Acer primo produttore di PC in Europa occidentale

Acer primo produttore di PC in Europa occidentale

Tiene il mercato dei PC nell'Europa occidentale, con una crescita nell'ultimo trimestre e un risultato annuale allineato ai 12 mesi orecedenti

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:16 nel canale Mercato
Acer
 

Nel corso del quarto trimestre 2009 le vendite di PC nel mercato dell'Europa dell'ovest hanno raggiunto i 20,2 milioni di pezzi, registrando una crescita del 4% rispetto allo stesso periodo del 2008. Tale risultato ha contribuito ad un totale annuo di 64,8 milioni di PC per il 2009, risultato allineato a quanto registrato nei 12 mesi precedenti.

Il risultato trimestrale, stando all'analisi sviluppata da Gartner, superiore alle aspettative inizialmente formulate; si erano ipotizzati volumi di vendita inferiori, complice la crisi economica internazionale che ha caratterizzato tutte le economie mondiali nel corso del 2009.

Tra le principali aziende del settore da segnalare l'ottimo risultato complessivamente ottenuto da Acer, capace di registrare una crescita del 33,9% su base annua. In totale l'azienda ha venduto circa 4,7 milioni di sistemi nel corso del quarto trimestre 2009, con una quota di mercato pari al 23,1%. A seguire troviamo HP, che con vendite pari a 4,3 milioni di PC ha registrato una contrazione del 7,5% su base annuale, mantenendo una quota di mercato del 21,3%.

Dell si posiziona al terzo posto con poco pi di 2 milioni di PC venduti e una quota di mercato del 9,9%, registrando una flessione contenuta nell'1,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Buona crescita, pari al 9,4%, per Asustek con 1,6 milioni di PC e l'8% della quota di mercato; Toshiba segue con il 6,2% del mercato e 1,26 milioni di PC venduti, con una lieve contrazione dell'1,4% rispetto al quarto trimestre 2008.

Tra le restanti aziende buoni risultati complessivi per Apple, Samsung, Lenovo e Sony, con significativi incrementi della propria quota di mercato rispetto al 2008. Nel complesso tutte le altre aziende produttrici, esclusi i top 5, hanno totalizzato vendite per circa 6,4 milioni di PC nel corso del quarto trimestre 2009, con una quota di mercato del 31,5% e un risultato leggermente inferiore a quello dello stesso periodo dello scorso anno.

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
viper-the-best22 Febbraio 2010, 10:54 #1
beh acer era stata spesso bollata come una marca che forniva una qualità inferiore a quella di altri brand, ma negli ultimi anni si è visto come i suoi prodotti siano cresciuti molto sotto l'aspetto qualitativo riuscendo a distinguersi anche con prezzi altamente concorrenziali.

fa piacere vedere questa crescita, soprattutto sapendo che se non sbaglio, l'azienda è guidata da un manager italiano.

complimenti
NoX8322 Febbraio 2010, 10:56 #2
Andiamo bene...è evidente che lo strapotere di acer deriva semplicemente dai prezzi proposti, ma sappiamo bene che gli acer non sono certo sinonimo di grande qualità. Risultato? Basta vendere qualcosa a basso prezzo che diventi il primo in classifica, poi di qualità ed assistenza se ne parlerà in caso di bisogno!

Perchè mi girano, vi chiederete? Semplice, perchè questo metodo non fa altro che obbligare tutti gli altri produttori a rinconrrere acer proponendo prodotti "consumer" sempre più economici e sempre più scadenti, dato che i prezzi possono calare, va bene, ma non continuamente e fino ad un certo punto! Basti guardare HP che da produttore di un certo calibro è diventata produttrice di roba molto vicina alla qualità (se così possiamo definirla) costruttiva di acer o Dell che è l'esempio più palese di azienda che si è abbassata a costruire prodotti ad hoc per le catene commerciali.

Certo, quasi tutti i produttori (HP o Dell che ho citato sopra) propongono anche prodotti business o di migliore qualità, ma di certo non li vendono nei supermercati e quindi oltre ad essere ben più difficilmente reperibili, influiscono poco nelle classifiche di vendita trainate da mediaworld e compagnia bella. Con la conseguenza che in quasi tutte le case ormai troviamo prodotti dalla qualità infima e, per quanto uno possa credere di "fare ben poco con un pc", poi quando gli si rompe piange. Allora c'è qualcosa che non funziona nel ragionamento!

Ritenere che in questi ultimi anni la qualità (in generale di tutti i produttori) possa essere aumentata in modo direttamente proporzionale all'abbassamento dei prezzi è pura illusione.
Come potete ben vedere cercando in giro (ed anche nei centri commerciali si può osservare) la qualità si paga ancora oggi. Se mai c'è più scelta e più concorrenza, ma un buon prodotto si paga ancora! Il problema è che per il privato (e spesso non solo...) un pc vale l'altro a prescindere dalle esigenze che nessuno riesce a stabilire con precisione, dato che un pc deve durare dai 3 ai 4 anni se non di più.
MesserWolf22 Febbraio 2010, 11:36 #3
il pc ormai ce l'hanno tutti , e non si può pretendere che tutti abbiano dei vaio o dei mac ....

