Alibaba riacquista da Yahoo! una parte delle proprie quote

Alibaba riacquista da Yahoo! una parte delle proprie quote

La metà delle quote di Alibaba possedute da Yahoo! vengono riacquistate dal colosso cinese. Yahoo! distribuirà l'incasso agli azionisti

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:04 nel canale Mercato
Yahoo
 

Alibaba Group, realtà cinese di rilievo nel settore dell'e-commerce della quale Yahoo! possiede il 40%, ha annunciato il riacquisto di metà delle quote possedute da Yahoo! con un'operazione del valore di 7,1 miliardi di dollari. Dall'operazione Yahoo! incasserà direttamente 6,3 miliardi di dollari e otterrà 800 milioni in azioni privilegiate di Alibaba.

L'incasso netto di Yahoo! a seguito della tassazione sarà di 4,2 miliardi di dollari: l'azienda statunitense ha già comunicato che la maggior parte dell'incasso sarà distribuito agli azionisti. Per Yahoo! si tratta di un notevole ritorno dell'investimento di 1 miliardo di dollari che ha compiuto nel 2005 acquisendo il 40% di Alibaba.

A seguito di questa operazione Yahoo! resterà in possesso del 20% delle quote di Alibaba. Yahoo! e SoftBank (che detiene il 30% di Alibaba) son quindi ora proprietari del 50% delle quote della compagnia cinese, ma hanno già fatto sapere che limiteranno i diritti di voto dei propri azionisti al di sotto del 50%. Nel caso in cui Alibaba dovesse in futuro decidere di quotarsi in bosrsa (la compagnia ha già espresso l'intenzione di farlo), dovrà procedere al riacquisto di un ulteriore 10% delle azioni o lasciare che Yahoo! venda le proprie quote in fase di IPO, con la possibilità di incassare ulteriori liquidi.

Dopo un periodo piuttosto rocambolesco per Yahoo, culminato la scorsa settimana con le dimissioni del CEO Scott Thompson a seguito dello scandalo su lauree fasulle, questo episodio rappresenta il primo segnale positivo per gli investitori.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheDarkAngel23 Maggio 2012, 16:48 #1
Distribuirli agli azionisti è come gettarli nel fuoco, nessuna utilità per l'azienda.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^