Acer vuole riconquistare il 25% del mercato EMEA

Acer vuole riconquistare il 25% del mercato EMEA

La realtà taiwanese non nasconde le armi: l'obiettivo è tornare a recuperare le quote di mercato perse nell'area EMEA, tradizionalmente il suo mercato più remunerativo

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:55 nel canale Mercato
Acer
 

Nel corso del 2011 la tawianese Acer è riuscita a mantenersi al secondo posto tra i vendor PC sul mercato EMEA nonostante abbia registrato un assottigliamento delle proprie quote di mercato. Il presidente della compagnia, Jim Wong, ha però voluto puntualizzare che durante il 2012 il market share di Acer riuscirà a crescere in tutti i mercati territoriali ed in modo particolare proprio in quello EMEA dove potrebbe passare dal 22% attuale al 25%-28%.

Di certo il 2012 si prefigura come un anno di competizione piuttosto accesa sul mercato dell'Europa, del Medio Oriente e dell'Africa: oltre al ritrovato spirito combattivo di Acer, non bisogna dimenticare che il leader del mercato, HP, ha subito in questi ultimi mesi pesanti rimaneggiamenti nella composizione dirigenziale, così come si fa agguerrito un terzo attore del mercato, Lenovo, dopo aver arruolato tra le proprie fila Gianfranco Lanci, ex-CEO di Acer, proprio per la gestione del business nell'area EMEA. La compagnia ha inoltre recentemente portato avanti un'azione legale nei confronti di Gianfranco Lanci, accusandolo di aver violato alcune clausole di non-competizione stipulate a seguito della dipartita di Lanci da Acer.

Acer ha già da qualche tempo sottolineato come per il 2012 la propria strategia passerà dalla difesa all'attacco, proprio per recuperare le quote di mercato perse durante il periodo di riassetto strategico portato avanti lo scorso anno e per tornare a fare utili. Acer ha pertanto disposto un incremento del budget europeo destinato ad attività di marketing ed ha avviato una collaborazione con la società britannica Mother, specializzata in advertising, per rilanciare e ricostruire il proprio brand.

Il mercato EMEA rappresenta per Acer il principale campo di battaglia, contribuendo al 38% del fatturato della compagnia. A seguire vi sono la regione pan-Americana, che contribuisce per il 27%, la regione Asia Pacific al 18% ed il mercato di Cina e Taiwan con il 17%. Sul fronte delle divisioni business, il comparto notebook va a costituire il 67% del fatturato, il comparto desktop genera il 17% del fatturato mentre quello relativo a monitor e a dispositivi portatili generano rispettivamente il 9% ed il 7% del fatturato.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
netcrusher19 Febbraio 2012, 00:14 #1
W Taiwan!!!! Questa nazione non è riconosciuta dai governi del mondo per colpa della Cina che ne rivendica la proprietà!!! Ma Taiwan non è della Cina, la gente dovrebbe sapere la verità!!!!! Il cuore della tecnologia dei nostri pc è taiwanese non cinese!!!!
qiplayer19 Febbraio 2012, 20:10 #2
Emea che Paesi sono?
netcrusher19 Febbraio 2012, 23:48 #3

EMEA è acronimo di Europe, Middle East, and Africa

Europe, Middle East, and Africa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^