meno renumerative,ma andavano,vediamo adesso cosa combinano..la qualità sarà quella rapportata al prezzo... personalmente non voglio certo un clone di htc in giro,ne basta già uno.
Freaxxx01 Aprile 2011, 19:44 #10
Originariamente inviato da: unnilennium
mi spiace molto x lanci, ma il mercato smartphone è peggio di quello notebook... non so quanto vada avanti la strategia di innovare, sono troppi... le vendite in volumi forse erano meno renumerative,ma andavano,vediamo adesso cosa combinano..la qualità sarà quella rapportata al prezzo... personalmente non voglio certo un clone di htc in giro,ne basta già uno.


non è che un Acer costi poco, sia uno smartphone che un notebook, che un netbook, un po' tutti i prodotti Acer non offrono altro che svantaggi e costano molto in rapporto alla qualità e alle funzionalità che offrono.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^