E' normale che quelli più comuni siano le "utilitarie" del mondo pc ... gli acer da supermercato.
Marok22 Febbraio 2010, 11:44 #4
NeoX83 ma che razza di discorsi fai??? Questo si chiama libero mercato!!!
E il mercato è lì per accontentare la domanda. Se c'è domanda di prodotti a basso prezzo perchè ormai pochi possono permettersi altro, è giusto che tutti si adeguino e chi non lo fa chiude! Il mercato è così, se non lo segui o anticipi, affondi. Poi l'hai detto anche tu che comunque i marchi sopra citati ofrono comunque scelta di modelli migliori a prezzi più alti, quindi dove è il problema?
frank_durelli22 Febbraio 2010, 12:01 #5

io credo invece che...

... la spiegazione a tutto questo sia un'altra.
il 2009 e' stato un anno di forte crisi e le aziende hanno prodotto meno pezzi per paura che rimanessero sugli scaffali per via della crisi stessa e per l'uscita a fine anno di W7.
acer era uscita con una nuova linea poco prima dell'estate e aveva invaso , complice i prezzi bassi , tutte le grandi catene e negozi vari.
mentre i pochi prodotti che arrivavano da Samsung, Sony, HP , Toshiba e Asus finivano con una certa velocita' Acer rimaneva ben visibile viste le scorte nei magazzini e spesso e' stata oggetto di forti promozioni, soprattutto verso fine anno quando ci si e' resi conto che sarebbero rimasti a marcire nei negozi se non ci si dava una mossa.
Oltretutto Acer ha venduto moltissime macchine con forti sconti alle varie catene proprio da agosto in poi.
Un'ultima cosa: concordo con Neox83 per il discorso qualita' e lo ocnfermo con un esempio: le macchine acer di fascia media costano uguali ad una macchina hp o sony... a fine ottobre sono uscire 2 configurazioni identiche , una Sony e una Acer e costavano al pubblico la stessa cifra.
Ricky7822 Febbraio 2010, 12:05 #6
La qualità è migliorata...
Esempio coi notebook:
Per 1000 Euro si può prendere un buon portatile Acer con ottimo schermo (LG), CPU Dual Core Intel, 4 GB di Ram, scheda video nVidia GT, hard disk Western Digital che nonostante sia un 5400 rpm offre prestazioni da 7200, tastiera retroilluminata, Bluetooth, Wi-Fi Intel etc. e per altri 100 Euro è possibile estendere la garanzia a 3 anni con corriere che viene a casa gratuitamente a ritirare il portatile e tempi di assistenza "ridotti".
Il diretto competitor di Acer è Dell: io ho entrambi i prodotti e per via dei monitor spesso scrausi forniti da Dell coi suoi portatili (Samsung entry level, e altre marche che variano di settimana di produzione in settimana), dove si deve avere molto a trovare un LG, mi sono trovato costretto dopo 4 diritti di recesso a puntare su Acer.
Sono per ora soddisfatto.
Zappa198122 Febbraio 2010, 12:33 #7
dove lavoro io c'è un acer che costa 399 ha due giga di ram wireless e compagnia bella, l unica pecca è la vga integrata con la ram centrale...se ci metto linux ho tutto quello che mi serve... senza spendere miliardi di dollari
arelok22 Febbraio 2010, 12:38 #8
Vista la news colgo l'occasione per fare una domanda che mi è venuta in mente l'altro giorno guardando un volantino del MW: la Acer continua a fare portatili di qualità mediocre, oppure si è elevata? Senza voler fare polemica ne offendere i proprietari di Acer, ma fin dal 2005 mi si diceva (e ho verificato empiricamente) che gli Acer non fossero questi gran notebook. Non che per forza fossero osceni, ma tanto gli faceva produrre un buon portatile, tanto gli faceva produrre una patacca.
Ora com'è la situazione?
Lele197822 Febbraio 2010, 12:45 #9
Beh, non so quanto statisticamente Acer faccia pietà, io ho comprato un Travelmate con XP, 512 ram, ATI dedicata (32Mb!!) e procio 1,6 Ghz ne lontano 2003... a distanza di 7 anni batteria sputtanata (e ci mancherebbe) ma PC che va una viola ancora ora....mai avuto il benchè minimo problema software o hardware...anzi dopo l'ultimo update dei drivers della scheda video, udite udite, sono risucito a far girare world of warcraft al minimo dettaglio! mi sono quasi commosso...

gz Acer.
nickmot22 Febbraio 2010, 12:48 #10
Originariamente inviato da: arelok
Vista la news colgo l'occasione per fare una domanda che mi è venuta in mente l'altro giorno guardando un volantino del MW: la Acer continua a fare portatili di qualità mediocre, oppure si è elevata? Senza voler fare polemica ne offendere i proprietari di Acer, ma fin dal 2005 mi si diceva (e ho verificato empiricamente) che gli Acer non fossero questi gran notebook. Non che per forza fossero osceni, ma tanto gli faceva produrre un buon portatile, tanto gli faceva produrre una patacca.
Ora com'è la situazione?


Fondamentalmente per vendere a quelle cifre qualcosa in meno devono avere.
Poi dipende tutto dal modello, il cassico notebook da 399 in offerta (generalmente un extensa 52xx) è discretamente scarso dal punto di vista della qualità delle plastiche, degli schermi e della qualità costruttiva in generale.
Ovviamente se prendi un Acer da 800 o più materiali e qualità salgono di conseguenza. Secondo me non è possibile dare un giudizio univoco sulla qualità degli acer, dipende dal modello. Quelli estremanete economici lasciano comunque ancora a desiderare, ma costano sensibilmente meno della concorrenza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^