Alcune stime sulle vendite di visori VR nei primi mesi di commercializazione

Alcune stime sulle vendite di visori VR nei primi mesi di commercializazione

Mancano dati ufficiali dai produttori, ma tra HTC Vive, Oculus Rift e Sony Playstation VR la base di sistemi con visori VR dedicati continua ad espandersi: obiettivo oltre quota 1 milione in meno di 12 mesi

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:50 nel canale Mercato
Virtual realityPlaystation VRHTCViveOculus Rift
 

Ottenere dati di vendita precisi per il mercato dei visori per la realtà virtuale è, quantomeno al momento, operazione molto più difficile di quanto si possa immaginare. Sono 3 di fatto le soluzioni da collegare a PC o console, non dipendenti quindi da uno smartphone e per questo motivo in grado di assicurare un superiore dettaglio grafico e coinvolgimento. Parliamo di Sony Playstation VR, Oculus Rift e HTC Vive.

HTC-Vive_White.jpg
HTC Vive

Durante la conference call di analisi dei risultati finanziari di HTC per il terzo trimestre 2016 era emerso un dato di vendita di 140.000 visori Vive dal debutto avvenuto nel mese di aprile sino al mese di Settembre. Questo numero, importante in assoluto, è stato sperò smentito da un portavoce HTC che non ha meglio precisato quanti visori siano stati venduti se non che il loro numero è superiore a 140.000.

E' interessante segnalare come HTC abbia confermato che ogni visore Vive sia venduto con profitto: un numero superiore a 140.000 rappresenta quindi per l'azienda un dato economico molto interessante e che giustifica gli sforzi che l'azienda taiwanese sta portando avanti nel mondo della realtà virtuale.

oculusriftcontrollernews.jpg
Oculus Rift

Possiamo ipotizzare che Oculus Rift abbia ottenuto un dato di vendita, nel periodo di riferimento, pressoché allineato a quello di HTC Vive: le iniziali difficoltà di distribuzione si sono compensate con un costo d'acquisto inferiore e quindi maggiore appetibilità agli occhi degli utenti con maggiori vincoli di budget.

Per Sony Playstation VR il debutto commerciale è avvenuto solo da alcune settimane ma è difficile non immaginarne dati di vendita brillanti: del resto il costo più contenuto e la possibilità di collegamento con il marco macchine Playstation 4 già sul mercato rende questa soluzione la più accessibile per entrare nel mondo dei visori per la realtà virtuale non basati su smartphone.

psvr1.jpg
Sony Playstation VR

Quale sarà la base di sistemi PC e console collegati ad un visore VR nel corso dei prossimi mesi? Possiamo stimare che per la fine del primo trimestre 2017, quindi a circa 1 anno dal debutto commerciale di HTC Vive, avremo una base installata superiore a 1 milione di sistemi tra le 3 tipologie di headset VR. Si tratta di una cifra importante che può contribuire a rendere il fenomeno della realtà virtuale sempre meno una nicchia, ma una opportunità per gli sviluppatori non solo legata ad esperienze di tipo videoludico.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tony7325 Novembre 2016, 10:10 #1
Siamo ancora agli albori, ma è un bene che ci siano questi "prototipi" e vendano abbastanza, così facendo usciranno più in fretta roba molto migliore, così per poter finalmente entrare in questo mondo che, da 20 anni a questa parte, è stata solo fantascienza
al13525 Novembre 2016, 11:49 #2
felice possessore del vive da febbraio, esperienza unica. Speriamo sviluppino ancora e meglio!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^